La routine dell’imprenditrice: 8 consigli per unire lavoro e sane abitudini lavorando da casa

Quando si sceglie di diventare imprenditrici di sé stesse e di cambiare la propria vita, passando da un lavoro dipendente ad uno autonomo, o da un lavoro poco soddisfacente a quello dei sogni, pensiamo erroneamente che cambierà soltanto il nostro modo di lavorare.

Probabilmente non saremo in ufficio, ma a casa; e di certo non prenderemo il treno ogni mattina per arrivarci.

Quando poi iniziamo a lavorare in modo autonomo, ci accorgiamo presto che il cambiamento in realtà è totale; coinvolge ogni aspetto della nostra giornata e se non ci prepariamo adeguatamente (creando ad esempio nuove abitudini e ritmi) rischiamo di vedere la sfera lavorativa togliere troppo spazio a quella personale.

Partiamo quindi da un presupposto fondamentale: essere imprenditrici di sé stesse significa prendere in mano ogni aspetto della propria vita e curarlo fino alla sua massima espressione: la nostra totale libertà.

Se dedichiamo 10 ore al lavoro, ma mangiamo in maniera sbilanciata, dimentichiamo di curare corpo e mente, allora non siamo ancora pienamente nel cammino verso la totale libertà. Essere imprenditrice di sé stesse, vuol dire esserlo in ogni ambito: dal lavoro all’organizzazione della casa, dalla cura del corpo a quella dell’alimentazione.

Per dare il meglio di noi sul lavoro, dobbiamo avere l’energia giusta. Non dimentichiamo che il lavoro autonomo può essere davvero molto stressante e, curare mente e corpo, è azione propedeutica alla buona riuscita del lavoro. Prendi questo genere di cura come parte integrante del tuo lavoro.

routine imprenditrice

E allora ecco alcuni consigli per costruire una routine da vera imprenditrice e unire il lavoro a qualche sana abitudine!

  1. Dormi almeno 7 ore per notte. Lo so, non è semplice. Il lavoro è tanto e non vuoi lasciarti scappare nessun dettaglio, ma il riposo è importante, per poter essere efficiente la mattina successiva. Sotto stress il corpo va in tilt e la produttività (insieme alla creatività e all’entusiasmo) calerà. Permettiti solo raramente di fare le ore piccole; ma stasera infilati sotto il piumone, spegni il telefono e rigenerati con un buon sonno!
  2. Fai almeno qualche minuto di attività fisica al giorno. Quando si lavora da casa, si può avere la tendenza di rimanere al chiuso per troppo tempo. Mantenere un corpo sano, attivo e curato, fare lunghe passeggiate, una corsa o un pò di aerobica, aiuta la mente a distendersi e a riordinare i pensieri… che, dopo ore di duro lavoro, sono più offuscati che mai!
  3. Crea la routine del mattino: per iniziare al meglio la giornata, dedica mezz’ora alla tua “beauty routine”: che tu abbia bisogno di mettere lo smalto, di farti una doccia energizzante o di curare la pelle con una buona crema, fai un elenco delle attività che più ti rilassano e soddisfano. Ti farà iniziare le giornate con il sorriso e nuova energia! Mi rendo conto che non sempre è possibile dedicarsi a se stesse, nemmeno io riesco ogni mattina a fare tutto ciò che vorrei! Ma è importante ricordare che bisognerebbe provarci; fa bene a corpo, mente e resa professionale!
  4. Pianifica i pasti con il menù settimanale. Anche questa è un’abitudine complicata, perché la fretta ci porta a consumare spesso gli stessi pasti, utilizzando cibi confezionati e non sempre sani. Questi pasti sono rapidi ma spesso nutrono poco il fisico e la mente. Allora, via libera a frutta, verdura da sgranocchiare e cereali freschi: crea un menù settimanale in modo da organizzare al meglio i pasti e ottimizzare la loro preparazione per dare alle tue idee il giusto carburante!
  5. Tieni in ordine la scrivania: capita di accumulare carte, post-it, penne, documenti sparsi sulla scrivania, senza riuscire più a distinguere quel che serve nel nostro piano di lavoro. Sappi che il disordine non favorisce il processo creativo, né schiarisce le idee, ma anzi può creare maggiore disagio. Dedica 5 minuti ogni giorno a mantenere in ordine la tua postazione di lavoro e, già che ci sei, fai un po’ di decluttering di fogli inutili. Ti sentirai più leggera e pronta a dar spazio a nuove entusiasmanti idee!
  6. Il consiglio più difficile da seguire: stabilisci delle date di consegna. Nel nostro lavoro è forse la cosa più complicata da fare, ma definire delle date di consegna (e rispettarle) è necessario per poter organizzare al meglio il lavoro ed evitare di dedicare troppo tempo ad una singola attività, togliendolo ad altro. Usa Google Calendar, e le app che ti possono essere utili (qui ne consiglio alcune!)!
  7. Leggi un libro a settimana. E’ tanto? Forse, ma leggere un libro, soprattutto non di lavoro, aiuta a rilassarsi, a nutrire la creatività, ad allargare il proprio bagaglio di crescita personale. Bastano poche pagine prima di andare a dormire e anche il sonno sarà migliore!
  8. Non isolarti, fai networking. Quando si è freelance, non si ha più la dimensione aziendale in cui incontrare colleghi e scambiare qualche parola ogni giorno. Isolarsi è un rischio sempre in agguato quando si lavora da casa. Cerca gruppi di donne imprenditrici nella tua città e frequentali; lavora in un coworking affittando una scrivania per qualche giorno al mese, iscriviti ad un corso di yoga, fissa una serata di uscita con le amiche: lo scambio tra colleghi (e non) è fondamentale per crescere e, perchè no, ricaricare le batterie!

 

Non pensare di modificare la tua routine in pochi giorni. Come tutto, è un percorso graduale, fatto di passi avanti e stalli, ma non demordere: la tua totale libertà aspetta solo te! E adesso tocca a te: raccontami qui sotto tu come ti sei organizzata o come stai pensando di organizzarti per gestire al meglio la tua routine da freelance o imprenditrice.

Le 10 Migliori App per la tua Produttività Professionale

Produttività.

Ecco una parola che un’imprenditrice non si stanca mai di sentire.

Per questo sono sicura che sarai contenta di scoprire che esistono delle utilissime app per la tua produttività professionale.

In business l’efficienza è la chiave del successo e il trucco sta nell’ottimizzare le tue risorse, tempo incluso.

Come puoi riuscirci?

Vedila così. Ogni attività – compreso il tuo lavoro – può essere scorporata in tanti pezzi. Delle sotto-attività.

Si tratta di tanti aspetti e mansioni che ti tengono impegnata ogni giorno ed è qui che devi focalizzare la tua strategia di efficientamento.

Iniziare a usare gli strumenti più utili per gli imprenditori, è la mossa giusta se vuoi migliorare la produttività della tua azienda.

A proposito di efficienza, scopri come guadagnare di più con il traffico che hai già.

 

Scopri tutte le migliori app per la produttività della tua attività

 

#1 Dropbox

Dropbox incarna tutto quello che deve offrire una app per la produttività professionale.

Infatti, ti permette di avere sempre con te, gestire, condividere e sincronizzare i tuoi file.

Quanto tempo sprechi in media a copiare documenti su chiavetta USB? E quante volte ti sei dimenticata un file importante da portare a un cliente?

Con Dropbox puoi salvare i tuoi documenti da Pc o Mac e accedervi in qualsiasi momento dal tuo smartphone o tablet.

 

#2 WordPress

Fino a qualche anno fa WordPress era utilizzato solo da ragazzini che volevano tenere una sorta di diario personale online.

Ma oggi questo CMS è la più famosa piattaforma per creare siti web ed e-commerce.

Il motivo del suo successo non è un segreto. WordPress ti permette di eseguire con estrema facilità quello che prima riuscivano a fare solo i tecnici informatici più esperti.

Per un’attività commerciale, oggi avere un sito web non è solo importante: è necessario. Ma non solo.

Serve un sito web di design, accattivante e funzionale, capace di garantire la migliore user experience ai tuoi clienti e di rappresentare il tuo brand nel migliore dei modi.

E con WordPress puoi crearlo e gestirlo tutto da sola e in brevissimo tempo. Questo grazie alla vastissima disponibilità di temi e plugin, che ti permettono di dare un look moderno al tuo sito e di aggiungere tutte le funzionalità di cui hai bisogno, senza sapere assolutamente niente di programmazione.

Scopri come creare un sito web da sola.

 

#3 Asana

Fai fatica a ricordare e a stare dietro a tutto quello che devi fare?

Tranquilla, esiste una app per la produttività aziendale proprio ad hoc!

Con Asana puoi creare progetti e suddividerli in più step, attivare promemoria e avvisi, assegnare mansioni, creare team, e tanto altro ancora.

Insomma, puoi organizzare il tuo lavoro a breve o a lungo termine, in modo da assicurarti di essere sempre focalizzata sulle tue priorità e di non dimenticare pezzi importanti per strada.

 

#4 Google Documenti

Poni fine una volta per tutte alle catene di email stile ping-pong per scambiarsi i documenti di lavoro condivisi.

Quando più persone lavorano a uno stesso file, il pericolo di sovrapposizioni errate e di dover fare dieci volte la stessa cosa è sempre in agguato. E a rimetterci è la tua produttività.

Google Documenti risolve questo problema.

Ora puoi creare un documento e condividerlo con i tuoi collaboratori, clienti o dipendenti, così che possa essere modificato e aggiornato in tempo reale

 

#5 MailChimp

Tenere informati i tuoi clienti sulle novità della tua azienda è necessario per costruire un rapporto a lungo termine e redditizio.

Ecco perché è importante inviare una newsletter con costanza.

Anche questa attività, però, può richiedere molto tempo. Soprattutto se – come dovresti – vuoi che le tue newsletter siano accattivanti anche nella forma.

MailChimp ti aiuta a migliorare la produttività della tua azienda, permettendoti di creare, programmare inviare newsletter di qualità senza perdere tempo prezioso.

In particolare, è molto utile la possibilità di analizzare le statistiche delle tue newsletter e di creare dei test con diverse versioni, in modo da trovare la formula più funzionante e massimizzare l’impatto delle tue email (e quindi anche la produttività del tuo lavoro).

 

#6 HootSuite

Già che siamo in tema di creare rapporti con gli utenti, HootSuite è un’app per la produttività aziendale di cui non puoi fare a meno.

Che il social media marketing sia assolutamente fondamentale per ogni azienda, lo sappiamo.

Però da imprenditrice è difficile stare dietro alle tue pagine aziendali con costanza. O quantomeno lo sarebbe senza HootSuite!

Questa applicazione infatti ti lascia gestire tutte le tue attività di marketing sui vari social network direttamente da un’unica dashboard.

Il ché significa che non dovrei più perdere tempo nel collegarti a ogni singolo social network. E non è tutto.

HootSuite ti permette di calcolare il ROI dei tuoi social. Così puoi trovare la strategia social migliore per guadagnare di più online.

 

#7 Evernote

Ti è mai capitato di ritrovarti la scrivania piena di post-it?

Credimi, non sei la sola. Un’imprenditrice non finisce mai di prendere appunti, che si tratti di un impegno o di una specificazione riguardo l’ordine di un cliente.

Evernote semplifica proprio questo aspetto, e lo rende più immediato e ordinato che mai.

Dallo scrivere delle note al creare delle liste, ora puoi gestire tutto da un’unica applicazione, con la possibilità di condividerle con chi vuoi.

 

#8 Upwork

A volte il modo migliore per aumentare la produttività aziendale è delegare le attività che non ti competono direttamente.

Utilizza Upwork per trovare i professionisti freelance che ti servono.

Tutto quello che devi fare è creare un progetto e scegliere se vuoi applicare una tariffa oraria o fissa.

Dopodiché, basta selezionare il candidato migliore con l’aiuto dei feedback lasciati da altri imprenditori.

 

#9 Scanbot

Vuoi scannerizzare un file in pochi secondi, anche quando sei fuori ufficio?

Ti serve solo uno smartphone e l’app per la produttività aziendale Scanbot.

Gratuito, facilissimo da usare e veloce, questo software taglia completamente la necessità di avere uno scanner o un fax a portata di mano.

 

#10 DreamItAlive

Per migliorare la tua produttività aziendale non bastano degli strumenti tecnici.

Un’imprenditrice ha bisogno anche di ispirazione per sentirsi motivata.

In particolare, visualizzare i tuoi obiettivi e desideri è il modo migliore per ottenere quello che vuoi.

DreamItAlive ti permette di sognare a occhi aperti attraverso immagini e frasi motivanti, e in questo modo ti aiuta a concretizzare i tuoi obiettivi.

L’ideale per avere lo sguardo sempre fisso sul traguardo.

 

Queste sono le 10 migliori app per la tua produttività professionale.

Quale pensi faccia più al caso tuo? Lascia un commento qui sotto.

L’Importanza di Interagire con i Tuoi Utenti e Come Farlo Bene

Interagire con gli utenti è la linfa vitale di ogni sito web o pagina social di successo.

Lanciare dei sondaggi, offrire un supporto live, o anche semplicemente rispondere direttamente a dei commenti.

Questi sono solo alcuni esempi di come puoi far sentire i tuoi clienti al centro della tua attività. E non solo: si tratta di un modo certo per sviluppare un legame più profondo con il tuo target, che ti premierà nel lungo termine.

Sì, perché creare un rapporto con gli utenti non è un’attività marginale, a cui dedicarti quando ti avanza qualche minuto.

Si tratta di una mansione che devi integrare nella tua strategia digitale e per cui devi programmare del tempo quasi ogni giorno.

Personalmente mi diverte molto comunicare con le persone che mi seguono e mi piacerebbe poterlo fare sempre di più: in fondo, anche se spesso si è lontane, scrivendo un commento o una risposta, è facile arrivare al cuore e alla testa degli altri.

Perché devi creare rapporti con gli utenti

Interagire con i tuoi utenti è fondamentale. Altrimenti perché ti sei presa la briga di creare un blog, una pagina Facebook o un profilo Instagram?

Sicuramente vuoi far crescere il numero dei tuoi follower e quindi quello dei tuoi potenziali clienti.

Perché questo avvenga, il tuo obiettivo deve essere innanzitutto costruire una community attorno al tuo brand.

Ovvero generare del traffico qualificato e duraturo, di persone che condividono i tuoi ideali, e che sono interessate alla tua attività e a tenersi informate su quello che fai.

È così che si entra nella vita quotidiana del proprio target.

Sì, perché se ci riesci non sei più solo un business, un prodotto, un servizio o un’azienda.

Sei un brand vivo, interattivo, interessante e coinvolgente. Una fonte di ispirazione e di intrattenimento. Una voce fidata e informativa.

Questa condizione però non si crea spontaneamente.

Sei tu che devi essere dedita a creare dei rapporti con gli utenti.

Ecco come.

Leggi i 5 principi di Neuromarketing per vendere di più online.

Scopri come interagire con gli utenti con i contenuti giusti

Se vuoi interagire con i tuoi utenti devi prima di tutto instaurare un dialogo.

Come? Inizia con lo scrivere i contenuti del tuo sito web in uno stile colloquiale.

Sono certa che tu sia un’esperta nel tuo campo professionale, ma devi sforzarti di pubblicare articoli, notizie e post solo in una forma semplice e accessibile.

Ciò significa evitare un vocabolario troppo tecnico o impersonale.

Naturalmente, a seconda del tema di cui ti occupi, sei tu che devi valutare se sia più appropriato uno stile formale o informale. Ma anche nel caso di un approccio formale, devi sempre essere socievole e carismatica.

Attenzione però: quando parliamo dei tuoi contenuti, lo stile non è l’unica chiave per coinvolgere e creare dei rapporti con gli utenti. Infatti la loro visibilità è altrettanto importante.

Cerca di semplificare il più possibile l’esperienza di navigazione sul tuo sito web.

I contenuti devono essere facilmente – e immediatamente – individuabili e per accedervi non devono essere necessari più di uno o due click.

N.B. Quando parlo di contenuti del tuo sito web, non mi riferisco solo agli articoli, immagini e news. Intendo tutti i contenuti.

Per esempio la sezione commenti, la chat, o il form di contatto. Ovvero tutti quegli elementi e pagine essenziali per interagire con gli utenti in modo diretto e immediato.

Creare rapporti con gli utenti per aumentare la tua popolarità online

Adesso che sei sicura che le persone siano invogliate a seguirti e che possano farlo con facilità, è ora di capire nel concreto come interagire con gli utenti.

Una regola fondamentale è la puntualità delle tue risposte.

Che si tratti di un’email, di un feedback, o di un commento sul blog o sulla tua pagina aziendale di Facebook, è importante rispondere velocemente.

Solo in questo modo i tuoi utenti si sentono gratificati e sono incentivati a continuare a interagire con te in futuro.

In caso contrario, rischi che l’attesa venga interpretata come disinteresse o addirittura come segnale di un business poco attivo.

Ma non è tutto.

Esistono dei trucchi per stimolare ancora di più lo scambio in modo da costruire dei rapporti con i tuoi utenti più velocemente.

Per esempio, puoi inserire degli elementi interattivi sul tuo sito web. Come delle gallerie di immagini o dei video.

Oppure, puoi postare delle citazioni o delle frasi che funzionino come il “la” a una conversazione via commenti.

Insomma, è una buona idea diversificare la tipologia di contenuti. Non solo testo, ma anche altre forme, più e meno impegnative, per dare varietà e interagire con tutti i tuoi utenti: sia quelli che vogliono informarsi in modo approfondito, che quelli che hanno solo qualche minuto da trascorrere sui social.

Questi sono i miei consigli per costruire dei rapporti con i tuoi utenti.

Ma ricorda.

 

Interagire con gli utenti è solo uno dei 5 trend di business del 2017. Scopri tutti gli altri!

 

7 Cattive Abitudini da Abbandonare Subito per Avere Successo

A volte il successo non dipende da quello che fai. Ma da quello che NON fai.

Secondo la mia esperienza, esistono ben 7 cattive abitudini da abbandonare subito se vuoi crescere la tua attività in modo più efficiente.

Si tratta di comportamenti che ostacolano la tua produttività e che ti impediscono di raggiungere i tuoi obiettivi senza sprechi di risorse e di energia. Una vera e propria spina nel fianco del tuo pieno potenziale.

Come per tutte le problematiche, il primo passo per superare questi vizi è riconoscerli. Solo così puoi tornare a ottimizzare il tuo impegno e ad avere successo come imprenditrice ed ecco perché oggi ho deciso di condividere con te questa lista.

Scopri le cattive abitudini che devi abbandonare per migliorare la tua produttività.

7 cattive abitudini da abbandonare

#1 Vuoi fare tutto da sola.

Nella prima delle cattive abitudini che devi abbandonare oggi stesso per avere successo ci siamo cascate tutte.

Forse è l’errore più commesso da chi inizia a lavorare in proprio, perché nasce da un pregiudizio difficile da superare.

E cioè che risparmiare equivale a guadagnare. Invece non è affatto così!

Certo, se fai tutto da sola eviti di pagare qualcuno, ma dimentichi di guardare la cosa in prospettiva.

Infatti il tuo tempo ha un valore economico, relativo a quella che è la tua specializzazione. Quando lo spendi a dedicarti a qualcosa che non ti compete, sprechi quel valore.

In più rischi di eseguire quelle attività che non ti competono peggio di come le farebbe uno specialista. E anche questo significa perdere un guadagno potenziale.

#2 Rimandi le decisioni importanti.

Ci sono decisioni che non vorresti mai prendere. Rimandi giorno dopo giorno, perché speri che succeda qualcosa che ti esoneri da quella posizione scomoda.

Vuoi sapere una cosa? Alla fine invece ti tocca sempre decidere. Solo che hai rinviato così tanto, che nel frattempo il problema si è ingigantito ancora di più.

Ecco perché rimandare le decisioni è una delle cattive abitudini da abbandonare subito.

Cerca di essere sempre determinata e affronta ogni questione quando si presenta. In questo modo tagli sul nascere ogni eventuale ripercussione.

#3 Sei una perfezionista.

La precisione è fondamentale. Ma la perfezione è il peggior nemico dell’operatività.

Per questo considero il perfezionismo una delle cattive abitudine da abbandonare per aumentare la tua produttività.

Se vivi nella paura costante di fare qualcosa di non assolutamente compiuto, finisci col non fare proprio niente. È solo una chimera: e rincorrerla non porta da nessuna parte.

Per non parlare dello stress che provoca il voler essere perfetta a tutti i costi.

Migliorare te stessa e la tua attività è l’essenza di essere un’imprenditrice. Datti un margine di crescita e non pensare che ogni tua mossa sia assoluta.

Se vuoi andare avanti, prima o poi devi compiere un passo. Magari non ti porterà già a destinazione, ma intanto non sei nemmeno più al punto di partenza.

Scopri come superare la paura di fallire nel tuo business.

#4 Usi lo smartphone o il tablet a letto.

Ricordi quando la mamma ti diceva di spegnere che era ora di dormire? Purtroppo nel caso dei dispositivi che usiamo oggi non basta.

Già, perché i nostri – ormai inseparabili – smartphone e tablet emettono delle onde corte di luce blu che colpiscono dritti-dritti i tuoi occhi. Questa esposizione provoca un’alterazione nella produzione di melatonina, interferisce con la tua capacità di addormentarti e compromette la qualità stessa del tuo sonno.

Gli effetti del dormire poco o male li conosciamo tutte. Scarsa reattività, poco focus, nervi a fior di pelle, energie al minimo. Insomma, ti sei fatta un’idea.

Alla lunga finiscono col deteriorare le tue capacità lavorative, con il rischio di farti commettere errori difficili da risolvere.

Ecco perché usare telefono e tablet a letto prima di dormire è una delle cattive abitudini da eliminare per avere successo.

#5 Sei troppo virtuale nei rapporti.

Internet, i social network, Skype: sono tutti strumenti importantissimi per il tuo lavoro. Anzi, sono delle vere e proprie rivoluzioni che ci hanno permesso di fare cose che qualche anno sarebbero state impossibili.

Tuttavia a volte è meglio fare un passo indietro e dimenticarsi di questi canali virtuali per un attimo.

Infatti è importante tenere in vita anche l’aspetto umano: specialmente nei rapporti con gli altri.

Tra le peggiori abitudini di un imprenditore, sicuramente dobbiamo citare la mancanza di contatto personale.

Aggiungere persone su LinkedIn e fare Like a un post non bastano per nutrire relazioni professionali sane e durature. Occorre anche vedersi e parlare di persona.

Leggi quali sono le altre cattive abitudini da eliminare per avere successo

#6 Hai un’alimentazione sbilanciata.

Sono certa che conosci la tesi del filosofo Feuerbach “siamo quello che mangiamo”.

Questo concetto può essere allargato, perché avere un’alimentazione bilanciata ha un impatto sulla tua attività.

Per esempio, consumare troppo zucchero interferisce con la tua concentrazione, perché il glucosio in quantità eccessive ti rendono distratta e su di giri. Ma allo stesso modo, troppo poco glucosio compromettono la tua produttività, perché non ti dà l’energia di cui hai bisogno.

Per questo non curare quello che mangi è una delle cattive abitudini da abbandonare subito: dall’alimentazione derivano le sostanze che servono al tuo cervello per essere attivo e creativo. Su questo punto anche io ci sto lavorando perchè spesso mi riduco all’ultimo minuto a mangiare un po’ quel che capita: ma sto decisamente mettendoci il focus e pian piano noto che miglioro!

#7 Dire “sì” quando dovresti dire “no”.

Sul lavoro dire sempre “sì” è un’abitudine che può finire col seppellirti sotto strati e strati di seccature. Specialmente quando sei un’imprenditrice e il tempo degli ossequi e passato da un pezzo.

Una ricerca condotta dall’Università della California a San Francisco ha dimostrato che più le persone hanno difficoltà a dire “no”, più sono stressate.

In fondo non puoi prendere delle decisioni con lo scopo di accomodare le richieste di tutti. Il tuo obiettivo rimane sempre e comunque il successo della tua attività, anche a costo di causare qualche piccola delusione qua e là.

Ecco le 7 cattive abitudine da abbandonare per avere successo sul lavoro.

Ce n’è una in particolare in cui ti rispecchi? Lascia un commento qui sotto per farcelo sapere.

Ora scopri 5 buone abitudini quotidiane per avere l’agenda piena di appuntamenti.

5 buoni motivi per avere una mailing list

Quanta importanza dai alla tua mailing list?

Se è vero che i social network stanno prendendo il sopravvento è anche vero che le mail non passano mai di moda. Potresti pensare di non averne bisogno, ma ti sbagli. Restano sempre il metodo migliore per entrare in contatto coi tuoi potenziali clienti e con quelli che hai già.

Sì, lo so. Non c’è niente di nuovo nel concetto di “costruire una lista di contatti”: per anni infatti chiunque abbia fatto business ha creato una lista di contatti di clienti e potenziali clienti con i quali creare e mantenere relazioni ( possibilmente eterne!)

Quindi il concetto di avere una mailing list non è certo una strategia di ultima generazione. Ma, c’è un’enorme differenza tra l’avere una rubrica di contatti alla vecchia maniera e avere una lista digitale come quelle che possiamo creare oggi e che ci consente un incredibile vantaggio e ti suggerisco di leggere attentamente per scoprire quale.

Prima di tutto mettiamo a fuoco i due “perché” fondamentali.

Il primo perchè : quando decidi di creare una mailing list lo fai perchè vuoi intensamente che i visitatori del tuo sito – o della tua attività offline –  tornino a visitare i tuoi articoli, contenuti e, di conseguenza, il listo dei tuoi servizi e prodotti.

Il secondo perchè: il desiderio e l’importanza di instaurare un vero rapporto di fiducia tra te ed i tuoi lettori  – o visitatori – in modo che siano più inclini ad acquistare i tuoi servizi e prodotti se prima tramite email gli avrai inviato delle informazioni utili e gratuite a riguardo.

Ecco perché  oggi vediamo insieme  5 buoni motivi per avere una mailing list.

1) Ti consente di raggiungere il tuo pubblico in maniera rapida ed efficace

Al contrario di social media e blog, con le mail puoi decidere tu quando far arrivare un determinato contenuto alle persone che vuoi. La gente controlla la mail di continuo, mentre non puoi essere sicura che legga quello che pubblichi sulla tua pagina Facebook o che scrivi sul tuo blog. Inoltre se riesci a crearti una cerchia specifica di clienti ideali – ovvero un target – saprai già che i contenuti della tua mail saranno di loro interesse.

2) I tuoi iscritti diventeranno molto più probabilmente tuoi acquirenti

Prova a pensare a una cosa: la casella di posta di una persona è sacra, la gente odia ricevere spam e mail indesiderate, quindi se hanno acconsentito a ricevere le tue mail è come se ti avessero invitato ad entrare nella loro casa virtuale. Vuol dire che sono interessati al tuo business e ai tuoi eventuali prodotti/servizi. Potrai quindi promuovere quello che fai e che scrivi sapendo che dall’altra parte troverai persone partecipi e non gente qualsiasi disinteressata al tuo lavoro.

3) Aiuta nella creazione di fidelizzazione

Come dicevo all’inizio, con le email il contatto è frequente e la comunicazione è one-to-one, cioè il discorso è diretto e le mail sono personalizzate col nome della persone e si riferiscono proprio a lui, facendo così sentire l’interlocutore importante.

Rimanendo in contatto costantte si andrà a creare pian piano un legame di fiducia difficile da ottenere con altri strumenti : offrendo informazioni, consigli ed offerte dedicate, porterai i tuo iscritti a scegliere te in mezzo a tutti nel momento in cui avrà bisogno del prodotto o servizio che vendi. Se vuoi saperne di più di questo argomento, leggi questo articolo in cui ti spiego di più.

4) Puoi usarlo per creare maggior coinvolgimento

Se nessuno legge i post del tuo blog o in pochi navigano sul tuo sito, le email fanno proprio a caso tuo! Puoi promuovere quello che scrivi, incentivare le persone ad andare sul tuo sito offrendo promozioni speciali o attirando l’attenzione con qualche tema particolare di loro interesse. Se riesci infatti a capire quello che i clienti vogliono potrai proporre loro prodotti simili o articoli correlati.

Insomma, la mailing list risulta essere un potente strumento per attirare potenziali clienti, ma anche per mantenere vivo l’interesse del tuo pubblico attuale.

5) È facile, è economico, è divertente!

Se i motivi sopra non ti fossero bastati, questi tre aggettivi dovrebbero incentivarti ulteriormente nell’utilizzo della mailing list. 😉

Scrivere le mail è facile ed è anche il modo più semplice di tenersi in contatto. Basta usare sempre lo stesso stile, che deve essere quello del tuo sito nonché il tuo personale, ed esprimere quello che per te è importante che sappiano i tuoi clienti. Una nuova offerta? Un nuovo servizio? Un articolo interessante? Qualunque cosa sia: sii chiara, sii breve, in quanto una mail non può trasformarsi in un lungo poema che nessuno ha voglia di leggere, e soprattutto sii te stessa, che chi si è iscritto alla tua newsletter l’ha fatto perché gli è piaciuta la prima impressione che hai dato di te e si aspetterà quindi la stessa persona.

È economico, non richiederà denaro – almeno all’inizio – , al contrario di Facebook che si fa pagare per le pubblicità e per promuovere i tuoi post.

È divertente, perché no? Puoi sbizzarrirti con grafiche e immagini, puoi prepararti i testi in anticipo se sai di avere un mese indaffarato davanti a te e puoi avere il controllo su tutto, dal linguaggio da utilizzare al contenuto da condividere.

Quindi che aspetti? Se non l’hai già fatto crea la tua mailing list, mentre se già ne possiedi una sappi che quello che quello che hai tra le mani è uno strumento molto importante che, a seconda di come viene usato, può dare risultati molto interessanti e produttivi!

La prossima settimana vedremo insieme come costruire questa mailing list, quali strumenti utilizzare a costo zero o quasi e come invogliare le persone ad iscriversi.

Scrivimi qui sotto nei commenti cosa ne pensi, quali sono i tuoi dubbi e quali invece le curiosità, sarò felice di risponderti Oppure raccontami come la tua mailing list sta cambiando il tuo business.

Come restare motivata quando lavori da casa

Ecco una domanda che in molte si pongono quando iniziano a lavorare da casa. Il sogno di molte è questo, ammettiamolo. Una bella stanza dedicata, separata dalla casa, ma possibilmente attigua, dove poter svolgere indistrubate le nostre attività potendo comunque buttare un’occhiata alla casa, al tran tran famigliare.

Certo è bello poter decidere di volta in volta come organizzarsi la giornata, a quali impegni dare priorità e non dover rendere conto a qualcuno se non a se stessi, però è anche vero che spesso si rischia di perdere di vista l’obiettivo finale e non riuscire a portare a termine i propri progetti.

Anche io nel mio primo periodo di “home office” ho dovuto affrontare questa sfida. Ero esaltatissima all’idea di potere gestire in autonomia i miei orari, ma le prime giornate in un batter d’occhio era l’ora di pranzo e non sapevo come mai, non combinavo nulla. Con il tempo ho capito che dovevo imparare non solo ad essere più disciplinata , ma a seguire sempre 5 semplici regolette.

Oggi ho deciso di condividerle con te sotto forma di consigli utili per evitare di perdere la motivazione e sfruttare al meglio il tuo tempo.

troppo costosa

#1 Pianifica bene il lavoro

A maggior ragione quando abbiamo tanti impegni, sarebbe meglio porsi degli obiettivi giornalieri da raggiungere, a seconda dei tempi a disposizione e del carico di lavoro da svolgere. Può capitare infatti che, lavorando da casa, non abbiamo delle vere e proprie scadenze dettate da qualcuno, come invece accade lavorando in un ufficio. Essendo i capi di noi stesse è bene pianificare i propri impegni e i propri obiettivi in modo da evitare di perdere tempo o di svolgere lavori casuali che non portano al risultato ultimo che vogliamo ottenere. Quindi vai di agenda ben organizzata e calendario sempre visibile e a portata di mano, dove appuntare le attività da svolgere, le cose da fare in modo da avere ben chiari i nostri impegni.

#2  Crea un ambiente tranquillo

Siamo tutte a conoscenza dell’importanza che ha un ambiente calmo e silenzioso per la concentrazione. Se riconosci che il luogo dove lavori solitamente è pieno di distrazioni continue (ad esempio se a casa c’è un continuo via vai di persone), potresti optare per andare a lavorare altrove, come ad esempio al parco o in una caffetteria munita di wifi. Non farti ingannare dal termine: lavorare “da casa”. Il bello è proprio poter scegliere il luogo da cui lavorare a seconda dei gusti e delle necessità personali. C’è chi si concentra meglio con della musica di sottofondo, chi nel silenzio totale, chi in mezzo alla natura e chi comodamente sul divano. Sta a te capire quale location ti si addice di più!

#3 Fissa degli orari e mantieni gli spazi separati

Sei solita lavorare al computer anche mentre stai addentando una buona forchettata di spaghetti?! Ecco, in questo caso sarebbe meglio spegnessi il computer e ti concedessi un’oretta per mangiare senza ansie lavorative.

Organizzati gli orari in modo da avere più regolarità ed evitate di unire vita familiare a vita lavorativa. Non è impossibile conciliare tutto, basta rispettare il punto 1, cioè porti degli obiettivi, e organizzare le tue giornate e i tuoi orari partendo da tali obiettivi. Il tutto concedendoti dei momenti di pausa che, come vedremo nel prossimo punto, sono molto importanti per recuperare le forze.

#4 Concediti delle pause

Come abbiamo appena accennato, le pause sono importanti. Che siano 10 minuti sparsi durante la giornata o delle ore ben definite, è molto importante intervallare il lavoro sia con attività fisica che con pause relazionali. Questo aiuterà a non isolarsi e a liberare la mente, cose sicuramente producenti per il lavoro, ma soprattutto importanti per la tua salute. Quindi organizza pause pranzo con amici o parenti, pratica qualche ora di attività fisica, che può essere uno sport preciso o una semplice passeggiata nel tardo pomeriggio, ma non restare sempre incollata al computer!

All’inizio potresti avere l’impressione che sia una perdita di tempo, ore sprecate che avresti potuto utilizzare per andare avanti col lavoro, ma fidati che non è così. Vedila come una parte del progetto dedicata a te stessa.

#5 Mantieni una routine

Altro aspetto importante è quello di conservare determinate abitudini per evitare distrazioni e mantenersi motivati, ad esempio: vestirsi adeguatamente anche se non vai in ufficio o cominciare puntuali a lavorare.

Questo perché lavorare da casa può portare a perderti via e a lasciarti andare, con conseguente perdita di motivazione e abbandono dell’obiettivo finale.

Vestiti bene anche se non hai particolari impegni, fallo per te; mantieni delle abitudini come: la sveglia alla stessa ora, il caffè mattutino, la pausa per andare a fare quattro passi al parco…

Costruisciti la routine che meglio ti si addice e cerca di portarla avanti col tempo, in questo modo ti sentirai sempre stimolata ed eviterai di “cadere in tentazioni” che tolgono tempo al tuo progetto.

Per quanto lavorare da casa possa non sempre essere facile come sembra, ha molti aspetti positivi che altri lavori non hanno. Basta saper sfruttare al meglio il tuo tempo e non smettere mai di puntare ai tuoi sogni trasformati in obiettivi!

Ora tocca a te. Raccontami qui sotto nei commenti quali sono i tuoi trucchi di organizzazione quando lavori a casa e quali invece le sfide che devi affrontare: sono curiosa di conoscere la tua routine!

5 buone abitudini quotidiane per avere l’agenda piena di appuntamenti con i tuoi clienti

Quando avvii una nuova attività di servizi o quando ne hai una che è in po’ in stallo, può essere stressante il fatto di non avere l’ agenda piena di appuntamenti e ritrovarti con pochi clienti. Che ansia! Come fare a farne arrivare nuovi?

Molte mie clienti finiscono con lo scoraggiarsi, vedendo che non riescono a ottenere i risultati sperati nel tempo che avevano prestabilito. Nella maggior parte dei casi, ti consiglio di riconsiderare il timing, perchè spesso è proprio l’arco di tempo calcolato che non è del tutto corretto. Desiderose come siamo di raccogliere i frutti delle nostre fatiche sin da subito, crediamo che si possa avere tutto – troppo –  in fretta. Invece per conquistare la fiducia dei clienti e incentivarli al passaparola, in modo da aumentare di giorno in giorno gli appuntamenti sulla tua agenda, la chiave è soprattutto la costanza.

Perciò non scoraggiarti se in pochi fissano una consulenza, o vogliono leggere i tuoi contenuti o acquistare  i tuoi servizi o prodotti. I grandi risultati si ottengono giorno dopo giorno e partendo dalle piccole cose. Come sai io sono una fautrice del pensare in grande, ma ricordati che nessuno ha mai avuto successo da un giorno all’altro.

Rome wasn’t built in a day!

Ecco perchè oggi ho deciso di condividere con te 5 buone abitudini quotidiane per avere l’agenda piena di appuntamenti con i tuoi clienti, partendo da attività semplici che puoi implementare sin da subito.

agendapiena

# 1 Spegni la connessione e crea contenuti offline

Sembra che vivere senza internet sia impossibile, al giorno d’oggi. Siamo tutte costantemente connesse sui social e non ci separiamo da i nostri smartphone neanche per un secondo.  Questa dipendenza da internet può diventare davvero limitante soprattutto quando devi creare e produrre progetti, contenuti ed idee per il tuo business! Prova, almeno una volta al giorno per un’ora a staccare  la connessione, a far lavorare la tua mente, senza lasciarti distrarre dalle notifiche, dal desiderio di sbirciare la posta elettronica o dalla tentazione di andare a cercare una notizia ” al volo”- che poi invece ti ritrovi dopo 45 minuti ad avere navigato in 12 siti e a comprare su Asos un vestitino in saldo e a non avere minimamente finito quello che avevi iniziato a creare, giusto?

Soprattutto quando crei progetti o contenuti per la tua attività, ti consiglio vivamente di spegnere il wifi o di attivare un app molto utile che si chiama  Self Control app che ti blocca tutte le notifiche e le distrazioni! Un’idea in più: oltre che staccare la connessione, ti suggerisco di prendere in mano carta e penna e “buttare giù le idee” scrivendo, disegnando e facendo mappe mentali.  Sentire il sapore della cara e vecchia carta e ritrovarti a tu per tu con il tuo cervello ti permetterà di farlo lavorare al meglio e ottenere una maggiore concentrazione. Vedrai che le idee incominceranno a proliferare in un batter d’occhio e sarai molto più produttiva ed efficace. Cosa c’entra questo su come avere l’agenda piena di appuntamenti? Semplice, contenuti originali e di buona qualità equivalgono a maggiori clienti.

#2 Condividi la tua filosofia e il suo messaggio almeno una volta al giorno

Scommetto che anche tu, come me, non hai avviato la tua attività solo per “portare a casa la pagnotta”: molto probabilmente sei appassionata del tuo lavoro e vuoi, con il tuo contributo, aiutare i tuoi clienti o cambiare in meglio il tuo settore, la loro vita – professionale o personale – e perché no, migliorare anche il mondo! Condividere il tuo “perchè” almeno una volta al giorno ti aiuta ad attirare le persone giuste e a farle appassionare ai tuoi servizi e a te: puoi farlo con un post sui social, con una citazione, con una breve clip su Youtube o un video live su Facebook. Puoi farlo di persona con le persone che incontri o tramite il tuo blog attraverso i tuoi articoli. L’importante è che tu lo faccia e lo faccia quotidianamente.  Del resto non puoi aspettarti che i clienti arrivino senza che tu abbia fornito loro una buona motivazione per visitare il tuo blog o il tuo sito web, o per acquistare i tuoi servizi e prodotti. Giusto? Nei miei 20 anni abbondanti di esperienza nel mondo del business, ho capito che se non mostri la passione che provi per il tuo lavoro alle persone, è molto difficile che queste abbiano voglia di darti retta, mentre invece condividere le tue idee e spiegare alle persone perché quello che fai è importante e in che modo quel che tu fai posa aiutarle è la vera chiave. Interessati sinceramente alla vita dei tuoi clienti o potenziali clienti e scopri se la loro situazione è compatibile con lo scopo della tua attività. Una volta raggiunta un’intesa e toccati dei punti in comune, quella persona avrà più voglia di scoprire cosa stai facendo ,  appassionarsi alla tua idea e magari contattarti per fissare un appuntamento con te.

#3 Crea connessioni con il tuo cliente ideale offrendo aiuto ogni giorno

Come sai, quando sei alla ricerca di nuovi clienti, devi stabilire fin da subito un target ben preciso – se vuoi approfondire questo argomento ne ho parlato qui e qui  – e avere ben chiaro un cliente ideale a cui “parlare” e a cui offrire i tuoi servizi.  Il modo migliore per aumentare i tuoi appuntamenti in agenda ed avere quindi un continuo rinnovo di clienti è essere sinceramente desiderosa di aiutare il tuo cliente ideale , offrendogli soluzioni di valore senza promuovere offerte particolari nè aspettandoti di ricevere qualcosa in cambio. Come? Magari rispondendo su Facebook alle loro domande, oppure lasciando commenti ricchi di risposte utili in blog che sai il tuo cliente ideale frequenta e legge o eventualmente commentando in modo utile sugli account individuali dei social. Rispondi con gentilezza e disponibilità alle email in cui ti viene richiesto un consiglio, le persone lo apprezzeranno e verrà spontaneo loro saperne di più di te e saranno più inclini a lavorare con te. La parte importante, in questo caso è la tua autenticità e il far emergere i tuoi punti di forza qualificandoti quindi, seppur in modo elegantemente indiretto, come esperta e preparata. Le persone che ti seguono e che ti leggono, percepiranno il tuo sincero interesse nell’aiutarle e le tue competenze : se tu sei la professionista giusta per risolvere il loro problema, molto probabilmente ti contatteranno per fissare un appuntamento con te.

#4 Un’offerta concreta al giorno, toglie lo stress e l’agenda vuota di torno!

Di cosa sto parlando? Mi riferisco alla cosiddetta Call To Action – in giro sul web la trovi anche scritta così CTA – , che, tradotta letteralmente, significa “chiamata all’azione”. Si tratta, molto semplicemente, di una frase che incentivi le persone che visitano il tuo sito o la tua pagina Facebook a rimanerci e compiere, per l’appunto, delle azioni che potrebbero risultare importanti per creare una connessione e una relazione con loro. L’esempio più comune di call to action è il classico “clicca qui”. Certo, si tratta di un’espressione un po’ limitativa, mentre per il nostro scopo è importante dare maggiore risalto al compito che sta svolgendo l’utente ed essere, sicuramente, un po’ più dettagliati (seppur sempre sintetici) . Creare delle frasi accattivanti serve sicuramente ad aiutarti ad attirare l’attenzione dei clienti e spingerli a compiere un’azione che, il più delle volte, li porta a fidelizzarsi con la tua pagina.  Ma secondo me l’aspetto più importante è molto easy : fai una call to action che sia un’offerta concreta! Una volta al giorno, offri qualcosa di specifico: un’ora di consulenza? La revisione di un progetto? L’organizzazione di un evento? La scrittura dei testi per un sito? Quello che è: semplicemente comunicala chiara, precisa e comprensibile. Puoi farlo alla fine di una telefonata con una possibile cliente, in chiusura di un’email che stai scrivendo, alla fine del tuo articolo sul blog o in un post su Facebook. Semplicemente Fai un’ Offerta. Se inizi ad attivare questa buona abitudine tutti i giorni, la tua sicurezza in te stessa e la tua determinazione si consolideranno e inizieranno ad accadere cose belle. Provare per credere!

 

# 5 Fatti avanti, ovvero: datti una mossa

In apertura di questo articolo, ho parlato di costanza e te lo ripeto: la tenacia e la persistenza devono diventare delle tue “competenze” perciò allenale più che puoi.  Spesso le mie clienti hanno tutte le capacità per raggiungere grandi risultati, il problema è che si scoraggiano facilmente o non si applicano abbastanza.

Quando nulla succede, ti prende l’ansia e ti assale il tarlo: “Forse dovrei smettere e trovarmi un lavoro come tutti gli altri!” Ed io allora ti dico ” Sei davvero sicura che sia quel che vuoi?” E soprattutto “ Hai fatto TUTTO quello che era nelle tue possibilità per provarci? ”

E qui casca l’asino. Spesso, se sei onesta con te stessa, la risposta è no. Siccome hai già capito da sola che stare lì seduta ad aspettare che le cose accadano non funziona, devi essere tu che ti fai avanti! Le imprenditrici di maggior successo che io conosca, si propongono e si fanno avanti per un sacco di cose. Questa è la vera “strategia” per avere un’agenda piena di clienti. Fare quella telefonata. Contattare quella persona. Scrivere quella email. Fare quella ricerca. Uscire ed andare a quell’appuntamento. Proporti. Dire cosa fai. Insomma, farti avanti!

 

Non smetterò mai di dire che per raggiungere un grande obiettivo serve un grande impegno ed è fondamentale non fermarsi mai, cercando sempre di fare qualcosa di utile. Serve fiducia in te stessa e passione in quello che fai. È soprattutto grazie a quest’ultima che si possono raggiungere grandi risultati, soprattutto se sarai in grado di farla sentire anche alle altre persone. Spero che queste buone abitudini ti aiutino a fare crescere le tue vendite nel prossimo mese: ricordati che la continuità premia! Perciò inizia subito ad entrare in azione e poi persevera!

Mettendo in pratica questi consigli, vedrai che alla fine la tua idea inizierà a concretizzarsi!

Hai qualche domanda? Qualche dubbio? Parlamene qui sotto nei commenti, sarò felice di leggerti.

[Ti è piaciuto questo articolo? Per favore, lo condivideresti per me? Hai bisogno di formazione più approfondita, vuoi capire insieme a me chi può essere il tuo cliente ideale?  Parliamone: dai un’occhiata alla mia Discovery Session.]

 

Come una donna può riconquistare potere e creare una vita di libertà

Marzo 2005. Milano, pioggia. Buio, freddo e solo il mio affannoso respiro.
La mattina in cui mi sono svegliata per l’ennesima volta alle 4.00 con l’ansia e il panico all’idea di affrontare un’altra giornata me la ricordo ancora. Sì, è vero. Tutti dicevano che avevo un bel lavoro, che avevo una bella vita.
Io invece, mi sentivo in gabbia. Sapevo che quella vita non era più quella giusta per me, ma non avevo assolutamente idea di come trovare la mia strada.
Cos’ero brava a fare? Cosa avevo imparato? A chi avrei potuto propormi? Cosa mi sarei potuta inventare? Volevo davvero ribaltare tutto? Cosa avrei dovuto fare? Cosa avrei potuto fare? Chi mi poteva aiutare?
E’ stata quella mattina che ho deciso con fermezza che mi meritavo di meglio e che dovevo costruire una vita più in linea con me per esprimere davvero me stessa e vivere totalmente libera.


Passati più di 11 anni posso dirti che ho risposto a tutte quelle domande e che stravolgere la mia vita per riconquistare la mia identità e la mia libertà ne è totalmente valsa la pena.

Partiamo col dire una cosa molto semplice: ognuna di noi ha il diritto di essere TOTALMENTE LIBERA, FELICE E SODDISFATTA

Di essere serena. Sorridente. GratificataDi sentirsi a proprio agio nel suo corpo. Da sola e tra la gente.

Ognuna di noi ha il diritto sin dalla nascita di essere libera. Di svolgere il lavoro che ama, di usare i suoi talenti e di trascorrere la maggior parte del tempo facendo quello che ama. ( ne ho parlato anche qui )

Questo è quello che io definisco la Totale Libertà’. 

E questa è una condizione che tutte meritiamo di vivereLa fregatura però, è che nonostante tutte noi nasciamo esattamente in grado di avere tutto questo – e di più – purtroppo non sempre accade che questa sia la nostra realtà. 

Noi donne abbiamo ricevuto un condizionamento potente nel passato. Siamo state “programmate” dalla società per essere primariamente al servizio degli altri , a negarci per compiacere gli altri, a mettere noi stesse sempre per ultime, rinunciando ai nostri desideri più profondi.

E non sto dicendo che essere al servizio degli altri sia sbagliato, se è quello che vuoi fare: dico che sia alienante quando per accondiscendere al volere altrui, smetti di ascoltare te stessa.

Per ridefinire la figura della donna, non serve sminuire gli uomini. Incolpare noi stesse, gli uomini o la società per tutti i mali della nostra vita non serve a sistemare la situazione, né a restituirci il potere che abbiamo perso.

La cosa migliore che possiamo fare è smettere di comportarci da vittime e assumerci le nostre responsabilità partendo proprio da noi stesse e tornando a credere in noi.

Cresciamo in un mondo in cui ci hanno segnato che non è possibile volere tutto. Però noi invece ci abbiamo sempre creduto, almeno un po’, che il sogno fosse raggiungibile. Quel sogno che tenevamo nel nostro cuore, lo cullavamo ricche di speranza e buone intenzioni.

Poi invece, senza sapere nemmeno come, ci ritroviamo a vivere una vita che non ci fa stare del tutto bene.

dati

Non solo non assomiglia a quella che avevamo sognato, ma anzi ci fa sentire inadeguate, poco capaci, insicure , confuse.

Molte di noi vivono inseguendo ciò che credono di dover essere invece che in armonia con ciò che sono in realtà.

Non sappiamo chi siamo e chi siamo state. Non sappiamo cosa vogliamo essere, fare, avere. Invidiamo le altre e ci ritroviamo a giudicarle senza nemmeno conoscerle.

Il disagio dentro cresce, ma non ci piace lamentarci perché in fondo ci è stato insegnato ad accontentarci, a stare buone a non pretendere troppo. Il problema è che tutto questo ci fa sentire insoddisfatte. Ci fa sentire prigioniere. Hai mai vissuto delle giornate , o persino dei mesi, facendo tutto le cose ” giuste” e non ottenendo alcun risultato?

Le hai provate tutte, hai messo in pratica tutto quel che era necessario per essere felice, soddisfatta e prosperosa nella tua vita … ma nulla di tutto ciò sembra concretizzarsi ?

Non c’è nulla di peggio per donne come noi – creative, ambiziose e consapevoli – che avere la sensazione di girare a vuoto, di non essere sulla strada giusta.

Non riesci più a sentire la Tua Voce, il Tuo intuito proprio quando ne avresti più bisogno. E ti senti persa.

Tutte le volte che devi prendere una decisione, provi a trovare la risposta dentro di te, ma è come doverti sintonizzare con una canale radio disturbato e che non riesci a sentire distintamente.

Tutto quello che senti sono le solite domande, i soliti dubbi che rimbombano nella tua testa:

E se scegliessi questa attività, sarei felice?…

”  Qualcuno mi ama davvero?”

” Come farò a finire questo progetto?”

” Mi sento una fallita. Ho sbagliato tutto?”

” Ma ce la farò? Sarò abbastanza brava?”

” Possibile che io debba essere sempre così stanca?”

” Ma è veramente questa la scelta giusta per me e per i miei figli?”

” E come farò a pagare questa ennesima spesa?”

” E se poi sbaglio e fallisco?”

” Ma gli piaccio veramente?”

Perché succede ? 

Ti è stato insegnato che se lavori duramente e segui le regole, dovresti essere ricompensata per tue fatiche e vivere una vita felice. Ma non sembra che ti stia succedendo e non sai più che fare.

Ci sono due motivi fondamentali.

Interferenze interne

Cosa sono?

Le convinzioni limitanti che hai sulla vita, su te stessa e sulle situazioni quotidiane. I dubbi. Le paure. Le ferite del passato che condizionano il tuo presente. L’energia che hai e come la gestisci. Gli automatismi inconsci che ti auto boicottano senza che tu nemmeno te ne accorga. L’immagine che hai di te. La scarsa consapevolezza di queste interferenze, porta spesso frustrazione e limitazione. 

Cosa potresti fare?

Riconoscere le interferenze interne, valutarleaccettarle ed eventualmente sostituirle, è un lavoro fondamentale per risolvere qualsiasi tipo di blocco Tu stia vivendo nella tua vita ora.

Interferenze esterne

Cosa sono?

L’ambiente in cui vivi. Le persone che ti circondano e che frequenti. I comportamenti che metti in atto tutti i giorni.

Cosa potresti fare?

Spesso la gestione di queste difficoltà è risolvibile mettendo a fuoco e risolvendo le proprie interferenze interne,  ma resta di fatto importante considerare ed analizzare quali fattori influenzano negativamente le tue capacità, i tuoi comportamenti e la tua identità per andare ad intervenire e modificarli. Piccoli cambiamenti quotidiani portano a grandi risultati.

Come eliminarle?

La chiave per liberarti una volta per tutte da queste interferenze è andare dentro te stessa e riconquistare la tua TOTALE LIBERTA’ .

Dopo anni di lavoro su me stessa e con le mie clienti, posso dirti che esiste una “mappa” per riconquistare il tuo potere e creare una vita di libertà ed oggi voglio condividere con te le 6 tappe principali che sono presenti su questa mappa.

Ognuna di queste tappe può essere suddivisa in tante piccole “soste”, ma è importante che tu abbia una visione di insieme della strada da percorrere.

Perciò ecco qui i 6 passi fondamentali con cui una donna può riconquistare potere e creare una vita di libertà.

Ti consiglio di prendere carta e penna e rispondere per iscritto alle domande che seguono.

Ponessi a chiunque adesso, queste domande, poche saprebbero rispondermi su due piedi e con chiarezza: è normale perché non siamo abituate a chiederci con sincerità quali siano i nostri profondi desideri.

Invece, avere consapevolezza su questi aspetti, ti rende immediatamente più leggera, più sicura e più produttiva.

Avanti tutta.

  1. Step #1 Chiarezza d’intenti Cos’è per te la Totale Libertà? Sapere cosa vuoi è fondamentale per arrivarci. Come sarebbe la tua giornata ideale nel tuo futuro ideale. Cosa vuol dire per te essere felice? Cosa vuol dire per te essere libera? Scrivi una paginetta e sii ottimista. 
  2. Step #2 Chi sei In cosa credi? Cosa ami? Qual è la tua storia? Quali sono i tuoi pensieri e le tue emozioni più ricorrenti? Come influiscono sulla tua vita? Scoprirai come spesso le emozioni che provi la maggior parte della giornata ti impediscono di essere, fare e avere quel che desideri.
  3. Step #3 Chiudere con il passato Ci sono dei fatti del tuo passato che ancora influenzano oggi, nel presente, le tue azioni e le tue decisioni? Arriva sempre il momento di fare la pace col passato e andare oltre e quando arriva quel momento, allora tutto prende una piega inaspettata, nuova e spesso meravigliosa.
  4. Step #4 Definire la tua visione Una delle azioni più potenti che io conosca per attuare un cambiamento è iniziare a creare nella nostra mente una visione così chiara e cristallina del nostro futuro desiderato che quasi sembri vera. Farlo, ti mette immediatamente in sintonia con una nuova energia e radica a terra i tuoi desideri trasformandoli da sogni in qualcosa di più concreto.
  5. Step #5 Trovare la motivazione Per ottenere qualsiasi cambiamento nella nostra vita , è fondamentale conoscerne “perchè”. Avere chiaro qual è il perchè che ci spinge ad agire, qual è il nostro credo e la nostra filosofia è come mettere una benzina speciale nel nostro motore ed iniziare a viaggiare con un’altra qualità e un’altra velocità nelle strade della vita.
  6. Step #6 Passare all’azione Fantasticare, visualizzare, pianificare sono tutte azioni fondamentali per creare la vita che desideri. Ma c’è un passo che a molte persone sfugge ed è invece la chiave per concretizzare i progetti. Quale? Entrare in azione! Avere un piano concreto e pratico, ti aiuta a radicare i tuoi progetti nel quotidiano.

Permettimi di essere onesta con Te cara amica. Puoi lavorare da sola su tutto questo?

Assolutamente sì.

Ma te lo anticipo: non è facile e richiede tanto tempo, focus e studio. Oltre che una notevole dose di buona volontà e centratura.

Io posso aiutarti!

Possiamo reinventarci imparando a metter molte cose in discussione, persino quelle cose che ormai sembrano far parte della nostra routine. Tutte le attività che abbiamo eseguito automaticamente per tanto tempo devono essere riesaminate, ma io sono pienamente convinta che tutte noi possiamo farcela.

Se sei pronta a fare tutto questo, sei nel posto giusto! Perchè è proprio di questo che mi occupo ed è proprio a fare questo che posso aiutarti.

Ora ecco due cose che puoi fare ora:

  1. Scrivi qui sotto nei commenti come sarebbe la tua vita di totale libertà? Cosa faresti nella tua giornata ideale? Sono curiosa di sapere cosa desideri fare quando ti sentirai totalmente libera.
  2. Approfondisci come posso aiutarti a percorrere la mappa con il mio corso online Total Freedom Life Map che avrà inizio lunedì 14 marzo 2016.

[ Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con le tue amiche e spargi la voce. La leadership al femminile passa anche da questo! ]

Le 3 mosse che uso per non perdermi d’animo quando la vita non va come dovrebbe

Come faccio per non perdermi d’animo quando la vita non va come dovrebbe – ovvero come io vorrei che andasse?

Ebbene sì, cara amica. Pianifichiamo tutto. Progettiamo al meglio.

Facciamo liste di pro e contro, studiamo, organizziamo. Ci impegniamo al massimo e stiamo attente a tutto. Anche ai minimi dettagli.

Eppure qualche volta le cose non vanno come vogliamo, succede qualche evento spiacevole o qualche inconveniente ci blocca; ed improvvisamente ci sembra che tutti i nostri sforzi siano valsi a nulla.

Non riusciamo a credere più nel valore delle nostre idee e dei nostri progetti. Oppure, peggio ancora, non riusciamo più a credere in noi stesse.

E’ facile cadere in questa trappola e scoraggiarsi, lo so. Sai quante volte mi è capitato?

Un sacco! Te l’assicuro.

E passavo dal sentirmi in colpa per non avere previsto quel qualcosa o per non avere fatto qualcosa di più ( o di meno) al sentirmi preoccupata e spaventata all’idea di dover affrontare i problemi e le conseguenze di quel qualcosa non che non era andato come io volevo. O peggio, a scoraggiarmi al punto tale da desiderare abbandonare l’impresa.

Poi però, con il tempo, ho capito alcuni aspetti importanti che oggi voglio condividere con te e soprattutto ho capito alcune semplici tattiche da mettere in pratica per non perdermi d’animo e risolvere la situazione in cui mi vengo a trovare mio malgrado. E’ molto importante ricordarsi che la tenacia e la persistenza sono qualità che premiano, nel tempo e che quindi si rivela davvero importante, nell’ottica di riuscire a realizzare i nostri sogni, non mollare quando le difficoltà fanno capolino lungo la strada, trovando un modo per non perdersi d’animo e tenere duro.

perdermi d'animo

Pronta? Ecco qui per te il mio semplice “kit in 3 mosse per l’ anti scoraggiamento”.

#1 “Quello che mi infastidisce non mi incuriosisce”

Frase magica che ho imparato da Louise Hay. Cosa vuol dire? Che se qualche cosa mi disturba o mi crea un problema non mi metto a dedicarle ore della mia vita pensando a quel che avrei potuto dire o fare e che invece non ho fatto. Nè mi metto a cercare mentalmente nella mia memoria tutti i motivi per cui mi sento male! No! O per lo meno non subito: ci sarà tempo dopo, quando la situazione sarà superata, per analizzare i fatti in modo lucido e costruttivo. Ma nel momento in cui sono triste, depressa, arrabbiata o preoccupata perché un progetto non ha funzionato o perché qualcuno si è comportato male con me non facendo andare in porto il mio lavoro o perché insomma, le cose non sono andare come avevo pianificato, la prima cosa che faccio è smettere di pensarci. Sì. Hai capito bene. Quindi la prima cosa da fare è proprio prendere le distanze dal problema e togliere di mezzo la preoccupazione mentale. Come? Ora ti do un bel trucchetto! Fai qualche respiro profondo, chiudi gli occhi ed immagina di salire a bordo di una mongolfiera: crea una bello scenario, un bel panorama e goditi la salita verso il cielo sentendo la piacevole sensazione dell’aria sulla pelle, il calore del sole sul tuo viso e la bellezza della vista. Arrivata in cima, osserva la situazione che ti sta demoralizzando. Osserva il problema. Come lo vedi adesso? E’ molto probabile che distanziandoti da esso, tu lo percepisca in modo decisamente più debole e che improvvisamente tu riesca a ridimensionarne la difficoltà, ragionando sin da subito in modo diverso. Ricordati sempre che quando sei troppo “dentro” ad una situazione, la vedi per forza più grande e complicata di quello che è. Allontanandotene e dissociandoti, ti sarà più facile prenderne le distanze , centrarti e smettere di vederlo come insormontabile. ( Se hai voglia di sperimentare puoi usare anche questa tecnica)

#2 Coccolati e convinciti

Questa fase è decisamente importante, oserei dire fondamentale. Dopo avere preso le distanze dal problema, fai qualcosa di carino per te, anche perché ricordati che se non ci pensi tu, difficilmente qualcun altro lo farà! Trattati come se tu fossi una persona che ami, come se fossi la tua migliore amica o tua figlia! Cosa faresti se tu fossi loro? Ti offriresti un the’ caldo o una tisana con due biscottini, ti inviteresti a fare una passeggiata per schiarirti le idee, oppure ti sederesti sul divano a fare due chiacchiere. Giusto? Bene, comportati con te stessa esattamente così. Coccolati e fatti sentire a tuo agio, amata. E poi parla con te stessa, preparando per queste occasion delle frasi positive, dolci e potenti. Una delle mie preferite, quelle che uso di più è ” Dai Vale, tutto va bene. Le cose si stanno sistemando al meglio, stai tranquilla. Sei al sicuro. Hai già superato tanti problemi, riuscirai a superare anche questo. Da questa situazione arriverà solo bene. Tutto è bene.” Arrivo a ripetere questa frase anche per 15 minuti di fila e nel giro di poco tempo, talvolta di poche ore, la mia mente si rasserena e non solo! Qualcuno chiama e si è mosso qualcosa! Trovo la soluzione e talvolta è anche meglio di quella precedente! sembra quasi incredibile! Se sei curiosa di scoprire come mai le convinzioni sono così importanti, ti consiglio di leggere anche questo articolo che penso proprio possa piacerti.

#3 Scrivi

Se hai svolto le prime due attività con convinzione, a questo punto sarai già meno scoraggiata e più serena. La tua energia sarà cambiata ed avrai attivato il tuo lato creativo e positivo. Ti assicuro che già ottenere questo cambiamento è un grande risultato! Fidati! Ma c’è qualcosa di più che puoi fare, se e solo se, il tuo stato d’animo è cambiato. Altrimenti ripeti la fase uno e due fino a che non ti senti emotivamente carica. Ma se sei tornata sicura di te, chiudi gli occhi ed immagina di salire in una macchina del tempo che ti porta avanti di qualche giorno, mese o anno, esattamente nel momento in cui la situazione si è risolta e tutto è andato per il meglio. Goditi il momento e osserva la te stessa del futuro mentre ti si avvicina e ti dice. ” Ecco qui quel che devi fare per prendere coraggio e risolvere questo problema, ora”. Resta in ascolto qualche minuto, senti cosa ti suggerisce e  poi apri gli occhi, prendi carta e penna e scrivi. Scrivi tutto quello che ti passa per la mente, anche quello che ti sembra senza senso. Le idee, i nomi di persone, le telefonate che puoi fare, i posti che potresti visitare. Tutto quel che ti passa in mente e che spesso, corrisponde al suggerimento della tua te più “esperta”, ovvero la tua migliore consigliera in assoluto.

 

Seguendo questi 3 semplici passi, avrai raggiunto facilmente questi risultati:

  • ti sarai calmata e rassicurata, lasciando andare l’ansia, la paura e la preoccupazione
  • avrai recuperato lucidità e sicurezza in te stessa
  • avrai stilato una sorta di piano d’azione per uscire dall’impasse e riprendere in mano le redini della situazione entrando in azione

Come vedi non è difficile, anzi!

Sai, sono proprio le cose semplici quelle che funzionano. Perciò fammi sapere se ti piacciono queste idee e se, mettendole in pratica, riesci velocemente a non perderti d’animo e a procedere sul tuo cammino verso la totale libertà.

Non solo. Se hai dei dubbi su come svolgere questi esercizi, scrivimi nei commenti tutto e sarò felice di risponderti per aiutarti!

 

 

Espandere la tua attività: come farlo in modo semplice

Avviare un business e mantenere un buon volume di lavoro è di per sé un ottimo risultato!

Forse, ambisci però ad espandere la tua attività e creare ancora più lavoro ed abbondanza per te stessa, per la tua famiglia ed i tuoi collaboratori.

Espandere un’attività nel modo “tradizionale” – cioè, assumendo dipendenti ed investendo in campagne di marketing – richiede budget considerevoli.

Fortunatamente, esistono altri modi per espandere un business, anche quando le risorse a disposizione sono limitate. Ecco alcuni consigli che potrebbero esserti utili:

Assumi freelancer o personale part-time

Se hai avviato il tuo business, fino ad ora ti sei probabilmente occupata di tutte le attività in prima persona.

Quando però i clienti iniziano ad aumentare, fare tutto da doli diventa fisicamente impossibile!

Per riuscire ad espandere un’attività è essenziale imparare a delegare. Non risulta facile a tutti, però ti posso garantire che è un requisito imprescindibile.

Fai una lista delle attività che svolgi quotidianamente ed individua quelle in cui sei particolarmente bravo, ciò che dà realmente una spinta al tuo business.

Occupati personalmente di ciò che rende la tua attività diversa dalle altre, e delega tutto il resto.

Con un budget illimitato, potresti assumere dei dipendenti a tempo pieno (probabilmente, questo è comunque il tuo obiettivo nel lungo termine).

Nel breve termine, puoi in ogni caso supportare la crescita del business in altri modi:

  • Puoi delegare alcune attività a lavoratori freelance. 

Grazie al web ed al telelavoro, ora è possibile commissionare attività di qualunque tipo: dalla grafica alle funzioni amministrative, dalla manutenzione tecnica del tuo sito web al supporto clienti. Lavorare con collaboratori freelance offre grandissima flessibilità. L’unico contesto in cui non funziona è ovviamente quando è necessaria la presenza fisica di una persona – per esempio, se gestisci un bar o un negozio. Un aspetto importante da sottolineare è che le collaborazioni con freelancer non devono essere necessariamente occasionali; possono anche essere a lungo termine.

  • Puoi assumere dipendenti per collaborazioni e lavori occasionali. Questa modalità di lavoro è particolarmente utile se il tuo business richiede la presenza fisica del dipendente e/o se il volume di lavoro varia a seconda del periodo dell’anno.

Per esempio: molti negozi registrano maggior parte del fatturato annuale durante il periodo di Natale. Nelle due, tre settimane che precedono il 25 dicembre, forse hai bisogno di aiuto extra per continuare ad offrire un servizio di ottimo livello, evitando di perdere vendite. In questo caso, potresti assumere dei collaboratori sfruttando il sistema delle collaborazioni occasionali. Un’alternativa è il sistema dei buoni, che è però differente a livello giuridico. A questo proposito, ti invito a visitare la pagina dell’INPS dove trovi maggiori informazioni su queste modalità di lavoro, così che tu possa identificare quella più adatta alla tua attività.

  • Puoi assumere collaboratori part-time. Questa è l’opzione sicuramente più costosa, ma che offre anche maggiore stabilità nel lungo termine. Ti permetterà di fare training al dipendente e creare un vero e proprio rapporto di fiducia, che ti permetterà di delegare sempre più attività.

Crea una rete di rappresentanti / affiliati

Promuovere un prodotto richiede molto tempo, lavoro ed energie. Se hai un tuo business sicuramente lo sai già!

Una delle strategie più efficaci per far conoscere i tuoi prodotti è attraverso una rete di rappresentanti, chiamati anche “affiliati” per i business online.

Questi partner aiuteranno a spargere la voce senza che tu debba muovere un dito, in cambio di una commissione concordata.

Se scegli di usare questa strategia, dovrai però prestare molta attenzione a come selezioni i partner con cui collaborare.

Vuoi assicurarti che il tuo brand sia promosso nel modo giusto. Infatti, la cosa più importante è che le iniziative indipendenti dei partner non vadano a nuocere all’immagine della tua attività.

Diversifica la tua offerta e focalizzati sui clienti esistenti

È inevitabile che ogni nuovo cliente richieda un po’ del tuo tempo: se offri servizi, si tratta ovviamente del tempo necessario per fornire ciò che il cliente ha acquistato. Se vendi un

prodotto, potrebbe trattarsi delle semplici ma inevitabili attività di amministrazione.

Se vuoi espandere il tuo business limitando i costi e le risorse investite, poniti come obiettivo quello di creare un servizio o un prodotto che possa essere venduto molte volte, a fronte di un investimento di tempo e risorse contenuto (se adatti al tuo business, gli infoprodotti sono un’ottima tipologia di prodotto).

Un’altra cosa che puoi fare è focalizzare le tue attività di promozione sui clienti esistenti. Come ho scritto in passato in questa guida, vendere ad un cliente esistente è molto più facile ed economico che vendere ad un nuovo cliente.

Ti consiglio poi di diversificare l’offerta, creando prodotti correlati da offrire in up-selling e cross-selling.

Automatizza i processi

Più clienti significa più vendite, ma anche più amministrazione. Se vuoi espandere un’attività è importante che tu riesca a ridurre al minimo il tempo che investi in attività che potrebbero essere automatizzate.

Mi spiego meglio: invece di creare le fatture a mano su Excel, è una buona idea investire in un software per generarle automaticamente.

Invece di rispondere da zero a tutte le richieste dei clienti, potresti creare dei modelli di email da sfruttare alle varie situazioni (ovviamente adattandole dove necessario).

Se hai un negozio, un bar, un ristorante o qualunque attività che comporta il monitoraggio del magazzino, forse sei arrivata al punto in cui ti conviene investire in un software “gestionale”.

Puoi automatizzare anche le attività di promozione. Per esempio, se sei presente sui social, puoi programmare le condivisioni in anticipo con strumenti come BufferApp.

Altre opzioni per espandere il tuo business 

Se gestisci un’attività locale (un ristorante, un negozio, ecc.) potresti anche pensare di espanderti con un franchising.

In questo caso, parliamo di una strategia più complessa che comporta un certo lavoro organizzativo con il supporto di un commercialista, di un legale, eccetera.

Potrebbe però essere una buona soluzione per espandere la rete di punti vendita del tuo brand.

Se invece ti occupi della produzione dei tuoi prodotti, considera la possibilità di venderli all’ingrosso.

In questo caso, dovrai però stare molto attento ai margini e sempre assicurarti che il tuo brand non sia compromesso.

Siamo arrivati alla fine anche di questa guida; spero che questi consigli ti siano utili per espandere la tua attività e raggiungere i tuoi obiettivi. Ora mi interessa conoscere la tua opinione e la tua esperienza: gestisci già un business? Vorresti espanderlo ma ti mancano il tempo e/o le risorse? Ci sono secondo te altri modi efficaci per far crescere la tua attività? Parliamone nei commenti!