Come prendere una buona decisione: scelte di paura o scelte d’amore?

Poco fa ho ricevuto un messaggio privato su Facebook.

Una delle partecipanti al corso Non Solo Business Plan si trovava in difficoltà con un esercizio che ho assegnato.

Si tratta di svolgere una ricerca specifica e collaudata per comprendere quale idea di business, tra quelle emerse, possa essere quella che fa guadagnare di più, verificando bene il mercato e la richiesta e studiando altri modelli di business che hanno già avuto successo prima di noi .

Questa ricerca prevede, in uno dei suoi vari step, di mettersi in contatto con alcuni “esperti” del settore nel quale si desidera creare la propria attività e lei, la partecipante, si è bloccata.

“ E se poi non mi risponde? E perché dovrebbe parlare proprio con me? Perchè dovrebbe ascoltare , non teme la concorrenza eventuale?”

Certo. Tutto è possibile.

Anche che tiziocaio non risponda. O che ti ignori.

Ma perché porsi questo quesito e sprecare tempo ed energia, anziché semplicemente scrivere un email gentile ed educata e credere che presto arriverà una cordiale ed utile risposta?

E se invece ti rispondesse e ti desse quelle due dritte vincenti che ti faranno risparmiare mesi di tentativi?

Molte di noi spesso compiono azioni di paura. Scelte di paura.

Percorrere un cammino essendo prudenti e caute sembra più facile.

O quantomeno più sicuro.

Ma è davvero così?

come prendere una buona decisione

 

La paura spesso si traveste da praticità.

O da saggezza.

Non dobbiamo cascarci. E’ una trappola.

Quindi, quando dobbiamo compiere una scelta, come prendere una buona decisione?

Il modo migliore è interrogarsi e scoprire da dove viene la nostra risposta: il modo migliore è cercare dentro di noi.

Quando devi decidere qualcosa, resta un attimo in silenzio e ascoltati. E’ così che puoi scoprire se quel che stai pensando di fare, nasce da un sentimento di paura o da un sentimento di amore.

Ti faccio degli esempi. Leggi queste frasi:

“Non accetto questa nuova proposta di lavoro bellissimo. Sono realista e pratica.”

“Non faccio quella telefonata a quella persona impegnata. E’ più prudente.”

“Non dico quel che penso alla mia amica che già sta soffrendo. Sono equilibrata.”

“Non mi iscrivo a quel corso che amo e che costa € 500,00 . Sono responsabile.”

Ti risuona qualcosa?

Tutte queste affermazioni potrebbero essere vere. Non lo metto in dubbio.

Oppure potrebbero essere scelte prese dalla paura.

“Adorerei accettare quel nuovo lavoro. Svolgerei proprio le mansioni che amo e probabilmente mi divertirei anche tanto. Ma se poi va male? Meglio restare dove sono.”

“Sento dentro di me che parlare con quella persona mi aiuterebbe a raggiungere il mio obiettivo e a smuovere le acque. Ma se non fosse così? E se la disturbassi? Meglio che io aspetti e non faccia nulla.”

“La mia amica avrebbe proprio bisogno di sapere come stanno le cose, ma dirle la verità comporta un grande rischio di discutere e magari complicarmi la vita. Meglio se me ne sto zitta.”

“Oddio che bello! Se frequentassi questo corso coronerei il mio sogno di mettere a frutto il mio talento e la mia passione trasformandolo in un lavoro. Mah… inutile che mi illuda. Se poi andasse male? Meglio rinunciare.”

Vedi, ogni volta che decidiamo, possiamo farlo per paura oppure per amore.

E spesso raccontiamo a noi stessi storie che ci fanno sentire protetti e a posto con noi stessi, con la nostra coscienza.

Eppure dentro di noi, conosciamo la verità; e non c’è cosa peggiore che mentire a noi stesse, perché questo tipo di bugie continua a spuntare fuori dalla nostra mente e dal nostro cuore, mettendoci di fronte, prima o dopo, alle nostre scelte.

Scegliere sospinti dall’amore è talvolta più spaventoso e più rischioso. Ma la ricompensa è grande.

 

Come prendere una buona decisione?

Segui quello che ami, segui quel che ti appassiona. Segui quel che ti suggerisce il tuo cuore.

 

Oggi mi sono presa la briga di tradurre e mettere i sottotipi ad alcuni spezzoni di un video.

Si tratta del discorso tenuto da Jim Carrey all’Università di Maharishi che si stavano laureando.

Un meraviglioso discorso, sull’amore e sulla paura. ( se vuoi vederlo tutto, clicca qui).

 

Guardalo per assorbire queste parole e riflettere sulle tue decisioni.

Le decisioni che compiamo oggi, modellano il nostro futuro.

Ed una delle frasi più belle è

Puoi fallire a fare quel che NON vuoi, perciò prenditi il rischio di fare quello che veramente AMI.

Perciò, anche io come Jim Carrey, ti do un consiglio.

Scegli l’amore.

Ne vale la pena.

 

Ora tocca a te.

Ci sono decisioni che hai presto per paura e delle quali ti sei poi pentita?

O decisioni prese dalla paura che poi si sono rivelate sbagliate?

Quando devi prendere una decisione importante, come ti regoli? Segui di più quel che ami oppure sfuggi quel che temi?

 

Commenta qui sotto, son curiosa di sapere cosa ne pensi tu!

Da passione a business: strategie per guadagnare con internet

Oggi parleremo di strategie per guadagnare con internet. Proprio così, di modi per sfruttare la rete per monetizzare le tue passioni.

Se

  • indipendenza
  • flessibilità
  • soddisfazione
  • abbondanza

sono parole che si sposano bene con i tuoi obiettivi, continua a leggere la guida.

Perché creare un business online

Che tu abbia un business “tradizionale” o voglia gestire un’attività interamente online, i vantaggi di essere presente su internet sono tanti ed innegabili.

Ecco alcuni dei motivi per creare un business online:

Per raggiungere nuovi clienti

Sfruttando il web, potrai farti conoscere da potenziali clienti che si trovano in tutte le regioni d’Italia. Se sei pronta a lavorare anche in lingua inglese, addirittura in tutto il mondo.

Lavorando a livello strettamente locale, trovare un numero sufficiente di clienti potrebbe essere difficoltoso. Forse, ti ritroveresti anche a dove adattare la tua offerta.

Rivolgendoti ad un pubblico ampio come quello nazionale o globale, potrai invece investire le tue energie solo ed esclusivamente sul tuo cliente ideale – rendendo le tue attività molto più efficaci.

Per guadagnare in modo passivo

Come vedremo di seguito, esistono strategie per guadagnare con internet in modo del tutto passivo.

Cosa significa guadagnare in modo passivo?

Vuol dire creare prodotti che possono essere venduti una, cento o mille volte senza alcuno sforzo aggiuntivo da parte tua.

Per promuovere la tua attività sfruttando la tecnologia

Gli strumenti messi a disposizione da internet sono estremamente efficaci e convenienti.

Promuovere la tua attività su una rivista o in televisione ti costerebbe migliaia e migliaia di euro. Usando la rete, potrai raggiungere centinaia di potenziali clienti ad un costo estremamente contenuto.

Per avere la flessibilità di cui hai bisogno

Se sei una mamma o comunque hai bisogno una certa flessibilità, lavorare su internet sicuramente ti aiuterà in modo notevole.

Lavorare dove e quando si vuole non è più un privilegio di poche. Sono sempre più le donne che riescono a conciliare la vita famigliare con quella professionale proprio grazie al web.

Lavorare da casa ha tanti pro, ma anche diversi contro. Inoltre, richiede grande organizzazione.

Per creare un business online di successo, dovrai quindi lavorare molto duramente però avrai la libertà di gestire le attività come desideri.

strategie

Due cose da fare prima di avviare la tua attività sul web

Lavorare online è estremamente vantaggioso. Non significa però che sia facile.

Prima di avviare la tua attività, assicurati di:

  1. Creare un business plan

Che tu voglia lavorare online o offline, avrai bisogno di una strategia. Il business plan è un documento che riassume la tua idea, i tuoi obiettivi e gli strumenti che userai per raggiungerli.

Soffermarti sul business plan non ti rallenterà, anzi! Probabilmente sarà determinante per il successo della tua attività.

La creazione del business plan è spesso considerato un lavoro noioso e difficile. Per questo, ho creato un programma ad-hoc per aiutarti.

Scopri il corso online “Non solo business plan – starter kit per imprenditrici felici”

business plan

 

 

2. Trovare gli strumenti giusti

Conoscere le strategie per guadagnare con internet è una cosa, riuscire ad implementarle con successo è completamente diverso.

La tecnologia dovrebbe essere nostra alleata, non spaventarci.

La prima cosa di cui hai bisogno per iniziare a lavorare online sono quindi gli strumenti giusti.

Leggi questa guida per scoprire come creare una presenza online efficace, in modo semplice ed economico.

 Le sette strategie per guadagnare con internet

I modi per guadagnare con internet sono tanti.

Il mio consiglio è di iniziare con un solo progetto chiaro e preciso e consolidarlo. Ma nel frattempo progettare anche altre strategie e prepararti ad implementarle: in questo modo, sarai in grado di creare diverse fonti di reddito ed identificare quelle che funzionano meglio per il tuo business.

Prodotti fisici

La vendita di prodotti attraverso un sito e-commerce è la strategia forse più conosciuta.

Gestire un negozio online è abbastanza complesso: dovrai pensare a fornitori, ordini, spedizioni, restituzioni e tanto altro.

Assicurati quindi di strutturare la tua attività in modo che sia sostenibile, sia da un punto di vista logistico che economico.

Corsi ed infoprodotti

La vendita di corsi ed infoprodotti è una delle strategie di guadagno passivo più efficaci. Una volta creato il tuo corso, potrai venderlo innumerevoli volte senza alcun lavoro aggiuntivo.

In questo caso, dovrai concentrarti prima di tutto sull’idea vincente e adatta al tuo mercato di riferimento e poi – soprattutto . sulle attività di promozione attraverso blog, newsletter e social media.

Programmi membership

Questa strategia ha il vantaggio di offrire un reddito ricorrente.

Per implementarla, dovrai creare un’area membri online dove condividere contenuti ed organizzare sessioni di training e webinar. Gli utenti pagheranno una quota settimanale, mensile o annuale per avere accesso alle risorse che tu offri.

Anche in questo caso, potrai usare gli stessi contenuti per un numero di iscritti virtualmente illimitato.

Servizi premium

Ovviamente, puoi sfruttare la rete per promuovere i tuoi servizi.

Per esempio, se sei una fotografa, crea un sito web dove pubblichi esempi del tuo lavoro.

Se ami la scrittura, crea un blog ed offri servizi di copywriting.

Usando questa strategia, ogni singolo cliente ti richiederà di investire parte del tuo tempo.

Solitamente, le tariffe che puoi applicare per offrire i tuoi servizi, sono però superiori al prezzo di un infoprodotto o di un piano membership.

Consulenze

Se ti sei specializzata in un particolare settore, puoi guadagnare mettendo a disposizione le tue conoscenze.

Anche in questo caso, il numero di clienti che puoi gestire è limitato al tempo che hai a disposizione. Le consulenze sono però un modo estremamente semplice ed immediato per generare entrate.

Prodotti/servizi in affiliazione

Questa è una strategia estremamente efficace ed usata da tantissime imprenditrici online. Tra tutte le strategie per guadagnare con internet, è quella “passiva” per eccellenza!

Come funzionano le affiliazioni?

Semplice: quando trovi un prodotto o un servizio che ti piace, chiedi al riveditore di poterlo promuovere in affiliazione (molti siti online – per esempio, Amazon – hanno un sistema di registrazione automatico). Quando diventi affiliata, ti sarà fornito un URL contenente il tuo codice identificativo.

Usa questo l’URL per promuovere il prodotto attraverso i canali social, il tuo sito e le newsletter.

Quando uno dei tuoi lettori clicca il link che hai inserito ed acquista il prodotto, riceverai una commissione sulla vendita.

Come vedi, si tratta di una strategia di guadagno estremamente semplice.

E’ però importante non abusarne. Seleziona attentamente i prodotti ed i servizi che promuoverai ed assicurati di testarli per verificarne la qualità.

Pubblicità

Infine, parliamo di pubblicità. Tra tutte le strategie per guadagnare con internet, questa è sicuramente la più conosciuta, ma anche la più difficile da implementare.

Per guadagnare con le pubblicità, il tuo sito dovrà infatti registrare volumi di traffico veramente molto alti (superiori alle 50mila visite mensili). Non solo, banner e pop-up potrebbero infastidire i tuoi utenti. Se possibile, ti suggerisco quindi di concentrarti su altre strategie.

Come vedi, esistono tante strategie per guadagnare con internet, tutte efficaci ma molto diverse tra loro.

Alcune permettono di generare entrate in modo passivo, altre richiedono la tua attenzione diretta però hanno un potenziale di guadagno notevole. Proprio per questo motivo, ti consiglio di selezionare quelle più adatte alla tua attività ed implementarle contemporaneamente – almeno nella fase iniziale.

Come al solito, ora passo a te la parola.

Hai mai pensato di lavorare online? 

E’ un tuo sogno ma hai riscontrato difficoltà, oppure c’è qualcosa di specifico che ti blocca? 

Quali tra le strategie che ho menzionato ti sembra la più adatta al tuo modello di business? 

Parliamone nei commenti qui sotto.

Come essere felice? Goditi piccole cose belle.

Piccole cose ‪#‎belle‬, ti rendono davvero ‪#‎felice‬.
L’ho sempre pensato.
Che nella vita bisognasse trovare il giusto equilibrio tra continuare ad ambire a qualcosa di più, a migliorarsi, a crescere ed allo stesso tempo, a godere di quel che si ha, delle piccole cose, dei piccoli piaceri che si vivono nel famoso ‪#‎quieora‬ .
Ieri era domenica, ed appena sveglia ho pensato che vista la bella giornata avrei dovuto organizzare qualcosa di originale da far fare a mio figlio. Qualcosa di più del solito tran tran.
Mentre mi facevo la doccia pensavo a questo e a quello, piena di iniziative da proporgli.
Poi però, il solito tran tran ha avuto la meglio e le cose sono andate diversamente da quanto avessi previsto Emoticon smile
Sai com’è: sistema le camere, fai una lavatrice, riordina la scarpiera, riponi i maglioni, controlla due cosette sul pc ed in un batter d’occhio erano quasi le 12.00.
Leonardo nel frattempo aveva terminato i compiti ed abbiamo deciso che a quel punto tanto valeva prendercela ‪#‎comoda‬.
Abbiamo chiacchierato, oziato, letto, guardato un filmetto, giocato e disegnato. Nel tardo pomeriggio, dopo avere impastato la pasta per la pizza, ci siamo piazzati in salotto.
Ho acceso le ‪#‎candele‬ e la ‪#‎radio‬, ho steso l’ultima lavatrice e ci siamo seduti sul divano, io spulciando le email sull’ipad e lui giocando col telefonino.
“Mamma” dice lui interrompendo il silenzio ” che bella questa arietta che entra dalla finestra.
Che bello stare in maglietta a maniche corte e sentire questa arietta.
Che bello che c’è ancora luce fuori.
Che belle le candele accese, che buono il profumo del bucato.
E che bella la musichetta.
Che bello!!  
Tante piccole cose belle. Si sta una meraviglia!”

I nostri figli sono i nostri migliori maestri.
Ci ricordano quel che anche noi sappiamo, ma talvolta ci dimentichiamo, presi come siamo dalla fretta della nostra quotidianità e dall’impeto positivo che ci sospinge ad espanderci sempre, ma che talvolta ci sopraffà.

Lui lo ha ricordato a me.
Io lo ricordo a te.

Come essere felice? La risposta è semplice.

Piccole cose belle, ti rendono veramente felice.
Qui ed ora.
Passaparola.

Come risolvere problemi e creare idee? Ecco il mio trucco.

Sarà che oggi è venerdì.

Sarà che c’è un bellissimo sole.

Sarà che siamo già al decimo giorno di aprile.

Oggi voglio scrivervi di un trucco che uso, semplice semplice, ma che ha dell’ incredibile.

Penso che tutti dovrebbero conoscerlo.

Trattasi di un segreto che uso per farmi venire in mente soluzioni  geniali, sbloccarmi quando ho il blocco creativo, gasarmi quando divento pigra e rilassarmi quando sono nervosa.

Un unico stratagemma per raggiungere tutti questi risultati? Ebbene sì. Pronta per scoprirlo?

Devi sapere che in passato, in tutte le occasioni in cui mi sentivo “ bloccata”, quello che facevo era sforzarmi di uscirne.

Sforzarmi di trovare la soluzione al problema.

Sforzarmi di fare qualcosa anche quando non ne avevo voglia.

Sforzarmi di rilassarmi quando ero preoccupata o nervosa.

E indovina un po’?

Non funzionava. O funzionava solo parzialmente.

Un giorno dovevo scrivere la bozza di un testo per una conferenza che dovevo tenere per un’azienda: scrivevo due righe e cancellavo.

Buttavo giù un titolo. E lo cancellavo.

Abbozzavo un’ idea. E la eliminavo. Una vera agonia.

Esasperata da quel momento di vuoto cosmico, dopo un paio d’ore perse senza concludere nulla ho deciso di smettere di sforzarmi. 

Ed in quel momento, come una “magia” un raggio di luce che entrava dalla finestra ha illuminato, effetto spotlight da concerto, un libro che avevo acquistato anni fa e che non avevo mai usato.

Si trattava del libro dei Mandala pubblicati da Macro Edizioni.

Presa da una di quelle intuizioni tutte femminili che noi donne spesso abbiamo – e che purtroppo non spesso seguiamo – , ho iniziato a cercare in fondo al cassetto la mia scatola di pennarelli di DJECO ( un’azienda francese che se non conosci, ti consiglio di scoprire!) e come impossessata dallo spirito di qualcuno che sapeva esattamente cosa fare, ho aperto il libro dei Mandala ed ho iniziato a colorare.

Il primo quarto d’ora è stato solo un susseguirsi di gesti meccanici della mia mano sul foglio e di pensieri affannosi che si accavallavano nella mia mente.

Poi improvvisamente. Magicamente. Il Silenzio.

La mente si è zittita e colorare avveniva automaticamente, non più consciamente, ma come fosse semplicemente l’unica attività esistente in quel momento e come se fosse la cosa più giusta da fare.

E’ stato spontaneo e facile connettermi con me stessa e senza nemmeno accorgermene, ho cominciato ad avere idee, una dietro l’altra, su come scrivere il testo per il discorso che prima non riuscivo proprio a progettare.

Finito di colorare il Mandala, ho aperto un documento di Word sul mio computer e in poco più di 20 minuti ho scritto un testo PERFETTO!

come risolvere problemi

Come risolvere problemi

 

Focalizzato, ispirato, preciso e efficace. Ero entusiasta!

Dopo quella volta, ho capito come risolvere problemi, produrre progetti e creare nuove idee.

Mi è capitato spesso di ricorrere a questo sistema e anche oggi, quando ho bisogno di fare qualcosa che non riesco a fare, quando devo risolvere un problema, quando emerge una difficoltà, anziché insistere mi fermo e mi metto a colorare.Dopo poco, la soluzione arriva.

E spesso quella soluzione si rivela fenomenale! Impeccabile! L’ideale.

I Mandala effettivamente nascono come pratica spirituale ed producono un sacco di benefici.

Aiutano a combattere la tensione e lo stress, sviluppare le intuizioni, sono uno strumento di concentrazione eccezionale e un modo molto semplice per esprimere la propria creatività.

Per me questa è stata una grande lezione.

Invece che continuare a sforzarmi, combattendo le situazioni negative che si vengono a creare, oggi ho imparato a fluire insieme alla vita e alle sue circostanze.

Ho imparato che spegnere la parte razionale della nostra mente, smettere di voler controllare tutto ed entrare prima in silenzio e poi in ascolto è l’azione più corretta.

Fluire.

Accettare le emozioni, comprenderle e vederle andare via, sostituite da pensieri e sentimenti nuovi, più positivi, più risolutivi.

Vuoi provare anche tu?

La prossima volta che ti capita di perdere l’ispirazione o di avere un problema e non sapere cosa fare, fai così:

  1. INTERROMPI LO SCHEMA Smetti di arrovellarti e smetti di fare quel che stai facendo.
  2. SVOLGI UN’ ATTIVITA’ CREATIVA Inizia a colorare un Mandala, fai una passeggiata – possibilmente nella natura-  metti una bella canzone e balla, accendi una candela e respira profondamente,Scegli di fare qualcosa che ti diverta, che spenga la tua mente razionale e ti permetta di entrare in connessione con il tuo mondo interiore.
  3. ASCOLTA IL TUO INTUITO L’’intuito parla un suo linguaggio, allenati a comprenderlo. Potrebbe farti avere l’idea vincente sotto forma di immagine, di simbolo, di sensazione fisica, di ricordo, di parole. Una cosa è certa, quando la tua voce interiore ti parla spesso conosce la risposta giusta. Perciò ascoltala!

Ora tocca a te. Raccontami se hai provato questo mio suggerimento e come è andato.

Oppure condividi con noi quale “tecnica” usi tu per trovare soluzioni ai tuoi problemi senza stressarti.

Come raggiungere la pace interiore. Bastano 3 parole: Provare. Sapere. Fare.

 

Come raggiungere la pace interiore

Come raggiungere la pace interiore

 

L’altra sera ero da Elèna, la mia maestra spirituale, e mentre parlavamo dell’attuale situazione di conflitti e guerre da cui siamo circondati è emersa una considerazione davvero interessante.

Come possiamo immaginare la pace nel mondo, quando spesso, le prime con cui continuiamo a litigare siamo noi stesse?

Quelle con cui siamo più spesso in conflitto.

E in lotta. Siamo noi !

Più passa il tempo e più mi rendo conto che la vera sfida da affrontare nella vita è quella con noi stesse.

Pensaci: quante volte ti ritrovi ad arrovellarti tra te e te , sostenendo lunghi dialoghi interni?

Quante volte la paura di quel che hai detto,  avresti dovuto dire o dovrai dire, ti limita e ti fa dubitare di te?

Quante volte le presunte aspettative che hanno gli altri su di te ti fanno preoccupare su quel che hai fatto, fai o dovresti fare?

Noi saremmo pressoché perfette, di natura.

Siamo stati progettate gran bene. Se solo ascoltassimo sempre la nostra voce interiore e ci mettessimo più spesso in contatto con quella parte saggia e divina che è dentro di noi, tutto andrebbe alla grande e sapremmo come raggiungere la pace interiore.

Solo che da quando nasciamo, strada facendo, assorbiamo ed accumuliamo dal mondo esterno una quantità di inutili pensieri, emozioni e convinzioni che ci fregano.

Le opinioni di persone armate di buone ( o anche non buone) intenzioni ci convincono delle loro personalissime verità o comunque ci creano perplessità e ci insinuano dubbi.

E noi, anziché tornare in silenzio ed ascoltare noi stesse, cominciamo a combattere dentro di noi. ” Sarà la cosa giusta? E se poi non ce la faccio? E se lui/lei avesse ragione? E se non sarò all’altezza? Sarò abbastanza preparata? E se poi non so rispondere? E se….? E se…? ”

Sì , perché questi parole, questi pensieri, queste idee ci confondono. Ci spaventano. Ci preoccupano, Ci bloccano.

E quindi spesso ci troviamo a vivere conflitti profondi dentro di noi!

Insomma, è proprio la pace interiore quella a cui dobbiamo allenarci, per creare poi una pace duratura intorno a noi.

Oggi ti do un consiglio che può sembrare molto semplicistico, eppure ti assicuro che funziona e ti può aiutare a scoprire come raggiungere la pace interiore e ad agire con maggiore congruenza con chi sei tu veramente, con i tuoi valori e con le emozioni che ti fanno stare bene.

Si tratta  molto semplicemente di chiarire cosa vuoi, cosa desideri ottenere da te stessa prima di pronunciare una sola parola, prima di iniziare un terribile dialogo interno tra te e te e prima di compiere una qualsiasi azione.

In sostanza: si tratta di decidere ciò che desideri provare + sapere + fare.

Sembra facile, vero?

Eppure non sempre ce lo ricordiamo.

[RICORDATI: quando organizzi i pensieri + stabilisci l’obiettivo  prima di iniziare a fare qualsiasi cosa , hai già fatto il 90% del lavoro. ]

ECCO quindi i 3 elementi  fondamentali da ricordarti sempre prima di iniziare a combattere con te stessa e prima di entrare in azione:

 

PROVARE

Come vuoi sentirti?

Curiosa? Felice? Capita? Sicura?

Mettiti nelle condizioni di esserlo! Smettila di fare dipendere le emozioni che provi da altre persone o dalle circostanze esterne.

Liberati da queste catene e impara a provare le emozioni che desideri quando desideri. Come fare?

Esistono tanti modi. Ma il più semplice è il seguente.

Trova una canzone, una parola, una frase, un profumo, una foto, un video, un qualsiasi stimolo che ti aiuti a provare l’emozione che desideri!

E poi abituati a porti queste due domande:

  • Come mi fa sentire questa XYZ azione/persona/situazione/scelta/decisione/ecc, ecc?
  • Compiere questa azione mi avvicina o mi allontana da quello che desidero provare?

Quando risponderai con onestà a queste domande, saprai SEMPRE cosa sia meglio fare senza arrovellarti in lunghe battaglie interiori contro te stessa.

 

SAPERE. 

 Cosa vuoi sapere? Cosa è importante sapere?

Quando le persone ti danno informazioni o fanno affermazioni che ti scoraggiano o ti spaventano o ti confondono, evita di credergli tout court e soprattutto evita di iniziare ad ingaggiare un conflitto dentro di te sulla base di quel che ti hanno detto.

Informati!

Fai delle domande per raccogliere maggiori informazioni e chiedi le fonti delle nozioni che ti vengono fornite.

Leggi, approfondisci e fidati di persone competenti, non di chiunque dica qualsiasi cosa.

Ricordati che le persone che ci amano, non sempre sono qualificate nel settore nel quale ci stanno dando un consiglio: quindi acquisisci tu il sapere necessario ed evita di dare il loro per scontato.

NB:Contrariamente alla credenza comune della generazione dei nostri genitori, ricordati che “Se c’era scritto sul giornale o se l’hanno detto in TV allora NON vuol dire che sia vero!”

 

FARE

Cosa vuoi fare? 

Agire? Respirare profondamente? Prendere una decisione?

Qualsiasi cosa sia, falla perché “senti” che è la cosa giusta.

Oggi, ora – non dopo, né domani – poniti queste domande:

  • Cosa voglio fare veramente?
  • Chi voglio diventare veramente?
  • Dove voglio andare, arrivare veramente?

Prendi tutte le informazioni che hai raccolto sulla situazione, ragionaci e valutala per l’ultima volta.

Quindi, pensa quanto tempo vuoi protrarre la situazione e/o problema nella tua vita per la paura di prendere una decisione.

Pensaci un ultima volta e poi: decidi!

Dì di sì. Dì di no. Vai. Resta. Dai. Prendi.

Vendi. Compra. Lascia perdere. Iscriviti. Domanda. A

ccetta. Rifiuta.

Qualunque sia la decisione, oggi prendila!  Qualunque sia l’azione, compìla! 🙂

 

PROVARE. SAPERE.FARE

Il tuo mantra per la pace interiore.

Cosa voglio provare.

Cosa mi conviene sapere.

Cosa scelgo di fare.

 

Tu lo sai.

 

Come attirare persone positive e affidabili nella vita e nel lavoro

Mi piace essere il tipo di persona che arriva puntuale.

Che rispetta gli impegni presi. Che non cancella un appuntamento mezzora prima dell’orario stabilito con un messaggino sintetico e senza alcun rimorso.

Che si sforza di fare anche le cose di cui non ha voglia perché sa che servono.

Il tipo di persona su cui poter contare per una parola di conforto, quella a cui telefonare quando hai bisogno di qualcuno che ti aiuti a capire come uscire da un casino.

Quella a cui chiedere un consiglio.

Sono perfetta?

Naaaa.

Però mi impegno per essere sempre una persona migliore.

E mi sono accorta che più mi impegno a comportarmi con correttezza, impegno ed integrità e più nella mia vita compaiono persone positive che si comportano allo stesso modo.

Ecco alcuni accorgimenti che oggi voglio condividere con te, per come attirare persone positive e affidabili e su cui poter fare conto nella tua vita e nel tuo lavoro.

 

Stabilisci delle regole.

Quando permetti alle persone di “autogestirsi “in attività che ti riguardano, quel che accade è che tendono a trarne vantaggio.

E’ umano. Lo facciamo tutti. 🙂

Quindi definisci con precisione i paletti e i parametri che vuoi che siano rispettati.

Stabilisci una tua “policy” professionale : gli orari in cui sei disponibile per ricevere ( e non continuare a fare eccezioni , fissando appuntamenti il sabato alle 19.00!!! ) , entro quanto prima dell’appuntamento è possibile cancellare senza pagare, stabilisci che non accetti che una persona che si è iscritta al tuo seminario e non si presenta senza preavviso ( per un motivo serio!) e pretenda un rimborso. Se le regole non le dai tu, chi le darà?

 

La prima impressione

E’ quella che conta.

Ebbene sì. Proprio così.

Se una persona ti sembra poco seria, affidabile o puntuale già al primo incontro, è probabile che tu abbia ragione!

E’ vero che tutti cambiamo, ma su certe abitudini recidive, preparati a non vedere grandi cambiamenti, quindi, prendi le tue precauzioni. Quanto sei disposta ad aspettare, rimandare, ritardare, annullare?

 

Flessibilità

Ci sono alcuni casi in cui, la flessibilità diventerà la tua migliore alleata.

La tua migliore amica è una ritardataria cronica? Ok. Ha tante altre doti, perciò organizzati di conseguenza: dal trucchetto di darle appuntamento un quarto d’ora prima, al portarti dietro ipad o un libro da leggere mentre l’aspetti. In fondo le vuoi bene quindi, ne vale la pena!

 

Sii chiara su ciò che vuoi

Non esiste nulla di più importante della chiarezza di intenti; questo è un concetto che continuo a ripetere ad oltranza, chi mi segue e mi conosce lo sa che sono quasi ossessiva con il tema della chiarezza!

Se dici “ Vorrei un’assistente” aspettati qualunque cosa.

Se invece dici “ Vorrei un’assistente che sappia gestire la mia agenda, rispondere alle mail di informazioni della mia attività come se fossi io, aggiornare il mio sito su wordpress con facilità e gestire la mia contabilità.” capisci bene che è diverso, no?

 

Comportati come vorresti che si comportassero gli altri.

Il simile attrae il simile. Perciò persone inaffidabili attraggono altre persone inaffidabili. Diventa tu per prima affidabile e precisa.

Come? Prendi impegni che sai di poter mantenere e possibimente che ti affascinino o ti appassionino. Questo genere di impegni sono quelli che riusciamo a mantere con maggior facilità.

 

 

E adesso tocca a Te : come fai ad attirare le persone su cui contare?

Eventuali incantesimi, trucchi e tecniche di buon senso che dovremmo sapere?

 

Essere è Credere

what a feeling-2

Che sensazione! Essere è credere. So di potere avere tutto ed ora danzo per la mia vita.

Ecco, oggi sono di citazioni colte 
Ma come si fa a resistere al richiamo di Flashdance? Fa davvero parte della cultura della mia generazione, ogni tanto penso proprio sia quasi stata assorbita dal mio DNA, insieme agli scaldamuscoli di lana e le felpe oversize degli anni ’80.
D’altro canto ” Essere è Credere” è uno dei miei mantra preferiti , forse poco intellettuale da ammettere, ma è anche da qui, che l’ho assorbito.
Non so tu, ma quando guardo alcune scene di certi film, mi sento travolgere da emozioni così forti che riesco a trovare il coraggio e la motivazione a fare cose che non pensavo avrei mai fatto.
Prendiamo questa di scena. Mamma mia come la amo!
Se non fosse per il fatto che il body nero sgambato non mi starebbe decisamente così bene quanto a lei, devo confessarti di essermi sentita tante volte nella vita proprio come quando Alex – Jennifer Beals – cade a terra nel momento clou del suo provino.
Ma pensando esattamente a lei che si rialza, butta fuori il fiato, fa ripartire la musica riposizionando la puntina sul giradischi e riprende la coreografia, ho trovato altrettante volte la forza di dire a me stessa ” Ok, ricomincio.”
Perciò oggi ti invito a questa riflessione.
Riguardiamola insieme questa scena, in questa mattina un po uggiosa di novembre, – clicca qui ==> http://youtu.be/FsZIO-vmn3c – e se sappiamo che in qualche area della nostra vita le cose non vanno come vorremmo, prendiamo il coraggio di ammettere che sia così e di dire: ” Ok , ricomincio!”
Let’s play the music 

“What a feeling, bein’s believin’
I can’t have it all, now I’m dancin’ for my life
Take your passion, and make it happen
Pictures come alive, you can dance right through your life”

“Che sensazione! Essere è credere. So di potere avere tutto ed ora danzo per la mia vita
Prendi le tue passioni e falle realizzare.
Le immagini prendono vita e puoi danzare attraverso la tua vita.”

 

#flashdance #crederci #danzare #citazionicolte

Ce la puoi fare.

10626878_769545439769292_5328432547238830430_n

Dicono che una donna si guardi allo specchio 10 volte al giorno.
Eppure io lo so che non è sempre così.
Ci sono quei giorni in cui ti svegli e vorresti restare a letto.
Quei giorni in cui ti domandi “ E’ tutto qui? E’ questa la mia vita?”
Quei giorni in cui non solo non hai voglia di guardarti allo specchio.
Non hai voglia di vedere nessuno. Sentire nessuno.
Nemmeno i tuoi pensieri.
Ma non puoi.
Perchè sono lì, nella tua testa e non la smettono.
Di ricordarti il tuo passato. Di dirti che non ce la puoi fare.
Di spaventarti e fare crescere dubbi sui tuoi progetti, sulle tue giornate. Sui tuoi sogni.
Ecco. Lo so che ci sono giorni così, ma so anche un’altra cosa.
Tu sei bellissima. E sei lì, dentro. In silenzio, sopraffatta dalle emozioni e dai pensieri.

Ma c’è una forza, una luce, una musica dentro di Te.
Lì. Proprio lì. A pochi millimetri da tutto il resto.
Lascia emergere quella forza.
Permetti a quella luce di splendere.
Alza il volume della tua musica, lascia che ti inondi.
E ricordati chi sei.
Tu non sei chiunque.
Tu sei Tu.
Sei bellissima.
E ce la puoi fare.
Sì.
Ce la puoi fare.
Tutto.
Puoi.

Legge di attrazione in azione. Sorprendente!

Ecco, vedi.

Non ho dubbi che i pensieri creino la realtà, proprio come dice la Legge di Attrazione.
Diciamo che è qualcosa che tutti noi sappiamo da sempre, ma sembra che spesso, in molti ce ne dimentichiamo ed iniziamo a credere il contrario.
Ovvero che siano le circostanze a dover influenzare i nostri pensieri.
Che pasticcioni che sappiamo essere, eh?!
Ma non è così.
Senti questa, perché ti piacerà vedere come funziona la Legge di attrazione in azione.
Vedi questa frase con lo sfondo sui girasoli? Ebbene, questa stessa frase campeggia sulla bacheca in sugero che è proprio qui, davanti a me, appesa di fronte alla postazione dalla quale lavoro e spendo buona parte delle mie ore operative.
“Ricevo piacevoli e meravigliose sorprese inaspettate.”

Legge di attrazione in azione

Uno dei miei mantra per attivare positivamente la Legge di attrazione

 

Bella frase. Fa sorridere. Da quando l’ho scritto ed appeso, mi è sembrato un bel pensiero a cui credere. Un bel seme da seminare nella mia mente, per fare accadere sempre qualcosa di magico nelle mie giornate.
E lo leggo tutti i giorni e più volte al giorno. Perchè davvero credo che i miei pensieri creino la realtà. 
Perciò mi piace indugiare la mattina con il mio mug fumante di caffè in mano, sorridendo ed ipotizzando quale meravigliosa sorpresa inaspettata possa riservarmi l’universo.
Un po’ sogno ad occhi aperti, quel tanto che basta per far vibrare le emozioni al ritmo della fantasia.
E poi, con fiducia e fede che una sorpresa arriverà, mi metto a fare quel che devo fare e penso ad altro.
Ebbene, una sorpresa inaspettata è arrivata.
Una sciocchezza forse. Ma la trovo meravigliosa.
La TIM mi ha scritto 4 lettere.
2 lettere di scuse, per errore di calcolo nelle mie bollette e 2 lettere contenenti …
DUE ASSEGNIa me intestati, come rimborso dell’importo da me eccessivamente versato.
Ecco.
Ditemi, non è forse questa una sorpresa inaspettata?
Non ha un che di quasi magico?
Si era mai sentita una cosa del genere?
Non so a voi, ma a me non era mai capitato
Perciò io ve lo racconto e lo condivido con voi.
Credeteci.
Abbiate fede.
Aiutatevi con questi piccoli escamotage: un post-it con una frase, un motivetto allegro, un desktop con una citazione. 
Nutrite la vostra mente di pensieri belli, perchè poi, quei pensieri, diventeranno realtà.

Che frasi scriverete questa sera? Buona creazione!

Chi è il più felice

 

Che ho tanti difetti e limiti, si sa.
E facendo il lavoro che faccio, giuro che ci sto lavorando su 🙂
Eppure, qualche talento ce l’ho anche io ed una delle cose che mi riesce bene è l’essere felice.
L’essere di buon umore, insomma.

 

Lo stare bene, ecco.
Io sono il tipo che sorride sempre, per dire.
Sono una di quelle che vede i bicchieri mezzi pieni, insomma.
Una di quelle che non riesci a demotivare nemmeno se la paghi.
Oggi che ho 40 anni, credo di essere stata poco popolare come adolescente, anche per questo motivo !!
Alcuni dicono che sia stata una mia fortuna, che sia il “carattere” e sicuramente un po’ lo è.

Eppure oramai mi sono resa conto che non si tratta solo di fortuna, perchè è da quando sono bambina che mi alleno alla felicità .
Non me ne ero accorta prima, ma oggi so con certezza che è così.
Ho adottato inconsciamente tante “tecniche” e “strategie” mentali per produrre in me uno stato emotivo felice per buona parte delle mie ore di veglia e l’ho fatto davvero senza accorgermene.
Solo oggi, dopo tanti anni di esperienza e dopo quello che ho studiato, ho capito che cosa ho fatto ed ho capito come mai io sono così Happy Vale – già, questo è il soprannome che mi dà chi mi conosce bene.
Una delle tante strategie istintive e semplici che ho applicato e che oggi voglio condividere con te, è quella del dimenticare.

10447865_707755479281622_373587621291940729_n

Sì, hai letto bene, dimenticare. 

Chiedimi di un viaggio, di un’avventura, di un concerto, di un’emozione bella, di una lezione, di una persona affascinante, di una sfida… e posso parlartene per ore, entrando nei dettagli, nei colori, nel profumi, nei sapori. Di certi ricordi posso citarti, parola per parola, le conversazioni di quel momento.

Chiedimi di una lite, di una malattia, di una brutta esperienza, di qualche disavventura… e non ricordo quasi nulla. Zero. Cancellato. Annullato. Nemmeno se mi sforzo, riesco a trovare il file nei cassettini della mia memoria. 

Come ho fatto? Dopo avere affrontato un’esperienza negativa, ho memorizzato la lezione appresa e poi non ci ho pensato più.
Non ci ho semplicemente messo più nessun tipo di attenzione o energia. Ho focalizzato i pensieri su altro. Semplice semplice.

Penso senza ombra di dubbio che anche Tu utilizzando lo stesso approccio, possa eccellere nell’arte della felicità e del vivere bene!
Perciò , visto che la memoria è selettiva e che dentro il tuo archivio mentale personale è meglio non avere né confusione, né troppa quantità di informazioni inutili e magari anche dolorose, scegli con cura cosa memorizzare.

E tutte le volte che puoi, cancella i brutti ricordi del passato.
E ripeti a Te stesso.

” Quel che mi ha infastidito, non mi incuriosisce più. Quel che mi infastidisce, non mi incuriosisce.”

Uno dei miei mantra preferiti.

Sappi che c’è un effetto collaterale nel dimenticare i brutti ricordi.

A forza di pensare tanto a quel che ti ha fatto stare bene, attiri nella tua vita situazioni, persone, avventure ed emozioni simili che ti faranno stare altrettanto bene e forse anche di più.
Perciò, vedi Tu!! 🙂