Articoli

Le 3 mosse che uso per non perdermi d’animo quando la vita non va come dovrebbe

Come faccio per non perdermi d’animo quando la vita non va come dovrebbe – ovvero come io vorrei che andasse?

Ebbene sì, cara amica. Pianifichiamo tutto. Progettiamo al meglio.

Facciamo liste di pro e contro, studiamo, organizziamo. Ci impegniamo al massimo e stiamo attente a tutto. Anche ai minimi dettagli.

Eppure qualche volta le cose non vanno come vogliamo, succede qualche evento spiacevole o qualche inconveniente ci blocca; ed improvvisamente ci sembra che tutti i nostri sforzi siano valsi a nulla.

Non riusciamo a credere più nel valore delle nostre idee e dei nostri progetti. Oppure, peggio ancora, non riusciamo più a credere in noi stesse.

E’ facile cadere in questa trappola e scoraggiarsi, lo so. Sai quante volte mi è capitato?

Un sacco! Te l’assicuro.

E passavo dal sentirmi in colpa per non avere previsto quel qualcosa o per non avere fatto qualcosa di più ( o di meno) al sentirmi preoccupata e spaventata all’idea di dover affrontare i problemi e le conseguenze di quel qualcosa non che non era andato come io volevo. O peggio, a scoraggiarmi al punto tale da desiderare abbandonare l’impresa.

Poi però, con il tempo, ho capito alcuni aspetti importanti che oggi voglio condividere con te e soprattutto ho capito alcune semplici tattiche da mettere in pratica per non perdermi d’animo e risolvere la situazione in cui mi vengo a trovare mio malgrado. E’ molto importante ricordarsi che la tenacia e la persistenza sono qualità che premiano, nel tempo e che quindi si rivela davvero importante, nell’ottica di riuscire a realizzare i nostri sogni, non mollare quando le difficoltà fanno capolino lungo la strada, trovando un modo per non perdersi d’animo e tenere duro.

perdermi d'animo

Pronta? Ecco qui per te il mio semplice “kit in 3 mosse per l’ anti scoraggiamento”.

#1 “Quello che mi infastidisce non mi incuriosisce”

Frase magica che ho imparato da Louise Hay. Cosa vuol dire? Che se qualche cosa mi disturba o mi crea un problema non mi metto a dedicarle ore della mia vita pensando a quel che avrei potuto dire o fare e che invece non ho fatto. Nè mi metto a cercare mentalmente nella mia memoria tutti i motivi per cui mi sento male! No! O per lo meno non subito: ci sarà tempo dopo, quando la situazione sarà superata, per analizzare i fatti in modo lucido e costruttivo. Ma nel momento in cui sono triste, depressa, arrabbiata o preoccupata perché un progetto non ha funzionato o perché qualcuno si è comportato male con me non facendo andare in porto il mio lavoro o perché insomma, le cose non sono andare come avevo pianificato, la prima cosa che faccio è smettere di pensarci. Sì. Hai capito bene. Quindi la prima cosa da fare è proprio prendere le distanze dal problema e togliere di mezzo la preoccupazione mentale. Come? Ora ti do un bel trucchetto! Fai qualche respiro profondo, chiudi gli occhi ed immagina di salire a bordo di una mongolfiera: crea una bello scenario, un bel panorama e goditi la salita verso il cielo sentendo la piacevole sensazione dell’aria sulla pelle, il calore del sole sul tuo viso e la bellezza della vista. Arrivata in cima, osserva la situazione che ti sta demoralizzando. Osserva il problema. Come lo vedi adesso? E’ molto probabile che distanziandoti da esso, tu lo percepisca in modo decisamente più debole e che improvvisamente tu riesca a ridimensionarne la difficoltà, ragionando sin da subito in modo diverso. Ricordati sempre che quando sei troppo “dentro” ad una situazione, la vedi per forza più grande e complicata di quello che è. Allontanandotene e dissociandoti, ti sarà più facile prenderne le distanze , centrarti e smettere di vederlo come insormontabile. ( Se hai voglia di sperimentare puoi usare anche questa tecnica)

#2 Coccolati e convinciti

Questa fase è decisamente importante, oserei dire fondamentale. Dopo avere preso le distanze dal problema, fai qualcosa di carino per te, anche perché ricordati che se non ci pensi tu, difficilmente qualcun altro lo farà! Trattati come se tu fossi una persona che ami, come se fossi la tua migliore amica o tua figlia! Cosa faresti se tu fossi loro? Ti offriresti un the’ caldo o una tisana con due biscottini, ti inviteresti a fare una passeggiata per schiarirti le idee, oppure ti sederesti sul divano a fare due chiacchiere. Giusto? Bene, comportati con te stessa esattamente così. Coccolati e fatti sentire a tuo agio, amata. E poi parla con te stessa, preparando per queste occasion delle frasi positive, dolci e potenti. Una delle mie preferite, quelle che uso di più è ” Dai Vale, tutto va bene. Le cose si stanno sistemando al meglio, stai tranquilla. Sei al sicuro. Hai già superato tanti problemi, riuscirai a superare anche questo. Da questa situazione arriverà solo bene. Tutto è bene.” Arrivo a ripetere questa frase anche per 15 minuti di fila e nel giro di poco tempo, talvolta di poche ore, la mia mente si rasserena e non solo! Qualcuno chiama e si è mosso qualcosa! Trovo la soluzione e talvolta è anche meglio di quella precedente! sembra quasi incredibile! Se sei curiosa di scoprire come mai le convinzioni sono così importanti, ti consiglio di leggere anche questo articolo che penso proprio possa piacerti.

#3 Scrivi

Se hai svolto le prime due attività con convinzione, a questo punto sarai già meno scoraggiata e più serena. La tua energia sarà cambiata ed avrai attivato il tuo lato creativo e positivo. Ti assicuro che già ottenere questo cambiamento è un grande risultato! Fidati! Ma c’è qualcosa di più che puoi fare, se e solo se, il tuo stato d’animo è cambiato. Altrimenti ripeti la fase uno e due fino a che non ti senti emotivamente carica. Ma se sei tornata sicura di te, chiudi gli occhi ed immagina di salire in una macchina del tempo che ti porta avanti di qualche giorno, mese o anno, esattamente nel momento in cui la situazione si è risolta e tutto è andato per il meglio. Goditi il momento e osserva la te stessa del futuro mentre ti si avvicina e ti dice. ” Ecco qui quel che devi fare per prendere coraggio e risolvere questo problema, ora”. Resta in ascolto qualche minuto, senti cosa ti suggerisce e  poi apri gli occhi, prendi carta e penna e scrivi. Scrivi tutto quello che ti passa per la mente, anche quello che ti sembra senza senso. Le idee, i nomi di persone, le telefonate che puoi fare, i posti che potresti visitare. Tutto quel che ti passa in mente e che spesso, corrisponde al suggerimento della tua te più “esperta”, ovvero la tua migliore consigliera in assoluto.

 

Seguendo questi 3 semplici passi, avrai raggiunto facilmente questi risultati:

  • ti sarai calmata e rassicurata, lasciando andare l’ansia, la paura e la preoccupazione
  • avrai recuperato lucidità e sicurezza in te stessa
  • avrai stilato una sorta di piano d’azione per uscire dall’impasse e riprendere in mano le redini della situazione entrando in azione

Come vedi non è difficile, anzi!

Sai, sono proprio le cose semplici quelle che funzionano. Perciò fammi sapere se ti piacciono queste idee e se, mettendole in pratica, riesci velocemente a non perderti d’animo e a procedere sul tuo cammino verso la totale libertà.

Non solo. Se hai dei dubbi su come svolgere questi esercizi, scrivimi nei commenti tutto e sarò felice di risponderti per aiutarti!

 

 

Come raggiungere la pace interiore. Bastano 3 parole: Provare. Sapere. Fare.

 

Come raggiungere la pace interiore

Come raggiungere la pace interiore

 

L’altra sera ero da Elèna, la mia maestra spirituale, e mentre parlavamo dell’attuale situazione di conflitti e guerre da cui siamo circondati è emersa una considerazione davvero interessante.

Come possiamo immaginare la pace nel mondo, quando spesso, le prime con cui continuiamo a litigare siamo noi stesse?

Quelle con cui siamo più spesso in conflitto.

E in lotta. Siamo noi !

Più passa il tempo e più mi rendo conto che la vera sfida da affrontare nella vita è quella con noi stesse.

Pensaci: quante volte ti ritrovi ad arrovellarti tra te e te , sostenendo lunghi dialoghi interni?

Quante volte la paura di quel che hai detto,  avresti dovuto dire o dovrai dire, ti limita e ti fa dubitare di te?

Quante volte le presunte aspettative che hanno gli altri su di te ti fanno preoccupare su quel che hai fatto, fai o dovresti fare?

Noi saremmo pressoché perfette, di natura.

Siamo stati progettate gran bene. Se solo ascoltassimo sempre la nostra voce interiore e ci mettessimo più spesso in contatto con quella parte saggia e divina che è dentro di noi, tutto andrebbe alla grande e sapremmo come raggiungere la pace interiore.

Solo che da quando nasciamo, strada facendo, assorbiamo ed accumuliamo dal mondo esterno una quantità di inutili pensieri, emozioni e convinzioni che ci fregano.

Le opinioni di persone armate di buone ( o anche non buone) intenzioni ci convincono delle loro personalissime verità o comunque ci creano perplessità e ci insinuano dubbi.

E noi, anziché tornare in silenzio ed ascoltare noi stesse, cominciamo a combattere dentro di noi. ” Sarà la cosa giusta? E se poi non ce la faccio? E se lui/lei avesse ragione? E se non sarò all’altezza? Sarò abbastanza preparata? E se poi non so rispondere? E se….? E se…? ”

Sì , perché questi parole, questi pensieri, queste idee ci confondono. Ci spaventano. Ci preoccupano, Ci bloccano.

E quindi spesso ci troviamo a vivere conflitti profondi dentro di noi!

Insomma, è proprio la pace interiore quella a cui dobbiamo allenarci, per creare poi una pace duratura intorno a noi.

Oggi ti do un consiglio che può sembrare molto semplicistico, eppure ti assicuro che funziona e ti può aiutare a scoprire come raggiungere la pace interiore e ad agire con maggiore congruenza con chi sei tu veramente, con i tuoi valori e con le emozioni che ti fanno stare bene.

Si tratta  molto semplicemente di chiarire cosa vuoi, cosa desideri ottenere da te stessa prima di pronunciare una sola parola, prima di iniziare un terribile dialogo interno tra te e te e prima di compiere una qualsiasi azione.

In sostanza: si tratta di decidere ciò che desideri provare + sapere + fare.

Sembra facile, vero?

Eppure non sempre ce lo ricordiamo.

[RICORDATI: quando organizzi i pensieri + stabilisci l’obiettivo  prima di iniziare a fare qualsiasi cosa , hai già fatto il 90% del lavoro. ]

ECCO quindi i 3 elementi  fondamentali da ricordarti sempre prima di iniziare a combattere con te stessa e prima di entrare in azione:

 

PROVARE

Come vuoi sentirti?

Curiosa? Felice? Capita? Sicura?

Mettiti nelle condizioni di esserlo! Smettila di fare dipendere le emozioni che provi da altre persone o dalle circostanze esterne.

Liberati da queste catene e impara a provare le emozioni che desideri quando desideri. Come fare?

Esistono tanti modi. Ma il più semplice è il seguente.

Trova una canzone, una parola, una frase, un profumo, una foto, un video, un qualsiasi stimolo che ti aiuti a provare l’emozione che desideri!

E poi abituati a porti queste due domande:

  • Come mi fa sentire questa XYZ azione/persona/situazione/scelta/decisione/ecc, ecc?
  • Compiere questa azione mi avvicina o mi allontana da quello che desidero provare?

Quando risponderai con onestà a queste domande, saprai SEMPRE cosa sia meglio fare senza arrovellarti in lunghe battaglie interiori contro te stessa.

 

SAPERE. 

 Cosa vuoi sapere? Cosa è importante sapere?

Quando le persone ti danno informazioni o fanno affermazioni che ti scoraggiano o ti spaventano o ti confondono, evita di credergli tout court e soprattutto evita di iniziare ad ingaggiare un conflitto dentro di te sulla base di quel che ti hanno detto.

Informati!

Fai delle domande per raccogliere maggiori informazioni e chiedi le fonti delle nozioni che ti vengono fornite.

Leggi, approfondisci e fidati di persone competenti, non di chiunque dica qualsiasi cosa.

Ricordati che le persone che ci amano, non sempre sono qualificate nel settore nel quale ci stanno dando un consiglio: quindi acquisisci tu il sapere necessario ed evita di dare il loro per scontato.

NB:Contrariamente alla credenza comune della generazione dei nostri genitori, ricordati che “Se c’era scritto sul giornale o se l’hanno detto in TV allora NON vuol dire che sia vero!”

 

FARE

Cosa vuoi fare? 

Agire? Respirare profondamente? Prendere una decisione?

Qualsiasi cosa sia, falla perché “senti” che è la cosa giusta.

Oggi, ora – non dopo, né domani – poniti queste domande:

  • Cosa voglio fare veramente?
  • Chi voglio diventare veramente?
  • Dove voglio andare, arrivare veramente?

Prendi tutte le informazioni che hai raccolto sulla situazione, ragionaci e valutala per l’ultima volta.

Quindi, pensa quanto tempo vuoi protrarre la situazione e/o problema nella tua vita per la paura di prendere una decisione.

Pensaci un ultima volta e poi: decidi!

Dì di sì. Dì di no. Vai. Resta. Dai. Prendi.

Vendi. Compra. Lascia perdere. Iscriviti. Domanda. A

ccetta. Rifiuta.

Qualunque sia la decisione, oggi prendila!  Qualunque sia l’azione, compìla! 🙂

 

PROVARE. SAPERE.FARE

Il tuo mantra per la pace interiore.

Cosa voglio provare.

Cosa mi conviene sapere.

Cosa scelgo di fare.

 

Tu lo sai.