Planning 2018: come pianificare tutto ciò che riguarda il tuo business per un anno da favola!

Siamo quasi alla fine di questo 2017 ed anche sul  blog siamo ormai all’ultimo post prima di Capodanno.

Tra poco inizierà un nuovo anno fatto di obiettivi, progetti, imprese, sogni che si realizzano, e più che mai è tempo di pianificare. Da quando sono diventata freelance, ho agito, fatto errori; ho perso anche tanto tempo e ho capito i motivi per cui l’organizzazione è fondamentale.

Essere freelance significa essere soli a mandare avanti l’impresa, ed essere soli a prendere decisioni per  il business. Spesso non abbiamo nessuno a cui delegare; magari siamo agli inizi e ci stiamo ancora  occupando della definizione del business, della promozione, del lavoro vero e proprio, dell’amministrazione, della burocrazia. Perdere per strada qualche pezzo è molto probabile e, al contrario di quanto si pensi, è l’organizzazione che può aiutarci a preservare la creatività e l’ispirazione che invece rischiano di rimanere sommersa da mille impegni e poi soccombere.

Se anche tu vuoi pianificare il tuo nuovo anno, fallo insieme a me, con pochi strumenti.

 

  1. un planner annuale: puoi usare un documento online o un foglio di carta della tua agenda, ma segna gli obiettivi che vuoi raggiungere con il tuo business nei prossimi 12 mesi. Ti aiuterà a non perdere la direzione!
  2. pianifica mese per mese e organizza gli obiettivi a media scadenza con Google Calendar o un’agenda dedicata al lavoro e ogni mese definisci attività e impegni importanti che ti aiutano a raggiungere i tuoi obiettivi mensili;
  3. utilizza un’agenda settimanale per definire gli obiettivi a breve termine e monitorare l’avanzamento di ogni progetto. Puoi farlo con Todoist (strumento digitale pratico e facile da usare) o con una classica agenda cartacea (io amo le intramontabili Moleskine);
  4. definisci il lavoro che devi fare giorno per giorno, in modo da avere sempre ben chiaro quali sono gli obiettivi da raggiungere prima di sera. Puoi farlo con la classica agenda o con il bullet journal. Ma attenzione a non caricarti di obiettivi: rispetta i tempi necessari e non dimenticare di fare un check di quel che hai fatto durante il giorno, e di quello che si prospetta domani;
  5. se hai degli impegni simili tra loro, ottimizza il tempo raggruppandoli in una sola giornata perché risparmi tempo quando esegui la stessa attività per progetti diversi: ad esempio dedica un giorno alla scrittura dei post del tuo blog, o un pomeriggio intero a scattare fotografie per i post social;
  6. come freelance dobbiamo occuparci di amministrazione e burocrazia. Per questo è utile programmare per tempo anche queste attività che spesso pesano molto più di altre. Dedica un giorno a fine mese per la fatturazione, per fare un estratto conto e inviare i dati al commercialista. Segnati poi sul calendario annuale le scadenze fiscali principali per le quali dovrai probabilmente pagare i vari F24 che ti invierà il commercialista.

 

Pochi consigli e molto pratici: non c’è nessuna tecnica magica, trucco o segreto. Si tratta solo di costanza e volontà di mandare avanti gli obiettivi del proprio business.

Ma soprattutto, quello che fa la differenza, è agire. Pianifica e progetta, poi agisci!

Ti auguro un 2018 ricco di piani completati e obiettivi raggiunti, primo fra tutti la tua totale libertà!

 

Buon anno!

 

La scrivania dell’imprenditrice: 8 oggetti che non possono mancare per un angolo di lavoro perfetto

Quando hai iniziato a riflettere sulla possibilità di lasciare il lavoro da dipendente e diventare imprenditrice di te stessa, c’è stato un fattore che quasi certamente ha fatto presa su di te: la possibilità di lavorare da casa.

Quando siamo stanche di andare in quell’ufficio, in quell’azienda (nella quale magari non ci troviamo più così bene) l’idea di dedicarsi ad un lavoro che ci piace di più, e poterlo fare a casa, ci da la carica, è esaltante! Il rischio però è quello di considerare poco alcuni fattori che, al contrario, sono molto importanti: stare a casa significa non essere obbligate a uscire per andare in ufficio. Spesso può voler dire (potenzialmente…) lavorare sul letto col portatile sulle gambe, sedute al tavolo della cucina con un piatto di pasta davanti, alle 3 di notte col pigiama, i bigodini in testa e la maschera anti-age sul viso. Ci sembra la perfezione, ma stiamo ignorando una verità che ora ti confido: l’ambiente in ordine, professionale, e personalizzato, aiuta a lavorare meglio.

Rimanere al pc mentre ci si dovrebbe rilassare a cena non è una buona pratica. Lavorare alle 3 di notte tutti i giorni rovina i nostri ritmi sonno-veglia (e poi hai voglia a fare maschere anti-age! Nulla potrà salvare dall’avere due enormi borse sotto gli occhi!). Considera poi che fare una call Skype con i bigodini e i mascheroni sul viso, ci darà l’impressione di chiacchierare tra amici, piuttosto che con dei clienti. Chiediamoci sempre: andremmo mai in ufficio conciate così?

Non è necessario indossare il nostro miglior tailleur per sentire al telefono un cliente, ma l’ambiente intorno è fondamentale perché influenza il nostro umore, l’autostima, l’efficienza e ci aiuta ad avere un atteggiamento più professionale.

In questi anni da donna con partita IVA, ho capito molto del mio modo di funzionare al meglio. A volte capita anche a me di  lavorare sul tavolo della cucina dopo pranzo, ma prima o poi necessito di nuovo della mia scrivania dove ho la stampante, dove appoggio i miei devices. Dalla quale posso fare call e scrivere al pc. Un angolo della casa mio, attorno  al quale c’è una linea immaginaria che divide la professione dal resto.

La costruzione di questo angolo merita un pò di attenzione. E’ l’angolo dove dobbiamo liberare ispirazione e creatività, dove precisione e prontezza devono regnare, dove concentrarsi senza distrazioni, ed è per questo che ognuna di noi deve costruirlo come più preferisce. Sarà quello l’angolo dove trascorrerai gran parte del tuo tempo professionale: deve essere bello e confortevole, no?

Ecco quindi 8 elementi da prendere in considerazione per realizzare il proprio ufficio a casa e per capire quale soluzione fa per noi.

  1. Luce naturale: scegli il tuo angolo di casa preferito ma imponiti una condizione: fai in modo che l’angolo scelto abbia una buona esposizione alla luce naturale, magari con una finestra laterale esposta al sole del mattino e del primo pomeriggio. Sarà bello lavorare con il sole a tenerti compagnia!
  2. Illuminazione artificiale: il sole è bello, ma non dura tutto il giorno, soprattutto in inverno! Ricorri allora ad una buona illuminazione grazie ad una lampada da scrivania direzionabile, o a dei faretti posti strategicamente intorno al tuo angolo di lavoro. L’obiettivo è comunque quello di creare un ambiente illuminato in modo omogeneo, in modo da non affaticare gli occhi tra pc e scarsa luce!
  3. Scaffali e mensole: circondati di… scaffali! Crea un’ampia area di appoggio con una libreria o alcune mensole freestanding da posizionare accanto alla tua area di lavoro per appoggiare libri, quaderni, stampante wireless con scanner e ciò che più frequentemente ti serve nel lavoro.
  4. Scatole e contenitori: vai da Tiger o Ikea e svuotali! Scatole e contenitori aiutano a organizzarsi e a mantenere l’ordine. Potrai utilizzarle per tutto il tuo materiale creativo (penne, washi-tape, cartoncini colorati, evidenziatori, materiali per le fotografie) senza invadere la scrivania e dando all’angolo ufficio un tocco di unicità!
  5. Lavagna magnetica: bella l’agenda, ma è utile anche avere una lavagna dove annotare appuntamenti, incollare post-it, fissare con i magneti indirizzi email o frasi che ispirano un buon lavoro. Migliorerai l’organizzazione, dando al tuo angolo di lavoro un maggior tocco di professionalità.
  6. Tazza preferita: se anche tu sei come me, che senza caffè (o thè) non lavoro bene, non puoi rinunciare a tenere a portata di mano la tua tazza preferita (quella di Star Wars o con gli unicorni rosa, per intenderci) accanto ad una accurata selezione di thè o tisane, e alla macchinetta del caffè: è possibile avere un angolo più “ufficio” di così?
  7. Auricolari: una call improvvisa, la necessità di ascoltare musica per concentrarsi e scrivere o semplicemente isolarsi dal mondo circostante, rendono gli auricolari fondamentali. Comprali comodi, ergonomici, con audio e microfono di qualità e non risparmiare su uno strumento così piccolo… ma così importante!
  8. Ultima, ma non ultima: la crema mani. Idratarsi le mani dopo aver lavorato molte ore, magari spesso battendo le dita sulla tastiera o cliccando sul mouse, può fare la differenza! Se poi ci aggiungi un buon burrocacao, una crema viso rilassante e dell’acqua, allora avrai a domicilio non solo il tuo ufficio, ma anche la tua Spa personale! 🙂

E’ tutto importante e probabilmente ho dimenticato altri elementi che creano comfort e aiutano il buon umore (e quindi l’efficienza) ma non scordare che l’elemento principale sei tu. Quindi se anche avessi soltanto il tavolo della cucina a disposizione, crea comunque il tuo angolo lavoro (smontabile?) per come ti è possibile e poi… dacci dentro!

 

Ciò che conta davvero, è la passione, e sarai la vera imprenditrice di te stessa!

I 5 migliori strumenti gratuiti per creare grafiche e belle foto per il tuo business

Parlare di sé, promuoversi, dialogare con le persone che ci leggono sul sito, significa mostrarsi per quel che siamo. Dobbiamo trovare le parole giuste, i termini adeguati, ma anche costruire un’immagine che sia coerente con i nostri valori.

 

L’immagine non entra in campo soltanto quando creiamo il sito web o il logo della nostra impresa. L’immagine si impone ogni volta che dobbiamo condividere un contenuto sul blog o sui social media, perché ogni condivisione parla di noi.

Quando si lavora all’immagine del proprio brand, è facile che ci ci si affidi ad una professionista; quando invece creiamo un contenuto da condividere sui social network (in questa corsa continua al più letto, più cliccato, più condiviso) può essere difficile fare da sole. Magari un giorno non ci sentiamo abbastanza creative o pensiamo di non essere in grado di fare un lavoro all’altezza delle nostre aspettative.

E’ capitato a tutti di sentirsi così e il primo passo da fare è munirsi di strumenti che aiutino a sentirsi più pronte, più in grado di occuparci anche di questa parte del business e, perché no, scoprirne il lato divertente.

Allora ho deciso di darti alcuni strumenti che per me sono ormai aiutanti fissi da quando ho scelto di essere imprenditrice e occuparmi della promozione del mio business.

Iniziamo!

 

  1. Canva

Canva è il mio idolo e uno degli strumenti che preferisco. E’ semplice e gratuito (a parte alcuni elementi acquistabili a circa 1 dollaro l’uno). E’ perfetto per chi non è una designer, ma desidera cimentarsi con la grafica. Permette di caricare immagini, selezionare il formato più adatto al nostro scopo, creare biglietti da visita, presentazioni, cover social. Fenomenale! Io lo uso sempre per creare le immagini per i social e anche per il mio blog.

 

  1. Pablo

Buffer, la famosa piattaforma di gestione dei social media, ci viene in soccorso con uno strumento di creazione di immagini tanto semplice, quanto utile! Pablo è gratuito, permette di utilizzare oltre 25.000 tipi di font e 600.000 immagini. Puoi selezionare il formato più adatto alla piattaforma social, scegliere filtri estetici e caricare testi con citazioni. Pablo è anche un’estensione per Chrome, che permette di catturare un’immagine qualsiasi mentre stiamo navigando.

 

  1. Web Clipper

Se prima era Buffer ad averci fatto un regalo, ora ci pensa Evernote. Mi tengo sempre da una parte questo Web Clipper perché si integra con il mio browser per salvare immagini o pagine che sto navigando, per appunti e sottolineare frasi. E’ come avere sempre un quaderno degli appunti e penne colorate a portata di mano!

 

  1. Pictaculous

Dopo Buffer ed Evernote arriva l’amato MailChimp a farci un nuovo regalo: il suo strumento Pictaculous ci aiuta a comprendere la scelta dei colori di un’immagine. Caricando infatti un’immagine a scelta, lo strumento ti fornirà la tavolozza di colori utilizzata.

 

  1. Giphy

E’ forse lo strumento più utilizzato per cercare GIF ed è quello che ci permette di trovare, in pochi secondi, una GIF che esprime uno stato d’animo. Anche nella comunicazione del proprio business, inserire momenti leggeri e divertenti, è importante, perché raccontano di te… e creano una relazione più leggera, avvicinandoti alle persone che ti seguono. Allora tieni anche Giphy a portata di mano e vai a tutta GIF!

 

Questi sono i 5 strumenti che uso di più nel mio lavoro di ricerca e creazione di immagini per i social media, il blog, il sito web. Ma ciò che più di tutto mi ha aiutata a migliorare, è l’esperienza. ( molte – direi tutte –  delle immagini che vedi su questo sito sono fatte da me!) Anche se pensi di non essere in grado, fallo: prova, osserva, e in caso correggi se vedi che c’è un errore. E’ così che puoi migliorare continuamente, un contenuto social alla volta!

 

La routine dell’imprenditrice: 8 consigli per unire lavoro e sane abitudini lavorando da casa

Quando si sceglie di diventare imprenditrici di sé stesse e di cambiare la propria vita, passando da un lavoro dipendente ad uno autonomo, o da un lavoro poco soddisfacente a quello dei sogni, pensiamo erroneamente che cambierà soltanto il nostro modo di lavorare.

Probabilmente non saremo in ufficio, ma a casa; e di certo non prenderemo il treno ogni mattina per arrivarci.

Quando poi iniziamo a lavorare in modo autonomo, ci accorgiamo presto che il cambiamento in realtà è totale; coinvolge ogni aspetto della nostra giornata e se non ci prepariamo adeguatamente (creando ad esempio nuove abitudini e ritmi) rischiamo di vedere la sfera lavorativa togliere troppo spazio a quella personale.

Partiamo quindi da un presupposto fondamentale: essere imprenditrici di sé stesse significa prendere in mano ogni aspetto della propria vita e curarlo fino alla sua massima espressione: la nostra totale libertà.

Se dedichiamo 10 ore al lavoro, ma mangiamo in maniera sbilanciata, dimentichiamo di curare corpo e mente, allora non siamo ancora pienamente nel cammino verso la totale libertà. Essere imprenditrice di sé stesse, vuol dire esserlo in ogni ambito: dal lavoro all’organizzazione della casa, dalla cura del corpo a quella dell’alimentazione.

Per dare il meglio di noi sul lavoro, dobbiamo avere l’energia giusta. Non dimentichiamo che il lavoro autonomo può essere davvero molto stressante e, curare mente e corpo, è azione propedeutica alla buona riuscita del lavoro. Prendi questo genere di cura come parte integrante del tuo lavoro.

routine imprenditrice

E allora ecco alcuni consigli per costruire una routine da vera imprenditrice e unire il lavoro a qualche sana abitudine!

  1. Dormi almeno 7 ore per notte. Lo so, non è semplice. Il lavoro è tanto e non vuoi lasciarti scappare nessun dettaglio, ma il riposo è importante, per poter essere efficiente la mattina successiva. Sotto stress il corpo va in tilt e la produttività (insieme alla creatività e all’entusiasmo) calerà. Permettiti solo raramente di fare le ore piccole; ma stasera infilati sotto il piumone, spegni il telefono e rigenerati con un buon sonno!
  2. Fai almeno qualche minuto di attività fisica al giorno. Quando si lavora da casa, si può avere la tendenza di rimanere al chiuso per troppo tempo. Mantenere un corpo sano, attivo e curato, fare lunghe passeggiate, una corsa o un pò di aerobica, aiuta la mente a distendersi e a riordinare i pensieri… che, dopo ore di duro lavoro, sono più offuscati che mai!
  3. Crea la routine del mattino: per iniziare al meglio la giornata, dedica mezz’ora alla tua “beauty routine”: che tu abbia bisogno di mettere lo smalto, di farti una doccia energizzante o di curare la pelle con una buona crema, fai un elenco delle attività che più ti rilassano e soddisfano. Ti farà iniziare le giornate con il sorriso e nuova energia! Mi rendo conto che non sempre è possibile dedicarsi a se stesse, nemmeno io riesco ogni mattina a fare tutto ciò che vorrei! Ma è importante ricordare che bisognerebbe provarci; fa bene a corpo, mente e resa professionale!
  4. Pianifica i pasti con il menù settimanale. Anche questa è un’abitudine complicata, perché la fretta ci porta a consumare spesso gli stessi pasti, utilizzando cibi confezionati e non sempre sani. Questi pasti sono rapidi ma spesso nutrono poco il fisico e la mente. Allora, via libera a frutta, verdura da sgranocchiare e cereali freschi: crea un menù settimanale in modo da organizzare al meglio i pasti e ottimizzare la loro preparazione per dare alle tue idee il giusto carburante!
  5. Tieni in ordine la scrivania: capita di accumulare carte, post-it, penne, documenti sparsi sulla scrivania, senza riuscire più a distinguere quel che serve nel nostro piano di lavoro. Sappi che il disordine non favorisce il processo creativo, né schiarisce le idee, ma anzi può creare maggiore disagio. Dedica 5 minuti ogni giorno a mantenere in ordine la tua postazione di lavoro e, già che ci sei, fai un po’ di decluttering di fogli inutili. Ti sentirai più leggera e pronta a dar spazio a nuove entusiasmanti idee!
  6. Il consiglio più difficile da seguire: stabilisci delle date di consegna. Nel nostro lavoro è forse la cosa più complicata da fare, ma definire delle date di consegna (e rispettarle) è necessario per poter organizzare al meglio il lavoro ed evitare di dedicare troppo tempo ad una singola attività, togliendolo ad altro. Usa Google Calendar, e le app che ti possono essere utili (qui ne consiglio alcune!)!
  7. Leggi un libro a settimana. E’ tanto? Forse, ma leggere un libro, soprattutto non di lavoro, aiuta a rilassarsi, a nutrire la creatività, ad allargare il proprio bagaglio di crescita personale. Bastano poche pagine prima di andare a dormire e anche il sonno sarà migliore!
  8. Non isolarti, fai networking. Quando si è freelance, non si ha più la dimensione aziendale in cui incontrare colleghi e scambiare qualche parola ogni giorno. Isolarsi è un rischio sempre in agguato quando si lavora da casa. Cerca gruppi di donne imprenditrici nella tua città e frequentali; lavora in un coworking affittando una scrivania per qualche giorno al mese, iscriviti ad un corso di yoga, fissa una serata di uscita con le amiche: lo scambio tra colleghi (e non) è fondamentale per crescere e, perchè no, ricaricare le batterie!

 

Non pensare di modificare la tua routine in pochi giorni. Come tutto, è un percorso graduale, fatto di passi avanti e stalli, ma non demordere: la tua totale libertà aspetta solo te! E adesso tocca a te: raccontami qui sotto tu come ti sei organizzata o come stai pensando di organizzarti per gestire al meglio la tua routine da freelance o imprenditrice.

Dall’idea al business: come passare dalla creatività alla creazione di un’impresa coi fiocchi

C’è un momento (anzi, più momenti) della nostra vita, per noi donne imprenditrici in cerca della totale libertà, in cui si accende una lampadina. Mentre cuciniamo, lavoriamo ad un progetto, guidiamo, parliamo con un’amica; semplicemente, ci viene un’idea.

Solitamente è poco più di un groviglio di intuizioni confuse, più simile ad un’illuminazione improvvisa, che ad una ponderata riflessione, però è accompagnata da sintomi ben precisi: euforia, frenesia, agitazione, sensazione di essere davanti ad uno di quei treni che “ora o mai più”.

Sappi che c’è solo una cosa da fare in questi casi: non lasciar scappare l’idea!

Tienila ben stretta nella mente e, non appena ti è possibile, scrivila, appuntala sul tovagliolo, registrala sul cellulare: ciò che conta, è non dimenticarla.

Se, come capita a me, il problema non è “non avere idee”, ma è averne troppe, non ti dirò di sceglierne una. Andrò controcorrente: appuntale tutte e lasciale decantare.

In un momento di tranquillità poi, prendi un foglio bianco e fai l’elenco di tutte le tue idee: guardale in silenzio. Immaginati, immagina te stessa in quelle idee. Come ti ci vedi? Dove  senti che batte più forte il tuo cuore?

I ragionamenti di fattibilità sono necessari, ma se mancano passione e batticuore allora mancano i carburanti più importanti!

Bene, ora hai la tua idea, nel cuore e tra le mani. Ora viene il difficile e il bello, perchè inizia quel processo di creazione che porta la tua idea a diventare un business vero e proprio. Da quella illuminazione nascerà un prodotto o un servizio; il tuo prodotto, il tuo servizio, la tua impresa. Il percorso non è semplice, spesso ti sembrerà tutto inutile o stupido o insensato, ma ti dico: non fermarti. Torna al punto precedente e ricomincia: smussa gli angoli, cambia prospettiva, sviluppa l’idea in un’altra direzione. Ciò che non devi smettere di fare, è coltivare e sviluppare l’idea che ti fa battere il cuore.

Le strade che portano dall’idea al business sono diverse, ma si possono raggruppare in tre macro aree:

  1. IDEAZIONE: hai avuto l’illuminazione. Bene, ora lavoraci su: un’idea deve essere semplice e immediata per poter funzionare. La trovi complessa o si capisce subito a cosa serve? Entra nei dettagli: nel concreto, come si applicherebbe l’idea? Di cosa avresti bisogno per realizzarla? E considera soprattutto che deve rispondere ad un bisogno delle persone. E’ utile? E’ richiesta dalle persone? Se vuoi sapere come faccio io, leggi questo articolo che ho scritto non tanto tempo fa.
  2. PIANIFICAZIONE: come fai a capire se la tua idea è davvero realizzabile? E’ necessario passare all’analisi concreta e approfondita della tua idea di business. Dovrai analizzare le motivazioni che ti spingono a fare quel che vuoi fare; quali sono i valori della tua impresa, il tuo cliente ideale e la promozione. Il Business plan è un lavoro impegnativo, ma importante, grazie al quale definirai meglio l’idea e getterai le basi del tuo business.
  3. AZIONE: terminata l’analisi, è tempo di agire! Fatto il Business Plan, constatato che l’idea è forte e funziona, cosa ti manca? Fai! Crea il tuo prodotto, apri la partita iva, avvia la tua impresa e corri incontro alla tua totale libertà, un’azione alla volta!

Ora  però ti svelo un segreto: a questi passi vanno affiancate creatività, immaginazione, intraprendenza, passione. E soprattutto autenticità!

Quindi pensa all’idea, pianifica, analizza, agisci, ma non dimenticare mai che il motore di tutto sei tu!

Scrivimi qui sotto

Due consigli e 4 siti web immancabili per raccontare al meglio di te e del tuo business!

Hai passato tante notti insonni. I pensieri confusi e mille idee per la testa. Progetti di vita diversi. Eppure alla fine ti sei sentita pronta per avviare un cambiamento.

Ora hai aperto la tua attività; il tuo piccolo sogno è diventato concreto e sei arrivata al momento bello (ma anche difficile) di dover raccontare te stessa agli altri, quello che fai e come lo fai.

Perché è importante essere brave, ma, senza il “pubblico”, il nostro business non può esistere! 

SITI IMMANCABILI

 

Per darti un piccolo aiuto in questa grande impresa, ho deciso di regalarti 2 semplici consigli e 4 strumenti utili. Se quando io ho iniziato avessi avuto uno di questi strumenti tra le mani, avrei certamente perso meno tempo e fatto meno fatica!

  1. sembra scontato ma ti consiglio di soffermarti bene ed individuare esattamente quel che vuoi fare, per avere sempre ben chiaro il tuo obiettivo nella mente!  Se vuoi un aiutino, Qui ho proprio scritto come fare a chiarirti le idee.
  2. naviga! Si! 🙂 Fare ricerca è fondamentale! Vai in giro, valuta con occhio critico come sono fatti i siti web per capire cosa può funzionare per te; poi inizia da sola o affidati ad una professionista!

Per raccontarti in modo efficace hai bisogno di più elementi, ma sicuramente per colpire nel segno ti servono belle immagini per il tuo sito e per i profili social: i 4 siti web che oggi ti consiglio di tenere nei bookmark, offrono tante foto belle relative ad argomenti diversi.

Al momento, molte delle foto che puoi vedere in questi 4 siti, sono usabili liberamente e quindi puoi scaricarle senza dover pagare nulla, utilizzarle dove vuoi (sul tuo sito web, nell’articolo del blog, in un post sui social) e non hai l’obbligo di citare l’autore/la fonte, ma ti consiglio di controllare bene i termini d’uso, perché spesso cambiano nel tempo, senza preavviso e variano in base alla foto che hai deciso di scaricare!

  1. https://picjumbo.com/: di facile navigazione, ha un buon numero di immagini carine e su argomenti diversi. Ha anche un’area a pagamento, ma buona parte delle foto sono gratuite.
  2. https://www.pexels.com: una raccolta ben nutrita di immagini. Facile, veloce, semplice. Una risorsa da tenere sempre aperta!
  3. https://visualhunt.com: semplice da scorrere, ha un grande numero di immagini belle, accomunate da un’ispirazione che definirei quasi retrò. Se cerchi un pò di poesia, sei nel posto giusto!
  4. www.unsplash.com: è forse il più nutrito stock di immagini libere da copyright. Belle foto, in continuo aggiornamento. Possibilità di conservare le immagini che ci piacciono. E’ decisamente lo strumento perfetto per noi imprenditrici in totale libertà!

Quindi non andare più a cercare immagini su Pinterest, non scaricare da Google Image, anche perchè non puoi utilizzare le immagini di altri senza averne l’autorizzazione. Prendi carta e penna, e segnati questi nomi!

Il timore di non riuscire a raccontare se stessa nella maniera corretta, c’è sempre. Io dico sempre che parlare di sè e farlo in modo corretto è una delle attività più difficili che esistano e ci vuole autenticità ed allenamento.

Ma sai che ti dico? Solo chi non fa nulla, non rischia mai di sbagliare!

Un ultimo consiglio, forse il più importante: osserva sempre i feedback del tuo pubblico per capire se la direzione è corretta, e vedrai che non te ne pentirai!

Guidare il tuo business è un’avventura: è bello cambiare direzione. (Ps. Sono tornata)

Vicino casa, appena svoltato l’angolo, c’è una merceria. E’ uno di quei negozietti storici, aperti chissà quanti anni fa; con ancora la stessa carta da parati sui muri, lo stesso odore. E probabilmente la stessa merce.

Ogni volta che ci passo davanti, è sempre deserto. A qualche metro di distanza, c’è un’altra merceria aperta più o meno in quegli stessi anni, ma che nel tempo si è rinnovata: le carte da parati anni ‘60 non ci sono più da tanto tempo, la merce è cambiata. Ha saputo trovare nuova linfa senza snaturare ciò che è sempre stata: una merceria con una lunga storia.

Vorrei entrare nella prima merceria e dire alla proprietaria “Non aver paura del cambiamento!”

Guidare il tuo business

Quando hai avviato il tuo business hai fatto delle scelte: sei partita dal tuo istinto, hai usato la tua voglia di totale libertà e hai deciso di provare a diventare quello che volevi essere. Hai scelto gli obiettivi che rispondevano a ciò che in quel momento volevi per te stessa e per la tua vita. Hai pianificato ritmi, modalità di lavoro, orari, fornitori, strumenti, nome, colori del brand, frasi e toni da utilizzare.

Bene, ora però devi sapere che il tuo business non è per sempre. Non cadere dalla sedia. Il nostro business è lo specchio di quel che siamo e di quel che diventiamo. E anche noi, nel bene e nel male, cambiamo. Ci sarà sempre chi negherà questa semplice verità, ma ti assicuro che è così: tutte noi cambiamo.

Tutto scorre, tutto cresce, dentro di noi e fuori di noi, nel nostro cuore, nei nostri obiettivi, nella forma che vogliamo dare alla nostra totale libertà.

E di pari passo al nostro cambiamento, arriverà una mattina in cui ci accorgeremo che il nostro sito web, di cui eravamo tanto convinte un anno fa, oggi non ci rispecchia più; che ormai abbiamo raggiunto gli obiettivi che prefissati e il nostro cuore sente il bisogno di nuove sfide!

Sì, perché essere imprenditrice di sè stessa e far funzionare un business, è un’avventura: ci sono periodi in cui si guida dritte e la strada è liscia, periodi in cui c’è bisogno di arrampicarsi su nuove pareti di roccia per andare dove ci porta il cuore, la libertà, la motivazione personale.

Cambiare direzione, sterzare, prendersi pause, poi ritornare. Fare due passi indietro per prendere un’altra diramazione, è bello perchè:

  1. sfidando te stessa, scopri lati di te che nemmeno pensavi di avere, nuove doti, nuovi limiti e cresci;
  2. uscendo dalla comfort zone ti senti inevitabilmente più Viva, pienamente attiva e cosciente del percorso, totalmente libera;
  3. allarghi la tua cerchia di conoscenze, di esperienze, arricchisci le tue competenze e alla fine potrai allungare la lista delle “cose fatte” e delle “persone conosciute”, senza avere rimpianti;
  4. soltanto rivedendo continuamente i tuoi obiettivi (e, quando serve, adattandoli), sarai sicura di non perdere mai l’occhio su di te, su ciò che vuoi e sui tuoi “perchè”;

Tutto questo l’ho sperimentato 11 anni fa in prima persona, quando ho deciso che avrei dato un cambio di direzione netto alla mia vita. L’ho visto nelle mie clienti, quando hanno preso in mano il proprio futuro più volte e l’hanno modificato per raggiungere la totale libertà che meritavano. L’ho vissuto nuovamente qualche mese fa, quando ho scelto  di impegnarmi in un lavoro quasi a tempo pieno, in un ambiente che sentivo stimolante, adatto a me, in cui potevo confrontarmi con due imprenditrici davvero in gamba, ascoltare il loro sogno, prenderne parte ed esprimermi come desideravo fare in quel momento.

Ed è così che ho preso il percorso disegnato da me qualche anno prima, e l’ho modificato di nuovo: ho trovato nuovi obiettivi, abbracciato nuovi ritmi, tirato fuori nuove competenze e motivazioni.

Iniziando a collaborare con Moodart Fashion School  come Coordinatrice Didattica, ho ritrovato una parte di me e ne ho coltivata una nuova, che presto farà anche capolino qui, in questo angolo in cui torno ufficialmente (anche se in realtà non me ne sono andata mai) per trovare nuove avventure, e nuova linfa insieme a voi per nuovi corsi, seminari dal vivo e progetti individuali.

Cosa faccio oggi a Moodart ? Un sacco di cose interessantissime: pianifico i corsi e i loro contenuti, scovo i docenti più giusti e mi confronto con loro sugli argomenti che possono trattare, invento progetti ed esperienze pratiche da far vivere agli studenti dei corsi, parlo e respiro moda un po’ come ai vecchi tempi, trovo soluzioni a piccoli e grandi problemi, ascolto i ragazzi e li aiuto a centrarsi e a capire il loro obiettivi proprio come una brava coach. Insomma, faccio tutte le mie solite cose, con tante belle persone e con grande passione.

Allora , anche tu, cambia, non avere paura: ascoltati e prendi nuove direzioni, se sono quelle che ti fanno stare meglio. Perchè quello che ci fa star bene non è scegliere una condizione sempre uguale, ma è l’armonia tra quella condizione di sicurezza di cui abbiamo tutti bisogno, e ciò che vorremmo essere domani.

Meriti di essere totalmente libera, allora cambia!

5 Attività che Puoi Aprire con Pochi Soldi

Sogni l’indipendenza ma non sai come metterti in proprio? Vorresti un business tutto tuo, però credi che richieda un investimento troppo grande?

In realtà esistono delle attività che puoi avviare con pochi soldi.

Tra i numerosi vantaggi offerti dal Web, rientra proprio la possibilità di creare la tua realtà commerciale.

Sì, perché guadagnare online non è un’utopia. Anzi, è un teorema dimostrato molte volte da imprenditrici e imprenditori che hanno trasformato un’idea nella propria carriera.

In questo articolo voglio aiutarti con qualche spunto sui lavori che richiedono solo un piccolo investimento iniziale.

1. Aprire un blog specialistico.

Aprire un blog è un’attività che puoi avviare con davvero pochi soldi.

Basta acquistare un dominio e un hosting (puoi cavartela con poche decine di euro), installare WordPress, e sei pronta per iniziare.

Scopri come creare il tuo sito e blog con WordPress da sola.

La parte più delicata è scegliere l’argomento del blog. Il mio consiglio è che sia specialistico e legato alle tue passioni. Insomma, un tema di nicchia di cui sei esperta.

Può volerci un po’, ma con costanza e articoli interessanti è possibile dare vita a un sito redditizio.

Lo hanno dimostrato blogger come Chiara Ferragni, Italo Cillo e Andrea Giuliodori.

2. Iniziare il tuo canale YouTube.

Avrai sicuramente sentito parlare di Clio Make Up.

Questa ragazza con la passione del trucco è la prova di come sia possibile creare un business su YouTube partendo da niente. Ed è solo uno dei tanti esempi!

Il celebre canale di video negli ultimi anni ha ribaltato il concetto di intrattenimento e ha iniziato a sfornare alcuni tra i personaggi più influenti dello showbiz di oggi.

Se non ti mancano carisma e passione, puoi aprire un tuo canale a tema su cui caricare tutorial, recensioni, consigli o semplici vlog.

Una volta raggiunta una buona quota di iscritti, avrai la possibilità di guadagnare con la pubblicità.

3. Creare un e-commerce.

Tra le attività che puoi aprire con pochi soldi, non dimenticare la creazione di un e-commerce.

A parte i giganti come Yoox (prima digital company italiana a raggiungere nel 2015 il valore di un miliardo di euro), esistono diversi negozi online di successo. Realtà che hanno iniziato in piccolo per poi crescere progressivamente.

Da prodotti alimentare regionali al commercio di articoli da regalo fatti a mano, anche in questo caso l’importante non è quanto investi, ma avere una buona idea.

Ma non solo. Come per il blog, dal punto di vista strutturale non servono particolari conoscenze informatiche. WordPress offre numerosi plugin e temi sviluppati appositamente per creare un e-commerce funzionale e professionale sotto ogni aspetto.

4. Fare compravendita di domini web.

Tutte le imprenditrici che hanno acquistato un dominio per il proprio brand sanno quanto non sia scontato trovare il nome che avevi in mente.

Il motivo è semplice: qualcuno prima di te può averlo già acquistato.

Verrebbe da pensare che sia una coincidenza: due aziende con nomi simili. In realtà non è sempre così.

Già, perché la compravendita di domini web è un vero e proprio business in cui le persone guadagnano.

Come funziona?

Acquisti dei nomi di dominio che ritieni possano essere richiesti.

A quell’indirizzo, crei una pagina web con le tue informazioni di contatto, su cui scrivi che il dominio è in vendita.

Vendi al migliore offerente.

Semplice no?

Chi può saperlo, un giorno potresti essere contattata da una startup disposta a pagare anche una bella cifra per uno dei tuoi domini.

5. Diventa una

 

Come hai letto, si tratta di business che partono sì in piccolo, ma che possono fiorire in qualcosa di davvero interessante.

L’importante è investirci più tempo che soldi.

Le 10 Migliori App per la tua Produttività Professionale

Produttività.

Ecco una parola che un’imprenditrice non si stanca mai di sentire.

Per questo sono sicura che sarai contenta di scoprire che esistono delle utilissime app per la tua produttività professionale.

In business l’efficienza è la chiave del successo e il trucco sta nell’ottimizzare le tue risorse, tempo incluso.

Come puoi riuscirci?

Vedila così. Ogni attività – compreso il tuo lavoro – può essere scorporata in tanti pezzi. Delle sotto-attività.

Si tratta di tanti aspetti e mansioni che ti tengono impegnata ogni giorno ed è qui che devi focalizzare la tua strategia di efficientamento.

Iniziare a usare gli strumenti più utili per gli imprenditori, è la mossa giusta se vuoi migliorare la produttività della tua azienda.

A proposito di efficienza, scopri come guadagnare di più con il traffico che hai già.

 

Scopri tutte le migliori app per la produttività della tua attività

 

#1 Dropbox

Dropbox incarna tutto quello che deve offrire una app per la produttività professionale.

Infatti, ti permette di avere sempre con te, gestire, condividere e sincronizzare i tuoi file.

Quanto tempo sprechi in media a copiare documenti su chiavetta USB? E quante volte ti sei dimenticata un file importante da portare a un cliente?

Con Dropbox puoi salvare i tuoi documenti da Pc o Mac e accedervi in qualsiasi momento dal tuo smartphone o tablet.

 

#2 WordPress

Fino a qualche anno fa WordPress era utilizzato solo da ragazzini che volevano tenere una sorta di diario personale online.

Ma oggi questo CMS è la più famosa piattaforma per creare siti web ed e-commerce.

Il motivo del suo successo non è un segreto. WordPress ti permette di eseguire con estrema facilità quello che prima riuscivano a fare solo i tecnici informatici più esperti.

Per un’attività commerciale, oggi avere un sito web non è solo importante: è necessario. Ma non solo.

Serve un sito web di design, accattivante e funzionale, capace di garantire la migliore user experience ai tuoi clienti e di rappresentare il tuo brand nel migliore dei modi.

E con WordPress puoi crearlo e gestirlo tutto da sola e in brevissimo tempo. Questo grazie alla vastissima disponibilità di temi e plugin, che ti permettono di dare un look moderno al tuo sito e di aggiungere tutte le funzionalità di cui hai bisogno, senza sapere assolutamente niente di programmazione.

Scopri come creare un sito web da sola.

 

#3 Asana

Fai fatica a ricordare e a stare dietro a tutto quello che devi fare?

Tranquilla, esiste una app per la produttività aziendale proprio ad hoc!

Con Asana puoi creare progetti e suddividerli in più step, attivare promemoria e avvisi, assegnare mansioni, creare team, e tanto altro ancora.

Insomma, puoi organizzare il tuo lavoro a breve o a lungo termine, in modo da assicurarti di essere sempre focalizzata sulle tue priorità e di non dimenticare pezzi importanti per strada.

 

#4 Google Documenti

Poni fine una volta per tutte alle catene di email stile ping-pong per scambiarsi i documenti di lavoro condivisi.

Quando più persone lavorano a uno stesso file, il pericolo di sovrapposizioni errate e di dover fare dieci volte la stessa cosa è sempre in agguato. E a rimetterci è la tua produttività.

Google Documenti risolve questo problema.

Ora puoi creare un documento e condividerlo con i tuoi collaboratori, clienti o dipendenti, così che possa essere modificato e aggiornato in tempo reale

 

#5 MailChimp

Tenere informati i tuoi clienti sulle novità della tua azienda è necessario per costruire un rapporto a lungo termine e redditizio.

Ecco perché è importante inviare una newsletter con costanza.

Anche questa attività, però, può richiedere molto tempo. Soprattutto se – come dovresti – vuoi che le tue newsletter siano accattivanti anche nella forma.

MailChimp ti aiuta a migliorare la produttività della tua azienda, permettendoti di creare, programmare inviare newsletter di qualità senza perdere tempo prezioso.

In particolare, è molto utile la possibilità di analizzare le statistiche delle tue newsletter e di creare dei test con diverse versioni, in modo da trovare la formula più funzionante e massimizzare l’impatto delle tue email (e quindi anche la produttività del tuo lavoro).

 

#6 HootSuite

Già che siamo in tema di creare rapporti con gli utenti, HootSuite è un’app per la produttività aziendale di cui non puoi fare a meno.

Che il social media marketing sia assolutamente fondamentale per ogni azienda, lo sappiamo.

Però da imprenditrice è difficile stare dietro alle tue pagine aziendali con costanza. O quantomeno lo sarebbe senza HootSuite!

Questa applicazione infatti ti lascia gestire tutte le tue attività di marketing sui vari social network direttamente da un’unica dashboard.

Il ché significa che non dovrei più perdere tempo nel collegarti a ogni singolo social network. E non è tutto.

HootSuite ti permette di calcolare il ROI dei tuoi social. Così puoi trovare la strategia social migliore per guadagnare di più online.

 

#7 Evernote

Ti è mai capitato di ritrovarti la scrivania piena di post-it?

Credimi, non sei la sola. Un’imprenditrice non finisce mai di prendere appunti, che si tratti di un impegno o di una specificazione riguardo l’ordine di un cliente.

Evernote semplifica proprio questo aspetto, e lo rende più immediato e ordinato che mai.

Dallo scrivere delle note al creare delle liste, ora puoi gestire tutto da un’unica applicazione, con la possibilità di condividerle con chi vuoi.

 

#8 Upwork

A volte il modo migliore per aumentare la produttività aziendale è delegare le attività che non ti competono direttamente.

Utilizza Upwork per trovare i professionisti freelance che ti servono.

Tutto quello che devi fare è creare un progetto e scegliere se vuoi applicare una tariffa oraria o fissa.

Dopodiché, basta selezionare il candidato migliore con l’aiuto dei feedback lasciati da altri imprenditori.

 

#9 Scanbot

Vuoi scannerizzare un file in pochi secondi, anche quando sei fuori ufficio?

Ti serve solo uno smartphone e l’app per la produttività aziendale Scanbot.

Gratuito, facilissimo da usare e veloce, questo software taglia completamente la necessità di avere uno scanner o un fax a portata di mano.

 

#10 DreamItAlive

Per migliorare la tua produttività aziendale non bastano degli strumenti tecnici.

Un’imprenditrice ha bisogno anche di ispirazione per sentirsi motivata.

In particolare, visualizzare i tuoi obiettivi e desideri è il modo migliore per ottenere quello che vuoi.

DreamItAlive ti permette di sognare a occhi aperti attraverso immagini e frasi motivanti, e in questo modo ti aiuta a concretizzare i tuoi obiettivi.

L’ideale per avere lo sguardo sempre fisso sul traguardo.

 

Queste sono le 10 migliori app per la tua produttività professionale.

Quale pensi faccia più al caso tuo? Lascia un commento qui sotto.

L’Importanza di Interagire con i Tuoi Utenti e Come Farlo Bene

Interagire con gli utenti è la linfa vitale di ogni sito web o pagina social di successo.

Lanciare dei sondaggi, offrire un supporto live, o anche semplicemente rispondere direttamente a dei commenti.

Questi sono solo alcuni esempi di come puoi far sentire i tuoi clienti al centro della tua attività. E non solo: si tratta di un modo certo per sviluppare un legame più profondo con il tuo target, che ti premierà nel lungo termine.

Sì, perché creare un rapporto con gli utenti non è un’attività marginale, a cui dedicarti quando ti avanza qualche minuto.

Si tratta di una mansione che devi integrare nella tua strategia digitale e per cui devi programmare del tempo quasi ogni giorno.

Personalmente mi diverte molto comunicare con le persone che mi seguono e mi piacerebbe poterlo fare sempre di più: in fondo, anche se spesso si è lontane, scrivendo un commento o una risposta, è facile arrivare al cuore e alla testa degli altri.

Perché devi creare rapporti con gli utenti

Interagire con i tuoi utenti è fondamentale. Altrimenti perché ti sei presa la briga di creare un blog, una pagina Facebook o un profilo Instagram?

Sicuramente vuoi far crescere il numero dei tuoi follower e quindi quello dei tuoi potenziali clienti.

Perché questo avvenga, il tuo obiettivo deve essere innanzitutto costruire una community attorno al tuo brand.

Ovvero generare del traffico qualificato e duraturo, di persone che condividono i tuoi ideali, e che sono interessate alla tua attività e a tenersi informate su quello che fai.

È così che si entra nella vita quotidiana del proprio target.

Sì, perché se ci riesci non sei più solo un business, un prodotto, un servizio o un’azienda.

Sei un brand vivo, interattivo, interessante e coinvolgente. Una fonte di ispirazione e di intrattenimento. Una voce fidata e informativa.

Questa condizione però non si crea spontaneamente.

Sei tu che devi essere dedita a creare dei rapporti con gli utenti.

Ecco come.

Leggi i 5 principi di Neuromarketing per vendere di più online.

Scopri come interagire con gli utenti con i contenuti giusti

Se vuoi interagire con i tuoi utenti devi prima di tutto instaurare un dialogo.

Come? Inizia con lo scrivere i contenuti del tuo sito web in uno stile colloquiale.

Sono certa che tu sia un’esperta nel tuo campo professionale, ma devi sforzarti di pubblicare articoli, notizie e post solo in una forma semplice e accessibile.

Ciò significa evitare un vocabolario troppo tecnico o impersonale.

Naturalmente, a seconda del tema di cui ti occupi, sei tu che devi valutare se sia più appropriato uno stile formale o informale. Ma anche nel caso di un approccio formale, devi sempre essere socievole e carismatica.

Attenzione però: quando parliamo dei tuoi contenuti, lo stile non è l’unica chiave per coinvolgere e creare dei rapporti con gli utenti. Infatti la loro visibilità è altrettanto importante.

Cerca di semplificare il più possibile l’esperienza di navigazione sul tuo sito web.

I contenuti devono essere facilmente – e immediatamente – individuabili e per accedervi non devono essere necessari più di uno o due click.

N.B. Quando parlo di contenuti del tuo sito web, non mi riferisco solo agli articoli, immagini e news. Intendo tutti i contenuti.

Per esempio la sezione commenti, la chat, o il form di contatto. Ovvero tutti quegli elementi e pagine essenziali per interagire con gli utenti in modo diretto e immediato.

Creare rapporti con gli utenti per aumentare la tua popolarità online

Adesso che sei sicura che le persone siano invogliate a seguirti e che possano farlo con facilità, è ora di capire nel concreto come interagire con gli utenti.

Una regola fondamentale è la puntualità delle tue risposte.

Che si tratti di un’email, di un feedback, o di un commento sul blog o sulla tua pagina aziendale di Facebook, è importante rispondere velocemente.

Solo in questo modo i tuoi utenti si sentono gratificati e sono incentivati a continuare a interagire con te in futuro.

In caso contrario, rischi che l’attesa venga interpretata come disinteresse o addirittura come segnale di un business poco attivo.

Ma non è tutto.

Esistono dei trucchi per stimolare ancora di più lo scambio in modo da costruire dei rapporti con i tuoi utenti più velocemente.

Per esempio, puoi inserire degli elementi interattivi sul tuo sito web. Come delle gallerie di immagini o dei video.

Oppure, puoi postare delle citazioni o delle frasi che funzionino come il “la” a una conversazione via commenti.

Insomma, è una buona idea diversificare la tipologia di contenuti. Non solo testo, ma anche altre forme, più e meno impegnative, per dare varietà e interagire con tutti i tuoi utenti: sia quelli che vogliono informarsi in modo approfondito, che quelli che hanno solo qualche minuto da trascorrere sui social.

Questi sono i miei consigli per costruire dei rapporti con i tuoi utenti.

Ma ricorda.

 

Interagire con gli utenti è solo uno dei 5 trend di business del 2017. Scopri tutti gli altri!