Storie di imprenditrici: imprese di successo nate dalla passione

Talvolta, il modo migliore di trovare la motivazione per avviare un progetto è guardare alle donne che, come noi, avevano una passione e sono riuscite a trasformarla in un vero e proprio business.

Spesso tendiamo a vedere le persone di successo, come se il successo lo avessero sempre avuto, dimenticandoci che anche loro hanno avuto un inizio e che anche loro hanno dovuto impegnarsi e compiere le scelte corrette, per arrivare dove sono arrivate.

Nel post di oggi, ti racconterò le storie di alcune imprenditrici straordinarie, perché ti diano ispirazione e motivazione. Queste donne svolgono attività molto diverse tra loro, ma sono accomunate dalla passione che ha permesso loro di raggiungere un successo strepitoso.

Ho scelto questi esempi non solo perché sono positivi e motivanti, ma soprattutto perché sono esempi rappresentativi di diverse categorie professionali: dalla creatrice di un prodotto innovativo all’imprenditrice online. Dalle amiche diventate socie all’ imprenditrice nel settore della tecnologia, dalle Giovani imprenditrici “di lusso” alla Blogger e raccoglitrice di idee

 

Sara Blakely, Spanx 

Creatrice di un prodotto innovativo

bUnknown-2

Sara Blakely è il perfetto esempio di una donna che, identificato un problema, ha usato tutta la determinazione a sua disposizione per trasformare una “semplice” idea in un business di grande successo. Se non sai cosa sia Spanx, corri a vedere il sito, non te ne pentirai 😉

La carriera di Sara non è cominciata nel migliore dei modi: inizialmente vuole diventare avvocato; la carriera universitaria non va però per il meglio e così decide di abbandonare gli studi, passando da un lavoro all’altro negli anni successivi.

L’idea per le Spanx arriva proprio lavorando in un ufficio. Sara apprezza l’effetto “contenitivo” dei collant, però è infastidita dai piedi delle calze – soprattutto quando vuole indossare scarpe aperte.

Inizia così a risparmiare e lavora per anni allo sviluppo di Spanx sola soletta, facendo prove, ricerche e sperimentazioni avendo in mente un’idea: creare un prodotto contenitivo comodo, gradevole addosso e alla vista e che desse risultati strepitosi una volta indossato.

Alla fine riesce ad approdare al prodotto perfetto, ma ancora la fatica non è finita: col suo prototipo in mano, ha viaggiato chilometri e chilometri per trovare un’azienda adatta che fosse in grado di prenderla sul serio per produrre il suo prodotto. Spanx oggi un brand conosciuto ed imitato in tutto il mondo, indossato da tutte le celebrities sui red carpet e francamente, al più presto penso che me ne comprerò un modello anche io!

 

Cecilia Sardeo, Mindavalley

Imprenditrice Online

cecilia-about-page

Cecilia è la co-fondatrice e CEO di Mindvalley Italy, e l’ideatrice di progetti web di grande successo, come Omnama.it e Webilicious.it.

Dopo la laurea, Cecilia salta da un lavoro all’altro e, come puoi ascoltare in questa intervista, è piuttosto insoddisfatta. Trasferitasi a Kuala Lumpur, inizia a lavorare presso Mindvalley, una delle principali società americane di e-publishing. Inizialmente, ricopre il ruolo di addetta all’assistenza clienti e se ascolti la sua intervista scoprirai come questa esperienza apparentemente semplice, le abbia dato tantissimi insegnamenti e consapevolezza. 

Con determinazione, diventa poi SEO strategist junior. Ricoprendo questo ruolo, acquisisce molte conoscenze che condivide con gli utenti italiani attraverso il suo blog. Il blog di Cecilia diventa un successo e la porta a creare una vera e propria collaborazione con Mindvalley, che dà vita alla branca italiana dell’azienda.

Cecilia lavora su molti progetti online e può vivere una vita su misura per sé, viaggiando per il mondo e godendo la libertà che si è conquistata. Ho avuto modo di scambiare qualche chiacchiera con lei sul web e posso dirti che è una donna che mi piace: molto disponibile, gentile e con una grande chiarezza interiore. L’ultima sua passione grande, lo yoga, è diventata la fonte di ispirazione del suo lavoro degli ultimi mesi ed ha dato origine ad un bel progetto che puoi scoprire cliccando qui. Zenward

 

Claudia e Cristina, Sheer Flowers

Socie per trasformare una passione in business 

1462716_1409239869313257_1080772233_o

 

Claudia e Cristina sono le socie dietro a Sheer Flowers, un’attività che si occupa di allestimenti floreali per matrimoni ed eventi, in Italia e all’estero. Ho avuto il piacere di conoscere e lavorare come coach con Cristina personalmente, nel momento della sua vita in cui stava
mettendo a fuoco in quale direzione professionale dirigersi e posso dirti che è stata una cliente eccezionale

Man mano che parlavamo ed esternava le sue passioni, i suoi desideri e i suoi sogni, metteva a fuoco la sua visione ed è riuscita ad implementarla in modo fantastico rendendola presto una realtà.

Un pizzico di aiuto ce l’ha messo l’Universo, facendole incontrare Claudia: Claudia e Cristina sono infatti il perfetto connubio tra creatività ed organizzazione.
Lavorano entrambe in ambiti diversi dell’organizzazione di eventi e, quando si rendono conto che unire le proprie capacità sarà il loro punto di forza, decidono di fondare insieme Sheer Flowers.

Voglio farti riflettere su una cosa.

Talvolta, il successo sta anche nel trovare le persone giuste con cui avviare un progetto. Ciascuno di noi ha doti particolari, ma è forse carente di altre capacità che sono però essenziali per la gestione di un business.

Cercare di fare tutto da sole può essere un errore. Come nel caso di Claudia e Cristina, il segreto del successo è proprio lavorare con qualcuno con cui ci si complementa a vicenda

Pensaci e ragiona sull’ipotesi di coinvolgere qualcuno di bravo nel tuo progetto, chissà che non sia la svolta!

 

Tan Le, Emotiv

Imprenditrice nel settore della tecnologia

Quella di Tan Le è una storia bellissima. Nel 1982, arriva in Australia come rifugiata, procede gli studi e si laurea in legge e commercio.

Oggi, Tan Le è un’imprenditrice nel settore della tecnologia. Non parliamo però di tecnologia di uso quotidiano, ma di tecnologia altamente rivoluzionaria.

Tra i suoi punti di forza, vi sono la capacità di creare prodotti semplici nella loro complessità, ed accessibili.

A questo proposito, ti consiglio di guardare il video qui sotto. Potrai capire esattamente di cosa sto parlando.

[Per attivare i sottotitoli, clicca “Subtitles” e seleziona l’Italiano. ]

 

Si può dire che, sia per la sua storia personale che per il contributo alla scienza attraverso l’applicazione di tecnologie rivoluzionarie, Tan Le sia indubbiamente un’imprenditrice di grande successo. 

 

Rachel Mansur e Floriana Gavriel, MansurGavriel

Giovani imprenditrici “di lusso”

mansur_gavriel2

Passiamo ora ad un settore completamente diverso, un settore che ha a che vedere con il mio “primo amore, ” ovvero la moda e il lusso. Parliamo di due nuove imprenditrici che non hanno abbandonato i loro sogni a causa della situazione economica. Anzi! L’hanno vista come un’opportunità per distinguersi nel mercato.

Rachel Mansur e Floriana Gavriel sono le co-fondatrici del brand MansurGavriel, che produce borse ed articoli di pelletteria. Rachel e Floriana sono sempre state affascinate dal mondo degli articoli di lusso; si rendono però conto che per molte persone tali prodotti siano, semplicemente, troppo costosi.

Per questo, decidono di creare una linea di borse che hanno un design ed una qualità al livello dei brand più conosciuti, ma anche un prezzo molto competitivo.

La linea di borse attira subito l’attenzione di blogger e riviste di moda, a tal punto che il sito web non regge il volume di traffico all’apertura degli ordini : un successo straordinario!

Seppure la domanda non manchi (di fatto, molte persone non riescono ad acquistare una borsa e ci sono infinite liste d’attesa per accaparrarsene una) Rachel e Floriana decidono di restare coerenti alla loro idea di partenza e di non compromettere la qualità dei prodotti per produrne di più. In fondo, questo è proprio il loro punto di forza.

Maria Popova, Brain Pickings

Blogger e raccoglitrice di idee

mariapopova_elizabethlippman

Maria Popova è una blogger, scrittrice e content curator, della quale sono “addicted” da un po’ di anni. Chi è un “content curator”? E’ un professionista che legge ed analizza una grande quantità di informazioni, selezionando per i suoi lettori solo quelle di maggiore valore e presentandole con cura e chiarezza, nel migliore dei modi.

Il lavoro di Maria è la riprova del valore straordinario delle informazioni.

Sul blog Brain Pickings, non troverai testi ed articoli su uno specifico argomento – piuttosto, una raccolta di contenuti che stuzzicano la mente e stimolano l’interesse.

Una delle cose che mi ha colpito maggiormente è il modo di lavorare di Maria. Gestire Brain Pickings richiede all’incirca 450 ore di lavoro mensile (che equivalgono a circa 15 ore ogni singolo giorno del mese!). Questo include la lettura di migliaia di contenuti, la selezione di quelli migliori da proporre agli utenti e la scrittura dei testi per il sito – solo quest’ultima attività richiede tra le 4 e le 8 ore al giorno.

Secondo me, il successo di Maria è stato quello di creare per sé un lavoro che la appassioni a tal punto da voler dedicare ad esso gran parte della giornata.

Se vuoi un consiglio spassionato, iscriviti alla sua newsletter: la domenica mattina arriva nella tua posta ed è un vero piacere leggerla e gustarsela con calma.

 


Queste sono le sei storie di imprenditrici che ho selezionato per la guida di oggi. Spero che leggendole, tu abbia tratto ispirazione e motivazione per i tuoi progetti.

Come al solito, ora mi farebbe piacere continuare a parlarne nei commenti qui sotto.

Fammi sapere se conosci altre storie che vorresti condividere e cosa ne pensi di quelle che ho incluso in questo post.

Pro e contro di lavorare da casa che forse non immagini

Lavorare da casa è un desiderio di tantissime donne.

Se si hanno figli, permette infatti di trascorrere più tempo con i nostri bimbi, senza le restrizioni imposte dagli orari di lavoro.

Se invece siamo ancora single o comunque senza figli, lavorare online ci dà la possibilità di viaggiare, cambiando città e luogo di lavoro come desideriamo.

Non c’è dubbio che lavorare in modo indipendente abbia tantissimi vantaggi. Quello che però spesso le persone non dicono, è che ha anche diversi svantaggi – assolutamente da non trascurare.

In questa guida voglio quindi parlare dei pro e contro di lavorare da casa. Il mio desiderio è che, se stai pensando di fare “il grande passo” ed avviare una tua attività, tu abbia a disposizione informazioni oneste e complete su questa modalità di lavoro.

pro e contro

I pro di lavorare da casa 

Iniziamo con le buone notizie; ecco alcuni dei vantaggi di lavorare da casa.

Puoi lavorare dove e quando vuoi

Questo è, ovviamente, l’aspetto più evidente. Gestire un’attività indipendente ci permette di lavorare negli orari che desideriamo, ovunque ci troviamo (se svolgiamo un lavoro online) e quindi di poter trascorrere più tempo con la famiglia e con le persone a noi care.

Se lo desideriamo, ci permette anche di viaggiare. Riuscire ad organizzarsi in modo da gestire spostamenti, alloggi e soprattutto l’infrastruttura che ci serve per lavorare in mobilità potrebbe essere piuttosto impegnativo, però è senza dubbio una possibilità reale.

Hai la possibilità di decidere il tuo carico di lavoro

Lavorando come dipendente, il tuo carico di lavoro dipende dalle attività assegnate dal manager o comunque richieste dalla tua azienda.

Gestendo il tuo business avrai invece completa autonomia.

Ti faccio un esempio: se offri consulenze, potresti decidere di limitare il numero di clienti con cui lavorare nei mesi estivi oppure in vista di un viaggio.

Sicuramente, ti starai però chiedendo: come guadagno se limito il carico di lavoro? 

A questo proposito, ti consiglio di leggere la guida dove parlo di strategie per guadagnare con internet e approfondisco le tecniche di monetizzazione di tipo passivo.

Eviti il traffico mattutino!

Questo potrebbe sembrarti un aspetto secondario, ma ti assicuro che lavorando da casa si risparmiano centinaia di ore all’anno trascorse in macchina o in treno (e tutto lo stress che ne consegue).

Con la giusta organizzazione, potrai dedicare il tempo risparmiato ad attività che ti fanno iniziare bene la giornata e che ti aiutano a rilassarti alla sera.

Nei giorni lavorativi fai tutte le commissioni più velocemente

Ecco un altro vantaggio di lavorare da casa a cui non tanti pensano. Avendo la flessibilità di gestire gli orari di lavoro come desideri, potrai avere la libertà di fare le tue commissioni durante la settimana – quando la maggior parte delle persone si trovano in ufficio.

In questo modo, risparmierai molto tempo altrimenti passato in code alla posta o in banca, e potrai goderti i negozi probabilmente semi-vuoti.

Lavori in un ambiente rilassato, su misura per te

Gli uffici non sono sempre ambienti particolarmente rilassanti. Talvolta, richiedono anche di conformarsi ad uno stile nell’abbigliamento che forse non ci rispecchia.

Ovviamente, nella nostra casa siamo invece completamente a nostro agio e possiamo

lavorare negli spazi che ci ispirano di più.

Non saremo limitate ad un piccolo angolo nell’ufficio, ma avremo completa libertà di dedicarci al nostro business dove desideriamo.

Ti suggerisco in ogni caso di creare un vero e proprio spazio per il tuo lavoro. Questo ti aiuterà sicuramente a mantenere alta la concentrazione.

I contro di lavorare da casa

Siamo arrivate agli svantaggi.

Fino a qui la prospettiva di lavorare da casa sembra meravigliosa vero?

Non farti però ingannare; questa modalità di lavoro ha anche diversi svantaggi. Ecco quali sono:

Lavorando da casa, potrebbe essere difficile trovare un routine

Avendo sempre il computer a portata di mano, si rischia di lavorare dalla prima mattina a sera inoltrata, saltando pasti o comunque con poca regolarità.

E’ invece importante creare un routine come se fossimo in ufficio, determinando degli orari di lavoro – da comunicare anche ai clienti.

All’inizio potrebbe sembrarti di limitare la tua produttività; ti assicuro però che i momenti di riposo sono tanto importanti quanto quelli di lavoro. Avere una routine regolare, ti aiuterà a concentrarti nei momenti giusti e ad essere più produttiva.

Non potrai beneficiare dell’interazione con i colleghi

Per quanto impegnate possiamo essere, lavorare tutto il giorno davanti al PC potrebbe farci sentire un po’ sole.

Se ci rifletti un po’, un ufficio è un ambiente abbastanza socievole. Spesso si fanno pause caffè o si pranza con i colleghi, si scambiano quattro chiacchiere e talvolta si instaurano anche grandi amicizie. Purtroppo, lavorando da casa tutto questo non esiste.

Assicurati quindi di organizzare cene con gli amici o di partecipare a qualche corso per stare in compagnia al di fuori fuori dagli orari di lavoro.

Un’altra soluzione valida sono gli spazi di co-working. Comportano ovviamente di pagare un affitto mensile, però ti permettono di conoscere altri imprenditori che, come te, lavorano indipendentemente.

Trovare la motivazione giusta è una vera sfida!

Senza una routine ben definita, qualunque cosa è una buona occasione per posticipare le nostre attività giornaliere.

Lavorando da casa, le distrazioni sono infinite: i bimbi – se abbiamo figli, telefonate, consegne, visite varie… la lista è infinita.

Durante gli orari di lavoro, cerca di limitare al massimo le distrazioni, per quanto possibile.

Inoltre, datti delle scadenze bene precise e comunicale a qualcuno che ha conoscenza del tuo business. In questo modo, sarai molto più motivata e forse non posticiperai le attività su cui ti sei prefissata di lavorare.

Dovrai ricordare di prenderti cura di te stessa

Lavorando da casa, ci sono mille cose che prendono priorità rispetto alla cura di noi stesse.

Per riuscire a dare il nostro meglio dobbiamo però sentirci in forma, sia mentalmente che fisicamente.

Anche in questo caso, dovrai integrare la cura di te stessa nella tua routine quotidiana.

Al mattino, preparati come se dovessi andare in ufficio – però con il tuo stile – e dedicati regolarmente all’esercizio fisico.

“Staccare” e dedicarti i giusti momenti di pausa sarà difficile

La più grande sfida che ci si presenta lavorando da casa è quella di riuscire a “staccare”, prenderci una pausa e liberare la mente.

Avviando un’attività diventiamo interamente responsabili per il suo successo (o per il suo fallimento). Tendiamo quindi ad investire ogni minuto del giorno a pensare ai nostri prodotti, ai clienti, al marketing, eccetera.

E’ però giusto ricordarci che sia noi stesse che le persone a noi care meritano la nostra completa attenzione nei momenti di pausa.

Se riuscirai a liberare la mente, diventerai molto più produttiva e concentrata quando invece tornerai a lavorare.

Questi sono secondo me i principali pro e contro di lavorare da casa. Come vedi, esseri imprenditrici indipendenti è piuttosto impegnativo. Quando si gestisce un’attività costituita da una sola persona, bisogna affrontare un po’ di solitudine, il peso delle responsabilità, qualche volta anche la mancanza di motivazione. I vantaggi sono però tantissimi.

 

Tu cosa ne pensi? 

Lavori già da casa? Quali sono secondo te gli aspetti più positivi e quelli più negativi di questo modo di lavorare? Ci sono altri consigli che vorresti darci? 

Se invece non hai ancora la tua attività, lavorare da casa è un tuo sogno? Hai pensato a come organizzarti in modo da separare al meglio la vita personale da quella lavorativa? 

Parliamone nei commenti!

Come una donna può avere successo e creare il lavoro dei sogni

Dico sempre che per me, il successo, è il participio passato del verbo succedere.

Quindi quando parlo di “come avere successo”, intendo “come faccio a fare succedere quel che voglio che succeda.”

Anche perché avere successo, credo tu sia d’accordo, è piuttosto soggettivo.

Per qualcuna di noi successo, può voler dire fare la mamma di tanti bimbi ed occuparsi della sua famiglia, per qualcun’altra dipingere quadri e venderli in giro per il mondo vivendo della propria arte, per un’altra aiutare le persone a migliorare la propria vita con lo shiatsu o lo yoga e per un’altra ancora avere un business online di prodotti creativi o di servizi di coaching e guadagnare lavorando da casa.

Se come molte altre donne oggi stai cercando il lavoro dei tuoi sogni perché sei stufa di quel che svolgi ora, oppure stai valutando di cambiare il tuo stile di vita per utilizzare le tue passioni e le tue competenze e guadagnare grazie ad esse, o se vuoi trovare una soluzione ideale per avere il tempo di lavorare con soddisfazione e crescere anche i tuoi figli, posso dirti spassionatamente due cose:

La prima è che non sei sola! Un sacco di donne mi scrivono per chiedermi consiglio su questo e siamo sempre di più noi ragazze che vogliamo definire, o meglio ri- definire, il successo con i nostri termini e le nostre regole. Questo, cara mia, è il nostro momento.

La seconda cosa è che penso che tu faccia bene a prendere in mano le redini della tua vita ora perché non esiste momento storico migliore di questo per creare il lavoro dei tuoi sogni.

Si, hai letto bene.

Ho scritto CREARE.

Infatti la mia opinione è che a partire dalla nostro generazione di donne in poi, ci sbizzarriremo nella creazione del nostro lavoro dei sogni, uscendo dagli schemi pre configurati del lavoro – soprattutto quello dipendente –  e del suo attuale sistema e creando un nuovo movimento di donne di successo che guadagnano bene e vivono uno stile di vita di totale libertà.

Cosa intendo quando parlo di Totale Libertà?

Libertà di essere te stessa + libertà di gestione del tempo + libertà di lavorare flessibilmente in diversi luoghi + libertà economica.

Già sta accadendo, hai notato?

Visto che il lavoro in giro scarseggia e visto che a parità di competenze noi donne siamo spesso sottovalutate rispetto ai nostri colleghi uomini . Visto anche che i figli che mettiamo al mondo dipendono primariamente da noi per mancanza di servizi e aiuti e che ci piacerebbe anche prenderci cura di loro ed educarli perché diventino adulti sani e felici e visto che spesso – quasi sempre –  ci ritroviamo a fare i quadrupli salti mortali per stare dietro a tutto, noi l’abbiamo capito cosa fare.

Per il risolvere il problema del lavoro, abbiamo capito che è meglio crearselo inventandosi una bella idea imprenditoriale e mettendoci in proprio,  gestendoci autonomamente in toto.

Già.

Ed è qui che però spesso casca l’asino.

Sappiamo che questa è la scelta giusta per noi. Ma poi non la mettiamo in atto.

Un po’ ci spaventa l’idea della responsabilità.

Ma più di tutto, ci spaventa l’idea di non sapere cosa fare.

Di non essere all’altezza. Di non avere l’idea giusta. Di non essere capaci.

Di non saperne di tecnologia o di business.

Sempre di più, molte di noi, vogliono realizzare i propri sogni, creare un lavoro che ci dia soddisfazione personale , che ci permetta di utilizzare i nostri doni e che ci faccia conquistare la tanto agognata libertà di gestione di tempo.

Ogni giorno però vedo accadere un fatto grave: molte donne talentuose, in gamba, preparate, non ci provano neanche.

Non ci credono più.

Smettono di sognare e si lasciano demoralizzare dagli altri, dalle circostanze esterne, e sminuiscono loro stesse svolgendo attività che non sono alla loro altezza. E soffrono.

E così, accadono tre diverse cose.

  1. Opzione uno, lasciamo perdere. Continuiamo a vivere come stiamo vivendo, raccontandoci che in fondo nella vita bisogna accontentarsi e rinunciando ai nostri sogni perché in fondo, “oramai è andata così”.
  2. Opzione due, ci proviamo , ma non siamo convinte abbastanza: così facciamo un errore madornale e cioè trattiamo il nostro business come un hobby. Non lo prendiamo troppo sul serio , non siamo disposte ad imparare ed improvvisiamo, perché in fondo, se non ci impegniamo troppo, possiamo sempre raccontare agli altri – e a noi stesse – che era solo un secondo lavoretto così, giusto per fare. Che almeno ci abbiamo provato ma c’è la crisi quindi come potrebbe andare bene, figuriamoci!
  3. Opzione tre, ci crediamo, ci rimbocchiamo le maniche, impariamo quel che c’è da imparare e funziona! Certo, ci dobbiamo dare un sacco da fare. Apprendere nuove idee e concetti, scoprire come funziona e metterci in discussione. Ma poi, quando tutto finalmente si allinea, allora abbiamo delle enormi ed incredibili soddisfazioni.

Pensaci un secondo.

Pensa alla storia dall’inizio dei tempi o anche solo nell’ultimo secolo: i cambiamenti a cui abbiamo assistito per noi donne sono incredibili: il diritto di voto, l’ingresso in massa nella forza lavoro, il diritto alle pari opportunità  – sì, lo so, qui c’è molto ancora da lavorare, ma almeno ne siamo consapevoli! – ed ora stiamo entrando nel momento più esaltante della storia femminile, le donne sono pronte per più opportunità, più ricompense, più felicità e più appagamento che mai!

Il punto è che dipende solo da noi.

Sì. Proprio così. Solo da noi.

Dai nostri pensieri, dalle nostre emozioni e dalle nostre azioni.

Se stai pensando di mettere in atto l’opzione tre e cioè crederci, rimboccarti le maniche e realizzare il tuo sogno, e se hai letto tutto fino a qui, allora studia CON ATTENZIONE le indicazioni che seguono.

Dopo avere lavorato con centinaia di donne, posso dirti che esiste una “mappa” per avere successo e creare il lavoro dei sogni ed oggi voglio condividere con te le 5 tappe principali che sono presenti su questa mappa.

Ognuna di queste tappe può essere suddivisa in tanti altri piccoli step, ma è importante, per cominciare, che tu abbia una visione di insieme del percorso. Perciò ecco qui i 5 passi principali per coprire come una donna può avere successo e creare il suo lavoro dei sogni:

  1. CONOSCI TE STESSA: ahimè, complice la scarsezza di tempo che dedichiamo a noi stesse, oggigiorno molte di noi non si conoscono più. Non sanno bene quello in cui credono veramente, quello che amano, cosa le fa vibrare, quali sono le proprie eccellenze o i propri limiti. Ebbene, senza sapere chi sei e quel che sai e puoi fare, qualsiasi attività in proprio tu voglia intraprendere sarebbe lacunosa e zoppicante, perché la tua attività in proprio SEI TU e quindi è importante che tu riscopra TUTTO IL BELLO che c’è in te e che forse non stai vedendo più. Pensaci ed inizia a dedicare del tempo a te stessa e a scoprirti .
  2. ACQUISISCI CHIAREZZA: se adesso scendessi in strada e chiedessi alla prima donna che passa: ” se tutto fosse possibile, che cosa vorresti” scommetto che non saprebbe cosa rispondermi! E’ un fatto comune quello di non avere sufficiente chiarezza di intenti, d’altro canto so che comprendi bene che, senza sapere dove andare, come faresti ad andare? Quindi fai un piano, capisci bene qual è la meta e quale la direzione, così da poterti sintonizzare sulla giusta frequenza del successo e del lavoro dei tuoi sogni.
  3. FONDI LE TUE COMPETENZE E PASSIONI CON I BISOGNI DEL MERCATO: gli americani lo chiamano ” sweet spot” ovvero il punto ottimale di incontro tra quel che sei brava a fare e che ti piace fare, con una richiesta del mercato. Poniamo che tu sia bravissima a cucire bottoni fuxia su pantaloni arancioni e che tra l’altro, sia una delle cose che a te piace da impazzire fare. Purtroppo però sul mercato, la richiesta di pantaloni arancioni con bottoni fuxia non è sufficiente da garantirti un buon guadagno tale da sostentare lo stile di vita che desideri. Ecco perché è per te importante stabilire bene i tuoi punti di forza e come declinarli al meglio per essere utile a risolvere un problema o un bisogno di un sufficiente numero di persone interessate a garantirti delle entrate abbondanti.
  4. IMPARA A COMUNICARE EFFICACEMENTE: anche qui ci sarebbe da scrivere per pagine e pagine, e lo farò nei prossimi post. Per ora ti basta seguirmi in questo breve ragionamento. Che senso avrebbe essere la più brava del mondo a fare qualcosa se poi nessuno Sto arrivando! che esisti e cosa fai? Nessuno! Ecco perché risulta fondamentale che tu sia molto brava nel comunicare in modo chiaro chi sei, cosa fai, come lo fai e quali sono i benefici che offri a chi acquista un tuo servizio o prodotto. Inoltre è questo il momento in cui dovrai iniziare ad amare il marketing vedendolo per quello che è. Cosa? Un modo per raggiungere le persone che hanno disperato bisogno di ricevere quel che tu gli offri! Se tu non sei brava a fare marketing, loro perderanno una grande opportunità! ( è sempre questione di prospettiva 🙂 )
  5. ORGANIZZA E CONTINUA: un business è un business, quindi merita organizzazione e professionalità. Una volta capito bene cosa fare, si rende necessario avere una strategia precisa e dei processi organizzativi che garantiscano che tutto funzioni a pennello. E sopratutto, non bisogna fermarsi mai! Continuare è la parola chiave. L’arte della tenacia e della persistenza vanno sempre coltivate, ma in modo particolare in qualsiasi attività in proprio devono diventare il tuo pane quotidiano.

Cara amica , se trovi utili queste semplici ma estremamente efficaci linee guida e sei interessata ad approfondire tutto nel dettaglio, sei nel posto giusto perché ho intenzione di dedicare tempo e spazio, da oggi in poi, a numerosi contenuti gratuiti che ti aiutino a capire come fare ad avere successo e creare il tuo lavoro dei sogni, per raggiungere una vita di totale libertà.

Ti mostrerò esattamente quello che ho appreso e quello che faccio io stessa, ma dovrai essere disposta ad approcciare questi temi con grande impegno e professionalità, per vedere concretizzarsi dei risultati. La settima prossima pubblicherò un post molto interessante proprio su cosa pensare prima di avviar una propria attività.

Nel frattempo, inizio col regalarti una risorsa molto utile: scaricati cliccando qui sotto, la mia mappa in 5 passi per scoprire come una donna può avere successo e creare il lavoro dei sogni e , condividila su Pinterest , Facebook o via email con le amiche che pensi potrebbero essere interessate.

Come una donna può avere successo

La mappa per scoprire come una donna può avere successo

 

 

Ora ecco tre cose che puoi fare ora:

STEP 1: Scrivi qui sotto nei commenti o qui, sulla mia pagina di Facebook, come sarebbe il tuo lavoro dei sogni? Cosa faresti, quanto lavoreresti, quanto guadagneresti? Ecc, ecc. Sono curiosa di sapere cosa desideri fare.

Clicca qui per postare i tuoi commenti leggerò ogni singola risposta.

STEP 2: Resta sintonizzata per leggere il mio prossimo post, farò in modo di darti dei consigli pratici ed applicabili sin d’ora alle tue idee.

STEP 3: Ti è piaciuto questo articolo? Per favore, lo condivideresti per me? Più persone lo condividono e più riuscirò a mantenere gratuite e prive di pubblicità queste informazioni! Hai bisogno di formazione più approfondita?  Parliamone: dai un’occhiata alla mia Discovery Session.

Come essere felice? Goditi piccole cose belle.

Piccole cose ‪#‎belle‬, ti rendono davvero ‪#‎felice‬.
L’ho sempre pensato.
Che nella vita bisognasse trovare il giusto equilibrio tra continuare ad ambire a qualcosa di più, a migliorarsi, a crescere ed allo stesso tempo, a godere di quel che si ha, delle piccole cose, dei piccoli piaceri che si vivono nel famoso ‪#‎quieora‬ .
Ieri era domenica, ed appena sveglia ho pensato che vista la bella giornata avrei dovuto organizzare qualcosa di originale da far fare a mio figlio. Qualcosa di più del solito tran tran.
Mentre mi facevo la doccia pensavo a questo e a quello, piena di iniziative da proporgli.
Poi però, il solito tran tran ha avuto la meglio e le cose sono andate diversamente da quanto avessi previsto Emoticon smile
Sai com’è: sistema le camere, fai una lavatrice, riordina la scarpiera, riponi i maglioni, controlla due cosette sul pc ed in un batter d’occhio erano quasi le 12.00.
Leonardo nel frattempo aveva terminato i compiti ed abbiamo deciso che a quel punto tanto valeva prendercela ‪#‎comoda‬.
Abbiamo chiacchierato, oziato, letto, guardato un filmetto, giocato e disegnato. Nel tardo pomeriggio, dopo avere impastato la pasta per la pizza, ci siamo piazzati in salotto.
Ho acceso le ‪#‎candele‬ e la ‪#‎radio‬, ho steso l’ultima lavatrice e ci siamo seduti sul divano, io spulciando le email sull’ipad e lui giocando col telefonino.
“Mamma” dice lui interrompendo il silenzio ” che bella questa arietta che entra dalla finestra.
Che bello stare in maglietta a maniche corte e sentire questa arietta.
Che bello che c’è ancora luce fuori.
Che belle le candele accese, che buono il profumo del bucato.
E che bella la musichetta.
Che bello!!  
Tante piccole cose belle. Si sta una meraviglia!”

I nostri figli sono i nostri migliori maestri.
Ci ricordano quel che anche noi sappiamo, ma talvolta ci dimentichiamo, presi come siamo dalla fretta della nostra quotidianità e dall’impeto positivo che ci sospinge ad espanderci sempre, ma che talvolta ci sopraffà.

Lui lo ha ricordato a me.
Io lo ricordo a te.

Come essere felice? La risposta è semplice.

Piccole cose belle, ti rendono veramente felice.
Qui ed ora.
Passaparola.

Gratitudine e bellezza

GRAZIE

 

La gratitudine sceglie spesso forme ricche di bellezza quando fa capolino nella tua vita.
Ricevo oggi questo meraviglioso mazzo di fiori come forma di ringraziamento da una donna davvero generosa e

sono io che ringrazio e lo condivido con Voi perché, tutti i giorni, siete la mia ispirazione. Esternate la vostra

bellezza e la bellezza vi circonderà.
#grazie #bellezza #flowerpower

Sii diversa. Sii te stessa. E’ arrivato il momento. Andra’ tutto bene

5novembre

Ho sempre pensato che dentro di noi ci sia tutto quel di cui abbiamo bisogno.
Ma per un lungo periodo ho fatto fatica a crederci perché pochi sembravano avere la mia stessa opinione o quantomeno pochi sembravano praticarla.
Quindi ci sono stati anni nel passato in cui ho dubitato. E dubitando, mi sono persa.
A forza di cercare soluzioni, idee, felicità là fuori, nel mondo esterno, ho smesso di guardare dentro.
Mi sono smarrita.
E mi sono accorta che ero in compagnia di tante altre donne.
Andando a caccia di qualcosa che ci facesse stare bene, ci sollevasse, ci elevasse, ci approvasse – un uomo, un lavoro, un vestito, un successo, cioccolato, soldi, bellezza, gin tonic, sigarette, ognuna di noi sa qual è il suo “qualcosa” – magari per un po’ quel qualcosa lo avevamo trovato, lo avevamo afferrato e abbiamo creduto di avercela fatta.
E poi BOOM. O Flop.
Tutto sparito , affievolito e ci siamo ritrovate nuovamente con quel senso di inquietudine, insoddisfazione, confusione che ci ha fatto sentire perse.
Allora ho voluto fermarmi e studiare, meditare, valutare, ascoltare.
Ed ho capito. Ho capito amiche mie, sorelle. Compagne di avventura.
Per meglio dire, ho ricordato. Ricordato un concetto che avevo sempre saputo.
Non è che non siamo capaci. Che non siamo abbastanza brave, belle o furbe.
E’ solo che abbiamo cercato nel posto sbagliato.
Tutto quello che serve è già dentro di noi.
Risposte. Soluzioni. Amore. Felicità. Libertà.
Ed è proprio liberandoci dalla mole pesante di “strati” che abbiamo assorbito dal mondo esterno e dalla storia,
smettendola di ascoltare i rumori che interferiscono e disturbano la sintonizzazione con la nostra voce interiore,
è tornando ad ascoltarla e seguendola, è proprio così che troveremo noi stesse.
Che emergeremo.
Che brilleremo.
Che saremo felici.
Libere.
E’ proprio così che nella nostra vita arriverà tutto quello che abbiamo cercato.
Perché smetteremo di cercarlo.

Ora mi rivolgo a Te, che sei lì a stringere i denti, a darti da fare ad affannarti, a cercare cercare cercare, a fare fare fare, a correre correre correre.
Fermati e ascolta.
Quel qualcosa di nuovo che stai cercando, non arriverà da là fuori.
Verrà da dentro di te.
Quale strato assorbito dall’esterno sei disposta a lasciare andare?
Di quale falsa opinione su te stessa sei disposta a liberarti?
Sii diversa.
Sii te stessa.
E’ arrivato il momento.
Andrà tutto bene.
#totalfreedom #autenticità #intuito #ascoltarsi

Ce la puoi fare.

10626878_769545439769292_5328432547238830430_n

Dicono che una donna si guardi allo specchio 10 volte al giorno.
Eppure io lo so che non è sempre così.
Ci sono quei giorni in cui ti svegli e vorresti restare a letto.
Quei giorni in cui ti domandi “ E’ tutto qui? E’ questa la mia vita?”
Quei giorni in cui non solo non hai voglia di guardarti allo specchio.
Non hai voglia di vedere nessuno. Sentire nessuno.
Nemmeno i tuoi pensieri.
Ma non puoi.
Perchè sono lì, nella tua testa e non la smettono.
Di ricordarti il tuo passato. Di dirti che non ce la puoi fare.
Di spaventarti e fare crescere dubbi sui tuoi progetti, sulle tue giornate. Sui tuoi sogni.
Ecco. Lo so che ci sono giorni così, ma so anche un’altra cosa.
Tu sei bellissima. E sei lì, dentro. In silenzio, sopraffatta dalle emozioni e dai pensieri.

Ma c’è una forza, una luce, una musica dentro di Te.
Lì. Proprio lì. A pochi millimetri da tutto il resto.
Lascia emergere quella forza.
Permetti a quella luce di splendere.
Alza il volume della tua musica, lascia che ti inondi.
E ricordati chi sei.
Tu non sei chiunque.
Tu sei Tu.
Sei bellissima.
E ce la puoi fare.
Sì.
Ce la puoi fare.
Tutto.
Puoi.

Legge di attrazione in azione. Sorprendente!

Ecco, vedi.

Non ho dubbi che i pensieri creino la realtà, proprio come dice la Legge di Attrazione.
Diciamo che è qualcosa che tutti noi sappiamo da sempre, ma sembra che spesso, in molti ce ne dimentichiamo ed iniziamo a credere il contrario.
Ovvero che siano le circostanze a dover influenzare i nostri pensieri.
Che pasticcioni che sappiamo essere, eh?!
Ma non è così.
Senti questa, perché ti piacerà vedere come funziona la Legge di attrazione in azione.
Vedi questa frase con lo sfondo sui girasoli? Ebbene, questa stessa frase campeggia sulla bacheca in sugero che è proprio qui, davanti a me, appesa di fronte alla postazione dalla quale lavoro e spendo buona parte delle mie ore operative.
“Ricevo piacevoli e meravigliose sorprese inaspettate.”

Legge di attrazione in azione

Uno dei miei mantra per attivare positivamente la Legge di attrazione

 

Bella frase. Fa sorridere. Da quando l’ho scritto ed appeso, mi è sembrato un bel pensiero a cui credere. Un bel seme da seminare nella mia mente, per fare accadere sempre qualcosa di magico nelle mie giornate.
E lo leggo tutti i giorni e più volte al giorno. Perchè davvero credo che i miei pensieri creino la realtà. 
Perciò mi piace indugiare la mattina con il mio mug fumante di caffè in mano, sorridendo ed ipotizzando quale meravigliosa sorpresa inaspettata possa riservarmi l’universo.
Un po’ sogno ad occhi aperti, quel tanto che basta per far vibrare le emozioni al ritmo della fantasia.
E poi, con fiducia e fede che una sorpresa arriverà, mi metto a fare quel che devo fare e penso ad altro.
Ebbene, una sorpresa inaspettata è arrivata.
Una sciocchezza forse. Ma la trovo meravigliosa.
La TIM mi ha scritto 4 lettere.
2 lettere di scuse, per errore di calcolo nelle mie bollette e 2 lettere contenenti …
DUE ASSEGNIa me intestati, come rimborso dell’importo da me eccessivamente versato.
Ecco.
Ditemi, non è forse questa una sorpresa inaspettata?
Non ha un che di quasi magico?
Si era mai sentita una cosa del genere?
Non so a voi, ma a me non era mai capitato
Perciò io ve lo racconto e lo condivido con voi.
Credeteci.
Abbiate fede.
Aiutatevi con questi piccoli escamotage: un post-it con una frase, un motivetto allegro, un desktop con una citazione. 
Nutrite la vostra mente di pensieri belli, perchè poi, quei pensieri, diventeranno realtà.

Che frasi scriverete questa sera? Buona creazione!